Le proprietà dell'acerola

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

È pacifico a tutti che mangiare frutta è quasi fondamentale per il nostro benessere; essa è ricca di vitamine ed è importantissima per riuscire a garantire al nostro organismo uno stato di salute. Tuttavia se siete stufi di mangiare sempre le stesse pere o mele o arance o banane, i frutti tropicali possono essere la soluzione alla vostra noia. Oltre ai più conosciuti (mango, papaya, frutto della passione) possiamo decidere di ampliare la nostra scelta con la quasi sconosciuta, ma non per questo meno deliziosa,acerola. In Italia è possibile trovarla nei negozi di alimentari che si occupano di prodotti etnici. Di seguito verranno date tutte le informazioni sulle caratteristiche e sulle proprietà relative a questo frutto.

25

Origine dell'acerola

L'acerola, il cui nome scientifico è Malpighia emarginata, è un frutto che cresce naturalmente nelle zone dell'America centrale e meridionale. In particolar modo a Nordest del Brasile. Molto consumato in queste zone da moltissimi tempo, in Europa, al contrario, ha fatto la sua comparsa nei mercati solo recentemente. Per la sua forma sferica e per il suo colore rosso viene definita ciliegia delle Barbados. Al suo interno presenta spicchi simili a quelli di un'arancia. La polpa è di colore rosso, molto vivace, e presenta un gusto fresco e delicato dolce e acidulo al tempo stesso, dissimile da quello di una ciliegia ma immediatamente gradito ai consumatori. Nei paesi latini è consumato generalmente fresco, ma a volte viene mangiato dopo averlo caramellato con lo zucchero.

35

L'alto contenuto di Vitamina C

Il suo gusto è dovuto all'alto contenuto di vitamina C: 1700 mg di acido ascorbico per 100 g di frutto. Non per niente questo frutto risulta essere uno tra i frutti conosciuti con il più alto contenuto di vitamina C. Per questa sua caratteristica l'acerola è utile per prevenire e combattere l'influenza; essa, infatti, stimola il nostro sistema immunitario. Oltre alla vitamina C, la ciliegia delle Barbados contiene anche vitamine del gruppo B e provitamina A. Il suo potenziale antiossidante è ulteriormente rafforzato dalla presenza di polifenoli e carotenoidi, che conferiscono al frutto proprietà protettive e anti-degenerative della pelle. Inoltre, l'acerola è ricca anche di sali minerali tra cui il calcio, il magnesio, il potassio e il ferro che aiutano il regolare funzionamento del fegato..

Continua la lettura
45

Quando si deve consumare

Per i motivi elencati precedentemente è opportuno che tutti mangiano l'acerola; ma questo frutto è consigliato specialmente agli anziani, e alle donne in gravidanza. In questi casi il fabbisogno di vitamina C è maggiore e quindi l'acerola diviene un ottimo integratore naturale. Infine, sarebbe buona norma che fosse consumata regolarmente anche dai fumatori in quanto la nicotina inibisce i dosaggi di vitamina C nell'organismo per cui devono essere ristabiliti. L' acerola ha inoltre proprietà diuretiche e favorisce anche il benessere della pelle, contribuendo alla sintesi del collagene. Inoltre, questo frutto, può essere un utile alleato per rinforzare i capillari, specie per coloro che soffrono di fragilità capillare con formazione di ecchimosi. Per il suo alto contenuto di vitamina C, l'acerola è controindicata in tutti quei pazienti che soffrono di calcoli renali, in quanto elevate dosi di vitamina C favoriscono la formazione e la precipitazioni degli ossalati di calcio.

55

Come consumare l'acerola

Come precedentemente affermato, nei paesi di origine, questo frutto viene consumato fresco, così da assimilare al massimo tutte le sue proprietà. In Italia è possibile, per adesso, trovarlo sottoforma di compresse, tavolette masticabili, infusi per tisane e se siete abbastanza fortunati come succo in negozi specializzati o farmacia. Per quel che riguarda la sua coltivazione, l'acerola è una pianta piuttosto forte capace di svilupparsi e produrre frutti, non solo in tutte le zone che presentano un clima tropicale o sub-tropicale, ma anche a temperature che si avvicinano allo zero. La temperatura ottimale si aggira intorno ai ventisei gradi, inoltre la pianta non presenta nessuna predilezione per la tipologia di terreno su cui crescere a patto che esso sia sempre ben drenato. La mancanza d'acqua non comporta la morte della pianta, ma può incidere negativamente sui suoi frutti, che avranno dimensione più piccole, allo stesso tempo, un eccesso idrico può comportare una notevole diminuzione della vitamina C.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Proprietà terapeutiche del peperoncino rosso

Il peperoncino è una bacca aromatica ricavata da una pianta di cui nome scientifico "Capiticum frutescens". Dapprima i frutti sono verdi, mentre quando maturano diventano rossi. Il colore definisce anche la loro proprietà, infatti, il peperoncino è...
Rimedi Naturali

Olio di mandorle dolci: proprietà

L'olio di mandorle dolci è un prodotto che viene ottenuto dalle mandorle essiccate. Esso presenta un leggero odore di nocciola e un sapore delicato. Questa sostanza viene utilizzata per le importanti proprietà benefiche che possiede, in quanto funge...
Rimedi Naturali

Curcuma: benefici e proprietà

La curcuma si caratterizza per il suo colore giallo ambrato e per il sapore intenso e muschiato. Utilizzata per la preparazione del curry, impartisce alle pietanze un tocco speciale ed unico. La polvere di curcuma si ottiene dai rizomi di una pianta erbacea...
Rimedi Naturali

Proprietà benefiche della malva

La Malva è una pianta spontanea appartenente alla famiglia delle Malvacee. Conosciuta sin dai tempi dei greci per le sue particolarità benefiche. Di fatti, Ippocrate la raccomandava per le sue proprietà emollienti e lassative, certificate scientificamente...
Rimedi Naturali

Proprietà e benefici dell'olio di enotera

L'olio di enotera è un estratto di erbe utilizzato principalmente contro i disturbi della pelle come gli eczemi, la psoriasi e l'acne. È usato anche per l'artrite reumatoide, l'osteoporosi, la sclerosi multipla, il cancro, il colesterolo alto e le malattie...
Rimedi Naturali

Tarassaco: utilizzi e proprietà curative

L'utilizzo di sostanze prodotte in laboratorio può essere fastidioso per qualcuno che vuole essere curato usando sostanze naturali e non nocive per la salute, dato che può esserci l'inusuale pensiero che le sostanze "non naturali" siano nocive e causino...
Rimedi Naturali

Finocchio: proprietà e benefici

Nel bacino del Mediterraneo, e in Italia in particolare, quel particolare ortaggio chiamato finocchio esiste da sempre. Solo dal 1500 l’uomo ha iniziato a coltivarlo per il suo consumo. Si tratta di una pianta erbacea che può arrivare al metro di altezza,...
Rimedi Naturali

Le proprietà dell'ananas

Parliamo di ananas, un frutto esotico davvero delizioso che portiamo nelle nostre tavole soprattutto in estate, periodo ideale per consumare una buona quantità di questo frutto tropicale. Esso appartiene alla famiglia delle Bromeliacee, originario del...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.