Tecniche di estrazione delle piante officinali

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le piante officinali sono dei veri toccasana naturali, ideali per utilizzi alimentari, medici, erboristici ed anche per scopi igienici e cosmetici, oltre ad essere molto spesso così aromatici da rivelarsi anche degli ottimi profumi. Ma come ottenere i principi attivi contenuti nelle piante catalogate come officinali? Esistono diverse tecniche di estrazione di cui vogliamo appunto fornirvi una breve e sintetica lista.

26

La macerazione

La prima tecnica è la macerazione. Questa avviene a temperatura ambiente immergendo la pianta in un liquido solvente, come può essere alcool o olio, ma persino acqua, e lasciata appunto macerare per un periodo di tempo variabile in base alla consistenza della pianta e del solvente utilizzato. Prima di procedere alla messa a macero, la pianta dovrà essere perfettamente lavata e ripulita da ogni corpo estraneo come terra o sassolini, ed inoltre sminuzzata così da aumentare la superificie di contatto con il liquido solvente. In tal modo il processo di macerazione potrà essere anche notevolmente abbreviato.

36

La distillazione a vapore

La distillazione a vapore è forse uno dei metodi di estrazione delle erbe aromatiche ed officinali più antiche. Essa avviene mediante l'utilizzo di vapore acqueo. La pianta in questione dovrà essere prima di tutto ripulita perfettamente da ogni corpo estraneo come terriccio, insetti ed altro materiale, e solo successivamente andrà fatta attraversare dal passaggio del vapore acqueo che determinerà la rottura delle pareti cellulari fino alla liberazione dell'essenza che sarà così vaporizzata, anche grazie alla sua elevata volatilità. Tale vapore misto all'essenza viene condotto attraverso una serpentina di raffreddamento che riporterà allo stato liquido il composto, distinguendosi nettamente in acqua distillata e olio essenziale.

Continua la lettura
46

L'essiccazione

Tale processo, detto di essiccazione, può essere attuato sia in maniera naturale, quindi lasciando le piante ad essiccare all'aria, meglio ancora se in luoghi chiusi ma asciutti e ben arieggiati, evitando il contatto con la luce diretta del sole, oppure grazie all'utilizzo di moderni forni che sfruttano le ultime tecnologie di aria disidratata, con temperature variabili tra i 32° e i 40°. Una volta essiccate, le piante officinali saranno sminuzzate finemente e potranno essere utilizzate per i propri scopi. In cucina, ad esempio, potranno essere aggiunte naturalmente alla preparazione dei piatti.

56

L'estrazione idroalcoolica

Le erbe essiccate ed eventualmente miscelate, una volta sminuzzate, possono essere sottoposte ad un trattamento di estrazione tramite soluzioni alcooliche che fungeranno da sostanza solvente. Di fondamentale importanza sarà la corretta proporzione tra la quantità di erba officinale e quella della soluzione solvente. Tali estratti liquidi, una volta filtrati, saranno denominati estratti idroalcoolici.

66

La liofilizzazione

Dagli estratti idroalcoolici di cui abbiamo appena parlato, sarà possibile procedere con un'altra tecnica, la liofilizzazione. Tale processo avviene mediante una rapida azione di congelamento che porti l'estratto a disidratarsi completamente per un repentino passaggio dallo stato solido a quello di vapore, senza l'utilizzo, dunque, di fonti di calore. In tal modo tutta la componente liquida sarà completamente eliminata. I lavorati in questa maniera, quindi, avranno un'elevata concentrazione dei principi attivi della pianta officinale e saranno estremamente solubili e facilmente utilizzabili.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Controindicazioni di alcune piante medicinali

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di piante e, nello specifico, lo faremo trattando la tematica delle piante aventi delle funzioni curative. Infatti, andremo a spiegarvi in pochi passi quali siano le controindicazioni di alcune piante...
Rimedi Naturali

10 piante che possono favorire il relax

In una società frenetica come quella odierna lo stress è sempre alle porte ed è davvero molto facile cadere nella pericolosa trappola dei tranquillanti. Molti, però, non sanno che le erbe officinali svolgono il compito di indurre il relax evitando...
Rimedi Naturali

5 piante per migliorare l'umore

Nel corso della nostra vita ci capita di vivere dei periodi di forte stress che possono farci sentire nervosi, sottotono e di cattivo umore. Spesso, in questi casi, la prima cosa a cui si pensa per ritrovare l'equilibrio, è quella di correre dal medico...
Rimedi Naturali

10 piante per dormire bene

In questa guida, che abbiamo deciso di proporvi, vogliamo aiutarvi ad imparare quale siano le più famose 10 piante, per essere in grado di dormire bene ed anche più a lungo, evitando e mettendo da parte, i classici ed anche molto diffusi, problemi d'insonnia,...
Rimedi Naturali

5 piante che aiutano la circolazione delle gambe

Le piante offrono numerose proprietà benefiche per il corpo e specialmente per il trattamento di alcune malattie o patologie (come, ad esempio, la pessima circolazione degli arti inferiori): nel caso della medicina vascolare, infatti, le piante potrebbero...
Rimedi Naturali

Come usare le piante per tenere lontane le zanzare

Il caldo estivo risveglia la voglia di abiti leggeri e colorati, pasti ed aperitivi all'aperto. Tuttavia, la serenità di questi momenti viene deturpata da fastidiosissimi insetti. Il familiare ronzio delle zanzare, rende tutti un po' più nervosi e limita...
Rimedi Naturali

5 tecniche contro l'ansia

Con la vita frenetica che oggi siamo costretti a svolgere, divisa tra impegni lavorativi e familiari, uno dei disturbi più frequenti è certamente l'ansia. Recenti studi hanno infatti dimostrato, che la percentuale di popolazione che lamenta tale stato...
Rimedi Naturali

10 tecniche per addormentarsi velocemente

Molto spesso a causa di uno stress incredibile e a causa di molti pensieri, si fa molta fatica a prendere facilmente sonno e ci si ritrova nel letto a girarsi e rigirarsi senza poter chiudere occhio. Per evitare di passare le notti in bianco, di seguito...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.