Stitichezza: i cibi da evitare

tramite: O2O
Difficoltà: media
110

Introduzione

La stitichezza è un problema che ha afflitto tutti almeno una volta nella vita e potremmo definirla come la difficoltà a svuotare l'intestino. Quest'impedimento è dovuto, nella maggior parte dei casi, alle cattive abitudini alimentari del mondo occidentale, quindi ad una dieta povera di fibre e povera di acqua. Laddove, invece, il problema presentasse una e vera e propria patologia, come potrebbe essere il caso della stenosi, o fosse dovuto a malattie sistemiche, come, ad esempio, al diabete, è necessario rivolgersi ad un gastroenterologo, il quale saprà certamente affrontare il problema nel modo più corretto. Tuttavia, se non siete affetti da patologie, è probabile che la stitichezza sia dovuta a cattive abitudini alimentari. Perciò vediamo quali cibi evitare.

210

Cioccolato

Il cioccolato andrebbe evitato in caso di stitichezza, perché contiene tannini. I tannini, infatti, hanno un'azione astringente e antidiarroica che riducono la peristalsi intestinale. C'è da aggiungere, però, che alcuni nutrizionisti consigliano il cioccolato fondente per la presenza di magnesio. Questo minerale, oltre a favorire la peristalsi (cioè il movimento ondoso che l'intestino assume per espellere le feci), favorisce l'afflusso di acqua all'intestino, ammorbidendo le feci.

310

Bevande gassate, zuccherate e ghiacciate

Le bevande gassate devono essere evitate perché possono gonfiare ulteriormente, incrementando il disagio. Quelle zuccherate possono irritare l'intestino e quelle ghiacciate ridurre la mobilità intestinale. Preferite invece dell'acqua naturale o dei succhi di frutta che non contengano zuccheri artificiali.

Continua la lettura
410

Farina bianca

Purtroppo, quest'alimento presente sulla tavola di tutti può aumentare l'incidenza del fenomeno della stitichezza. Per chi soffre di questo problema, alla farina bianca, poverissima di fibre, potrebbe sostituire la farina integrale, aumentando, di fatto, l'apporto di fibre, con conseguente beneficio intestinale.

510

Cibi industriali

I cibi industriali sono una delle cattive abitudini a cui noi occidentali non sappiamo resistere. È anche vero però che nei casi di difficoltà di evacuazione sarebbe meglio evitarli. La povertà di fibre e liquidi e l'enorme quantità di zuccheri non fanno altro che avere un effetto negativo sul nostro tratto intestinale, aggravando così il problema.

610

Pepe e peperoncino

Chi non ha mai provato l'effetto irritante che il pepe e il peperoncino possono avere sul nostro intestino? Proprio per l'irritazione che crea è bene evitare di consumarlo durante periodi di malessere intestinale. Utilizzare le due spezie con parsimonia è il modo giusto per rimanere in forma.

710

Alcool

L'alcool, oltre ad impedire l'assorbimento di nutrienti essenziali per il nostro organismo, ha una funzione disidratante. Inoltre, solitamente, le bevande alcoliche vengono servite fredde o ghiacciate, e perciò la funzione negativa sull'intestino raddoppia.

810

Fritture

I cibi fritti sono una bontà. Per alcuni una cosa irrinunciabile. Tuttavia, sarebbe buona abitudine ridurne drasticamente il consumo. La frittura comporta una difficoltà di digestione che si trasforma in un rallentamento delle funzione dell'apparato gastrointestinale, rendendo ancor più costipato il soggetto affetto da stitichezza.

910

Insaccati

Gli insaccati contengono molti additivi, conservanti, grassi e sale. Tutti questi elementi, che provocano un rallentamento dell'attività digestiva, sono dannosi per l'intestino, il quale rallenterà la peristalsi, sfavorendo così l''evacuazione.

1010

Latticini

I latticini svolgono un'azione negativa sull'apparato digerente. Infatti, contengono calcio che rallenta le funzioni digestive. L'alta percentuale di grassi rende difficoltosa la digestione. In più, può squilibrare la flora intestinale con conseguenze negative. Lo yogurt, invece, grazie al contenuto di probiotici, favorisce il riequilibrio della flora batterica.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Come abbinare i cibi nel modo corretto

Ecco una serie di indicazioni su come abbinare i cibi nel modo corretto. Abbinare bene i cibi è di fondamentale importanza per una buona salute. La digestione dei cibi, per essere efficace, deve essere veloce e non troppo impegnativa. In questo senso,...
Alimentazione

I 10 cibi che spengono il desiderio

Seguire una dieta sana e variegata, aiuta a rimanere in forma e in salute. Durante i diversi stadi di crescita le esigenze nutrizionali variano, in relazione all'età, al sesso, all'attività fisica e al tipo di lavoro svolto. Vi sono alimenti che migliorano...
Alimentazione

10 cibi alcalini da mangiare ogni giorno

Una dieta di zuccheri, proteine animali e cibi preconfezionati, produce un effetto acidificante sul corpo umano, con gravi conseguenze per la salute. Il pH del sangue è lievemente alcalino. La minima variazione causa malattie infiammatorie. Apporta notevoli...
Alimentazione

Come scegliere cibi idratanti

Durante il periodo estivo è importante scegliere una dieta sana ed equilibrata per il nostro organismo, e saper scegliere i cibi e le bevande giuste per affrontare il caldo della stagione.L'acqua è sicuramente la scelta fondamentale per idratarsi durante...
Alimentazione

10 cibi in scatola che sarebbe meglio evitare

In un mondo in cui si va tutti di corsa, ci troviamo a non aver spesso il tempo nemmeno di preparare la cena: si finisce così per arrangiarsi, anche a tavola. L'arte dell'arrangiarsi per eccellenza, in cucina, equivale al cibo in scatola. I cibi in scatola...
Alimentazione

5 cibi che causano l’alitosi

L'alitosi, o alito cattivo, è una patologia che ha ripercussioni in diversi ambiti: sia in quello che riguarda la salute di un individuo che, in quello delle relazioni sociali. Infatti, in quest'ultimo ambito può creare situazioni di disagio. Spesso,...
Alimentazione

Alimentazione: i cibi che stimolano l'appetito

In genere, siamo sempre alla ricerca di cibi che riducano la fame e che agevolino la dieta; in questo caso invece andremo a scoprire quelli che combattono l'inappetenza. Spesso infatti, il caldo, lo stress ed i troppi problemi che ci affliggono, ci tolgono...
Alimentazione

Pancia piatta: cibi da evitare

La pancia è la prima cosa che inizia a guadagnare peso e nel contempo è la più difficile da dimagrire quando si inizia una dieta. Questo problema è dovuto principalmente ai cibi che consumiamo quotidianamente, e che vanno dritti sul nostro addome...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.