Proprietà delle bacche di salsapariglia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La Salsapariglia è un sempreverde dalle foglie coriacee e lucide, munito di spine uncinate. Appartiene alle piante spontanee. Etimologicamente, deriva dal greco 'smilé', ossia raschietto, per le sue foglie spinose e dal latino 'asper', cioè pungente, a causa delle sue molte spine. La troviamo in Messico, nelle Canarie, in Africa centrale, in India, nel Nepal e nelle regioni dell'area mediterranea. In Italia è piuttosto comune in Liguria, nelle isole (in Sardegna è nota come titione) e nel centro-sud, in particolare nel Salento. Si incontra prevalentemente nei boschi di elce, nella macchia, nelle siepi, in cespugli sui muri a secco. Colori intensi e vivaci, che non hanno mancato di colpire gli uomini fin dall'antichità, caratterizzano sia le foglie che i frutti. Le sue piccole bacche, rosse e sferiche, maturano in autunno. Si presentano riunite in grappoli; aprendole si rivelano piene di semini rotondi. Quali sono le proprietà riconosciute di queste bacche? Per che cosa le possiamo utilizzare se viviamo in un luogo dove se ne trovano in abbondanza?

26

Non sono commestibili

Per quanto costituiscano una fonte di nutrimento per gli uccelli, devo però informarvi che queste belle bacche per noi umani sono tossiche. Quindi in ambito terapeutico si utilizza principalmente la radice della pianta di salsapariglia, sotto forma di infusi e decotti, in modo da sfruttarne al meglio le proprietà sudoripare e depurative. Si riservano invece i germogli, dal gradevole sapore amarognolo, per gustose frittate (facendoli bollire proprio come se fossero degli asparagi selvatici). In Spagna si produce anche una bevanda analcolica a base di estratto di radice di salsapariglia, zucchero, miele e acqua. Si è scoperto inoltre che questa pianta arbustiva può contribuire alla salute del nostro pianeta, poiché aiuta rimuovere dai suoli contaminati i metalli pesanti. Per la sua tolleranza ai metalli, unita a un basso accumulo nelle foglie di piombo, bario, zinco e cadmio, è infatti senza alcun dubbio un buon fito-depurarore.

36

Curano le irritazioni cutanee e la scabbia

Va detto che in passato questi frutti venivano pressati e applicati sulla pelle per curare delle fastidiose irritazioni cutanee. Costituiva anche un rimedio secolare contro la scabbia. La "salsaparilla" era poi ritenuta un medicamento ottimale per la cura della sifilide e per depurare il sangue.

Continua la lettura
46

Sono un antidoto contro i veleni

Giorgio De Maria, in "Le nostre Erbe e Piante Medicinali", riporta inoltre che Mattioli, in merito alla Smilax aspera, indicava gli acini e le fronde come un antidoto contro i veleni. Egli sosteneva che, ridotte in polvere, vanno somministrate a scopo preventivo persino ai bambini. Ma non so quanta attendibilità ci possa essere in queste asserzioni bizzarre, scritte in un'italiano arcaico...

56

Sono un colorante naturale

Come già si può intuire dalla bellezza delle sue tinte cariche, il frutto della cosiddetta "stracciabraghe", come del resto le sue foglie, possono essere utilizzate in tintoria. Il risultato sarà quello di una colorazione intensa, brillante, lucida e soprattutto completamente naturale.

66

Decorazione

Il fascino che caratterizza la salsapariglia nel suo complesso fà si che trovi largo impiego a scopi ornamentali. Mi riferisco soprattutto alla Smilax ornata (o regelii), proveniente in origine dal sud America e importata in Europa dagli spagnoli nel sedicesimo secolo.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Bacche di Goji: proprietà e benefici

La pianta delle Bacche di Goji proviene dal Tibet, e più precisamente dalle valli dell'Himalaya, dalla Cina del nord e dalla Mongolia. Essa viene chiamata “frutto della longevità” dalle popolazioni locali, grazie al suo alto tasso di sostanze antiossidanti...
Rimedi Naturali

Bacche di eugenia: proprietà, benefici e dove trovarle

Siamo abituati a mangiare moltissime cose senza però conoscerne le proprietà, cosa importantissima per non incorrere in problemi digestivi. È importante quindi capire le proprietà di alcuni alimenti che potrebbero agevolare il nostro organismo e portarne...
Rimedi Naturali

Proprietà e benefici delle bacche di biancospino

Utilizzate per promuovere la salute del sistema circolatorio, trattare l'angina, l'ipertensione, l'insufficienza cardiaca congestizia e l'aritmia cardiaca, le bacche di biancospino sono considerate in Europa come un trattamento sicuro ed efficace per...
Rimedi Naturali

Bacche di lantana: proprietà, benefici e dove trovarle

Trovare il passatempo preferito è sicuramente molto importante. Che si tratti di sport, lettura, arte, cinema, musica, giardinaggio o nuove sperimentazioni alimentari, non importa. L'importante è che sia soddisfacente e appagante per tutti. Purtroppo,...
Rimedi Naturali

Bacche di Ginepro: proprietà e benefici

Le Bacche di Ginepro appartengono al Juniperus communis (pianta spontanea nell'area mediterranea). L'arbusto viene seminato a marzo, ma i frutti si raccolgono in autunno. Simili ad un pisello, vantano un colore blu, quasi nero. Il sapore acidulo conferisce...
Rimedi Naturali

Proprietà delle bacche di truscia

I rimedi naturali sono sicuramente ottimi per la cura di alcuni malesseri: di certo parliamo di malesseri blandi e per cui non c'è bisogno di medicine serie, dato che non tutto si cura con l'omeopatia. Per curarsi, o semplicemente per ritrovare del benessere...
Rimedi Naturali

Bacche di inca: proprietà, benefici e dove trovarle

Il risplendente territorio sud-americano, regala affascinanti e sorprendenti paesaggi. Scenari favolosi ed irripetibili, sprigionano da ogni loro suggestivo angolo la forza di un popolo generoso, accogliente e ricco di storia, dove le tradizioni millenarie...
Rimedi Naturali

Proprietà delle bacche di ginepro

In natura sono presenti migliaia di specie di piante che possono esserci utili nella cura di noi stessi. Le erbe medicinali sono un esempio di questa realtà. Il loro utilizzo risale alle epoche più antiche, poiché piante e bacche possiedono diverse...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.