Proprietà e benefici dell'erba benedetta

tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

L'erba benedetta costituisce una pianta erbacea abbastanza diffusa, che cresce spontanea nelle zone ombreggianti (marine e montane), lungo le strade, le muraglie, i fossati e i sottoboschi: essa appartiene alla famiglia delle Rosaceae e il proprio fusto potrebbe raggiungere un'altezza di "60 cm".
Le proprie foglie hanno alla base uno stelo cortissimo, mentre la parte superiore è composta da una o massimo tre foglie con tre lobi differenti: i fiori dell'erba benedetta possiedono cinque petali e sono gialli, mentre i frutti presentano una tinta rossa molto intensa.
La fioritura si verifica tra Maggio e Luglio: tale pianta erbacea è famosa con vari nomi (Cariofillata, Ambretta selvatica o Garofanaia), mentre il proprio nome scientifico è Geum Urbanum.
Leggendo abbastanza attentamente la seguente semplice e pratica guida che verrà esposta dettagliatamente nei passaggi successivi, potrete scoprire tutte le proprietà e tutti i benefici dell'erba benedetta: buona lettura.

212

Occorrente

  • Vino bianco secco
  • Radice d'erba benedetta
  • Foglie d'erba benedetta
  • Foglie di calendula
  • Lavanda
  • Fiori di reseda
312

Le radici e le foglie dell'erba benedetta sono piene di glucosidi, oli essenziali, vitamina C, principio amaro, tannini e resina: dunque, esse hanno delle proprietà digestive, emmenagoghe, astringenti, antinfiammatorie, cardiotoniche, febbrifughe e antiemorragiche.
Le radici e le foglie di questa pianta erbacea, quindi, potrebbero essere importanti per la risoluzione dei disturbi riguardanti il sistema gastrointestinali (come le difficoltà digestive, l'inappetenza, la diarrea cronica, le infiammazioni al tubo digerente e i catarri intestinali).
Esse rappresentano anche un perfetto rimedio per:
- la regolazione del flusso mestruale;
- la sconfitta delle nevralgie, dei dolori dentali e dell'alitosi;
- contenere la temperatura corporea.

412

Ricordatevi che l'erba benedetta viene impiegata non soltanto in fitoterapia, ma anche per scopo culinario: in cucina, potrete utilizzare le proprie foglie per mangiarle lessate (come gli spinaci) oppure imbandire delle gustose insalate, delle zuppe di verdura e dei primi piatti.
La sua radice, quando sarà essiccata, sarà possibile adoperarla dopo averla ridotta in polvere, per:
- insaporire le vostre pietanze sia di carne che di pesce, i vostri liquori oppure il vostro vino abituale;
- preparare dei decotti e delle tisane salutari.

Continua la lettura
512

Se avete dei problemi digestivi, vi consiglio di preparare un vino medicato e assumerne un bicchierino dopo il pranzo e la cena: qualora soffriate d'inappetenza, mi raccomando di deglutirlo sempre nella medesima dose e mezz'ora prima dei due pasti principali.
Per predisporre questa tintura vinosa, sarà sufficiente prendere un bottiglione di vetro scuro e versarci dentro "150 cl" di vino bianco secco di ottima qualità e "75 gr" di radice d'erba benedetta essiccata ritagliata a pezzettini.
Per i successivi sei giorni, dovrete fare macerare il seguente composto, in luogo asciutto e possibilmente buio, ricordandovi d'agitare il contenitore una volta al giorno: trascorso questo tempo, prima di filtrarlo, bisognerà lasciare riposare la tintura vinosa per almeno 10 ore.

612

Per rimediare ad una congiuntivite, vi consiglio una tisana per fare gli impacchi agli occhi infiammati e le operazioni che dovrete compiere sono le seguenti:
- portare ad ebollizione una tazza d'acqua e aggiungere "10 gr" di foglie d'erba benedetta, "10 gr" di calendula e "5 gr" di lavanda;
- far sobbollire per 2/3 minuti e poi spegnere la fiamma;
- ricoprire la pentola e lasciare raffreddare il liquido;
- filtrare e imbevere una o due compresse di cotone (secondo le vostre necessità) e tenerle sulla parte colpita dalla patologia, per almeno 10 minuti;
- ripetere diverse volte questa applicazione nell'arco della giornata.

712

Se avete delle infiammazioni nella bocca, vi consiglio di prepararvi un decotto compiendo le seguenti operazioni:
- cuocere a fiamma bassa "5 gr" di radice essiccata d'erba benedetta all'interno di "200 ml" di acqua, per circa 2/3 minuti;
- tenere il recipiente coperto, allo scopo di non perdere i principi attivi della pianta;
- filtrare e utilizzare il liquido freddo, per fare degli sciacqui alla bocca più volte al giorno.

812

Se il vostro problema è il mal di gola ricorrente oppure la voce rauca, vi consiglio di eseguire questo semplice procedimento:
- versare "30 gr" di radice d'erba benedetta all'interno di "100 cl" di acqua bollente;
- lasciare macerare, finché il liquido non sarà totalmente freddo;
- colare e sistemare la preparazione dentro una bottiglia di vetro scuro, conservandola in un posto fresco;
- impiegare il preparato per fare dei gargarismi e degli sciacqui, ricordandovi d'intiepidirlo a bagnomaria ogni volta che ne usufruite.

912

Se soffrite di crampi e dolori allo stomaco, vi sarà certamente di sollievo un infuso calmante preparato con una miscela composta da "5 gr" di fiori essiccati d'erba benedetta e "5 gr" di reseda, dove bisognerà versarci una tazza d'acqua bollita: dopo 10 minuti, dovrete filtrare l'infuso addolcendolo con una piccola quantità di miele e berlo quando diventerà tiepido, per ottenere immediatamente degli effetti benefici.

1012

L'erba benedetta non ha alcun effetto collaterale, ma deve essere utilizzata comunque con cautela, quando vengono assunti anche dei medicinali oppure si soffre di patologie rilevanti: pertanto, prima di adoperarla, vi consiglio vivamente di chiedere sempre il parere del vostro medico curante.
Ricordatevi anche che, utilizzare a dose elevate questa pianta erbacea. Potrebbe dare origine a dei dolori all'intestino e allo stomaco.

1112

Affinché possiate trovare facilmente nei campi l'erba benedetta, se non la riconoscete con estrema sicurezza, vi consiglio assolutamente di comprarla presso le farmacie, le parafarmacie oppure le erboristerie, allo scopo di evitare degli spiacevoli inconvenienti che potrebbero compromettere la vostra salute fisica.

1212

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Chiedete il parere del medico, prima di utilizzare questo rimedio naturale.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Erba sofia: utilizzi e proprietà curative

L’erba sofia (conosciuta scientificamente con il nome di Descurainia Sophia) è una pianta che fa parte della famiglia delle “Brassicaceae”. Essa è originaria e diffusa in particolar modo in Africa settentrionale e in Asia meridionale. Il primo...
Rimedi Naturali

Achillea: proprietà e benefici

L'Achillea millefolium cresce spontaneamente nei campi, nei boschi e sul ciglio delle strade di campagna, preferendo i terreni sabbiosi e leggeri: la propria fioritura, che avviene tra i mesi della stagione estiva e quelli autunnali, produce dei fiori...
Rimedi Naturali

Erba di San Pietro: Utilizzi e proprietà curative

L’erba di San Pietro (conosciuta scientificamente con il nome di Tanacetum Balsamita) è una pianta che appartiene alla famiglia delle “Composite”. Quest’arbusto è originario del Caucaso e dell’Asia Occidentale. In alcune zone dell’Italia...
Rimedi Naturali

Erba fragolina: usi e proprietà curative

L’erba fragolina (denominata scientificamente con la dicitura di Sanicula Europaea) è una piantagione appartenente alla categoria delle “Apiaceae”. Il famoso Linneo fu il primo a studiarla e attraverso i suoi numerosi studi la denominò “l’arbusto...
Rimedi Naturali

Erba vetriola: usi e proprietà curative

L' erba vetriola (conosciuta in gergo scientifico con il nome di Parietaria Officinalis) è un arbusto facente parte della categoria delle "Urticaceae". Il primo a studiarla e ad apprezzarla fu il famoso e noto Carl Von Linné. Questa guida vi elencherà....
Rimedi Naturali

Erba madre: proprietà e caratteristiche

Ognuno di noi vive la vita in modo diverso. Infatti gli stati d'animo che si verificano in diversi soggetti, sono differenti. Per esempio chi soffre di nervosismo, ansia da prestazione, ma anche da depressione prende la vita in modo diverso. Le donne...
Rimedi Naturali

Erba brusca: utilizzi e proprietà curative

L’acetosa è una pianta erbacea perenne che si trova in tutta Italia. La troviamo anche in Europa e dove il clima è prettamente freddo come in Asia e nell'America del Nord. Come la maggior parte dei vegetali il botanico svedese Carl Nilsson Linnaus...
Rimedi Naturali

Curcuma: benefici e proprietà

La curcuma si caratterizza per il suo colore giallo ambrato e per il sapore intenso e muschiato. Utilizzata per la preparazione del curry, impartisce alle pietanze un tocco speciale ed unico. La polvere di curcuma si ottiene dai rizomi di una pianta erbacea...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.