Le proprietà benefiche dell'assenzio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'assenzio è un distillato che si ottiene da una pianta, l'Artemisia absinthium, un'erba antica conosciuta già dagli antichi Greci, da cui probabilmente prende il nome, rifacendosi alla dea Artemide, protettrice delle puerpere e delle erbe medicinali ad esse collegate. Molto spesso si utilizza il termine "assenzio" anche per indicare la pianta stessa, oltre che il famoso distillato alcolico, noto per il celebre quadro di Edgar Degar conservato attualmente nel Museo d'Orsay a Parigi. Sebbene il proprio nome significhi letteralmente "pianta senza diletto", data la sua amarezza, l'Artemisia è nota anche come "erba santa", per le sue svariate proprietà curative e medicamentose. Andiamo a vedere, allora, le principali proprietà benefiche dell'assenzio, tali da renderlo così famoso nella tradizione erboristica e fitoterapica.

26

Stimola l'appetito

Assunto sotto forma di decotto o infuso subito prima dei pasti principali, l'assenzio è un ottimo stimolante dell'appetito. Il suo utilizzo è consigliato soprattutto dopo lunghe convalescenze che abbiano determinato spossatezza e perdita del senso della fame. L'utilizzo, tuttavia, deve essere limitato a brevi periodi, non superando mai i 7 giorni consecutivi. Utilizzare 1 o 2 volte al giorno senza superare la dose di 1 grammo. Dosi eccessive o per periodi troppo prolungati possono risultare tossiche per l'organismo, provocando vomito, diarrea e persino convulsioni.

36

Aiuta la digestione

Oltre ad essere uno stimolante, l'assenzio è utile anche nel senso "opposto", ossia aiutando la digestione. Da assumere preferibilmente sotto forma di infuso o di tisana, diluendo in acqua il distillato liquido acquistabile in erboristeria, oppure utilizzando comode bustine di estratto secco o liofilizzato. L'infuso di assenzio così preparato va assunto subito dopo i pasti, per facilitarne la digestione, senza superare le dosi di 2-3 tazzine al giorno. Per un effetto migliore è preferibile non dolcificare la bevanda, sebbene si presenti con un gusto davvero molto amaro.

Continua la lettura
46

Combatte i parassiti

L'assenzio ha anche notevoli proprietà vermifughe ed antiparassitarie. Bevuto, infatti, aiuta ad eliminare i più comuni "vermi" intestinali, come gli Ascaridi, agendo anche come un potente antisettico. In ambito agricolo, invece, viene utilizzato come rimedio completamente biologico e naturale per combattere le infestazioni da parassiti delle piante, come gli acari e le lumache, e persino per tenere lontane le formiche.

56

Lenisce le mestruazioni

Abbiamo già detto che il termine Artemisia deriva probabilmente da Artemide, antica dea greca della caccia e delle iniziazioni femminili, tra le altre cose. Artemide, infatti, era strettamente collegata al ciclo lunare, stesso ritmo con cui le donne vanno incontro al proprio ciclo mestruale. Probabilmente tale associazione era dovuta proprio alle straordinarie proprietà dell'assezio di lenire i dolori mestruali, di favorire il sanguinamento in caso di cicli scarsi e di regolarizzare le anomalie ed i cicli irregolari. Per ottenere questi effetti, assumere un infuso a base di assenzio, lasciando in infusione per circa 5 minuti 5 grammi di infiorescenze di Artemisia per ogni litro di acqua bollente. Bisognerà bere tale infuso, senza superare le due tazze al giorno, durante la settimana precedente il ciclo mestruale.

66

Protegge il fegato

Secondo recenti studi, inoltre, l'assenzio sembrerebbe avere buone proprietà di protezione epatica, controbilanciando e curando danni epatici provocati, ad esempio, da dosi eccessive di paracetamolo o di tetracloruro di carbonio. Tali ricerche, tuttavia, sembrano essere state attualmente testate solo sui ratti, per cui si è ancora in attesa di riscontri oggettivi e scientificamente riconosciuti dalla comunità medica anche sull'organismo umano.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Le proprietà benefiche della liquirizia

Una giusta e varia alimentazione può influire, positivamente, sul benessere psicofisico dell'uomo. Alcune sostanze contengono principi attivi utili alla prevenzione e cura di alcune patologie. La liquirizia, nelle svariate forme, ha numerose proprietà...
Rimedi Naturali

Cajeput: proprieta benefiche

Il cajeput è un olio essenziale che viene estratto da un albero chiamato "Melaleuca cajuputi", appartenente alla famiglia delle Myrtaceae, conosciuto anche come legno bianco o albero del tè. L'albero di cajeput è originario della pianura costiera della...
Rimedi Naturali

Le proprietà benefiche del sommacco

Il sommacco di cui parleremo è una bacca prodotta da un arbusto originario del bacino mediterraneo e del Medio Oriente, usata in cucina come spezia acidificante già dall'antichità. Il suo utilizzo è diffuso in Libano, in Siria e in Turchia, mentre...
Rimedi Naturali

Le proprietà benefiche degli agrumi

Con il termine agrumi ci si riferisce agli alberi appartenenti alla famiglia delle Rutaceae, che comprendono molte specie del genere Citrus. L'arancio, il limone e il bergamotto sono fra gli esempi più diffusi di questo tipo di piante. Il frutto, in...
Rimedi Naturali

Le proprietà benefiche del tabasco

Alimentarsi in maniera sana ed equilibrata, è sicuramente un qualcosa di molto importante, al fine di mantenere il nostro organismo in un perfetto stato di salute. Tuttavia, ci sono alimenti che spesso vengono tenuti in scarsa considerazione, ma che...
Rimedi Naturali

Le proprietà benefiche della magnolia

L'albero di magnolia da origine a splendidi fiori che riempiono di colori e profumi le strade nei mesi primaverili. Le infiorescenze vanno dal bianco al color crema fino al rosa e vengono spesso usate in vari ambiti terapeutici: perdita di peso, infiammazione,...
Rimedi Naturali

Le proprietà benefiche della vaniglia

La vaniglia è una sostanza utilizzata molto in cucina, per la preparazione di numerosi piatti. Il suo forte aroma la contraddistingue, rendendo ogni piatto che accompagna dal sapore delicato e dal profumo deciso. È una pianta utilizzata anche in altri...
Rimedi Naturali

Olio di mandorle dolci: proprietà

L'olio di mandorle dolci è un prodotto che viene ottenuto dalle mandorle essiccate. Esso presenta un leggero odore di nocciola e un sapore delicato. Questa sostanza viene utilizzata per le importanti proprietà benefiche che possiede, in quanto funge...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.