Qualità Dell'allenamento: L'importanza Dell'intensità

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Un allenamento, che si svolga in palestra oppure a casa, ha dei principi cardine che non devono mai essere dimenticati, primo fra tutti quello dell'intensità ed in secondo luogo l'impegno.
Nella guida che segue, a questo proposito, vedremo alcuni consigli utili su come svolgere un buon allenamento, bilanciato e mirato a seconda delle proprie caratteristiche personali e del livello di preparazione. Ci occuperemo, per dirla in altro modo della qualità dell'allenamento: l'importanza dell'intensità affinché lo "sfozo" possa essere il più possibile equilibrato e duraturo nel tempo.
Seguitemi passo passo e procediamo. Scopriamo insieme la Qualità Dell'allenamento: L'importanza Dell'intensità.

26

Occorrente

  • Passione per l'allenamento
36

Effettuare pause brevi

Molto spesso, quando andiamo in palestra vediamo persone allenarsi ed eseguire la scheda di esercizi proposta dal personal trainer in alcune ore. Generalmente un programma di allenamento richiede sedute con frequenza variabile da tre a quattro volte a settimana per una durata che oscilla tra i 45 e i 60 minuti. Nel caso in cui si superi tale lasso di tempo significa che si sta incorrendo in qualche genere di errore ed i risultati sul proprio corpo non saranno pertanto quelli desiderati. In un buon allenamento è importantissimo che le pause fra un esercizio ed un altro siano molto brevi, ancora meno per le serie di uno stesso esercizio: per queste ultime sarò opportuno evitare di superare i 30-60 secondi di distanza fra una e l'altra. La quantità di allenamento svolta in un determinato periodo di tempo prende il nome di Intensità.

46

Scegliere la migliore modalità di allenamento

È possibile, partendo dall'intensità del lavoro, capire la migliore modalità di allenamento in relezione alla tipologia di esercizio effettuato. Nel caso del lavoro aerobico un ottimo elemento informativo è la frequenza cardiaca, misurabile tramite il cardiofrequenzimetro. Una buona intensità di corsa, porta la nostra frequenza cardiaca intorno al 70% di quella massima consentita. Al di sotto di tale soglia l'allenamento è moderato mentre sopra è anaerobico. Nel cas dei pesi le considerazioni sono diverse. È molto importante il rapporto tra carico e velocità: per fare un lavoro adeguato bisogna effettuare un carico del 70-40% rispetto al massimo sopportabile ed eseguire le ripetizioni in maniera veloce senza mai bloccarsi durante l'esecuzione.

Continua la lettura
56

Eseguire il giusto carico di ripetizioni

Un ragionamento simile riguarda le ripetizioni. Basandoci su un numero di ripetizioni massime che il corpo è in grado di eseguire per un certo esercizio, bisognerà cercare di eseguirne il 60-40%, facendone più serie con il minor tempo di ripresa possibile; in questo modo si otterrà la giusta intensità a livello di lavoro atletico. In molti casi i personal trainer a disposizione all'interno delle palestre aiutano coloro i quali si accingono ad eseguire gli esercizi consigliando personalmente, in particolar modo nel primo periodo, le serie da svolgere in relazione a ciascun esercizio stimolando il mantenimento di una buona dose d'intensità durante l'intero allenamento. Quest'ultima, oltre ad essere la chiave per lo sviluppo muscolare porta a ridurre il rischio di incorrere in patologie cardiovascolari. Recenti studi hanno dimostrato che chi si tiene in allenamento facendo attenzione al proprio ritmo di lavoro riscontra miglioramenti nelle funzionalità cardiache con una conseguente accresciuta percezione di benessere per l'intero organismo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In palestra seguire sempre i consigli del trainer sui carichi di lavoro
  • Non temporeggiare tra un esercizio ed un'altro
  • Massimo 30-60 secondi tra una serie e l'altra di uno stesso esercizio
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come allenare i muscoli della schiena

Il mantenimento della postura buona è assolutamente necessario ed anche fondamentale per restare atletici, evitando inutili e spiacevoli dolori articolari. Oltre alla loro funzione fisiologica, i muscoli dorsali sono anche esteticamente molto prestanti,...
Fitness

Come Eseguire L' Esercizio Croci Su Panca Piana

Questa guida è per tutti gli amanti del fitness, e vi spiegherà come eseguire le croci su panca piana. È un'esercizio monoarticolare, focalizzato sullo sviluppo dei muscoli gran pettorale, fascia anteriore del deltoide, coracobrachiale e bicipite brachiale....
Fitness

Come allenare i dorsali bassi

Ci sono muscoli che attirano l'attenzione dei più e muscoli che passano inosservati e che, di conseguenza, in allenamento vengono perlopiù trascurati. A quest'ultima categoria appartiene di diritto un distretto muscolare che in palestra spesso non viene...
Fitness

Come sviluppare i tricipiti

Allenare il proprio corpo e mantenersi in forma è fondamentale per avere una vita sana e attiva. Molte persone per fare ciò si iscrivono in palestra seguendo i corsi proposti oppure rivolgendosi a qualche personal trainer. Per ogni gruppo muscolare...
Fitness

Come eseguire correttamente le spinte su panca piana

I muscoli pettorali sono croce e delizia per tutti coloro che praticano il body building. Quelli che si avvicinano a questo sport tendono di solito a allenare sempre questo grande muscolo, magari trascurando i muscoli della parte inferiore del corpo,...
Fitness

Come fare gli addominali senza sforzare la schiena

Uno degli esercizi più comuni per tenersi in forma riguarda i muscoli addominali. Infatti gli addominali sono i muscoli più difficili da appiattire, dato che sono i primi ad essere influenzati dall'alimentazione. Ma la semplicità dell'esercizio, spinge...
Fitness

Come modellare la tua parte alta del corpo attraverso il Kranking

Il Kranking rappresenta una rivoluzione nel fitness. La disciplina nasce in California, con Jonathan Goldberg (in arte Johnny G.), l'inventore negli anni Novanta dello spinning. L'attività motoria è divertente ed intensa. Si concentra sulla parte alta...
Fitness

5 ragioni per affidarsi ad un personal trainer

Se si prende la decisione di voler rimodellare il proprio corpo e perdere quei chili di troppo che proprio non vogliono sapere di andarsene, allora l'ideale è iscriversi in una buona palestra e seguire con costanza gli allenamenti. Naturalmente anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.