Le cinque fasi del lutto

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Ci sono dei momenti che non si vorrebbero vivere mai come la perdita di una persona cara o di un conoscente a cui siamo molto legati. Quando si vive una situazione di questo tipo si prova un sentimento di intenso dolore che deriva dalla perdita subita. Vediamo insieme le cinque fasi del lutto e come affrontarle per poterle superare al meglio e in maniera veloce. Attraverso questa guida daremo alcuni pratici consigli su come fare.

25

Lo stato depressivo

Durante il lutto si rielaborano i momenti vissuti, le caratteristiche e i ricordi della persona che è venuta a mancare. Il tempo di elaborazione del lutto è totalmente soggettivo e può variare in base alla persona per quanto riguarda i suoi tempi e la sua intensità. Le manifestazioni che genera, sono simili a quelle generate da uno stato depressivo ma non bisogna confonderle con quest'ultimo che è considerato come una vera e propria malattia.

35

La negazione

Il dolore che deriva da un lutto ha generalmente cinque fasi. La prima è la fase della negazione o del rifiuto, essa consiste nel non accettare la realtà ritenendo che sia impossibile l'aver subito effettivamente questa perdita. Questa prima fase si può considerare come una risposta psicologica volta ad attenuare la fase iniziale del dolore, ad allontanare l'ansia di morte e a prendersi il tempo necessario per metabolizzare e riorganizzare il tutto.

Continua la lettura
45

Dalla rabbia alla depressione

La seconda fase è quella della rabbia, in questo momento spiccano le emozioni forti che portano le persone a chiudersi in sé stesse, avere sensi di colpa e orientare la propria rabbia verso il soggetto che ha provocato questo intenso sentimento di dolore. La terza fase consiste nella contrattazione o nel patteggiamento ed è qui che la persona comincia a riprendere il controllo delle proprie emozioni e della propria vita. Durante la quarta fase della depressione, la persona acquisisce la consapevolezza di quello che le è accaduto o che le sta per accadere, il livello di sofferenza aumenta sfociando in due tipi di depressione: una reattiva e una preparatoria. In questa fase si hanno sintomi di inappetenza, agitazione e scarsa concentrazione. Un pensiero comune in questa fase è che la persona defunta sia ancora presente.

55

Accettazione

L'ultima fase è quella dell'accettazione, è qui che cominciano a regredire i sintomi depressivi e la persona comincia a tornare alla normalità della sua routine quotidiana. Questa fase è il culmine dell'avvenuta elaborazione e metabolizzazione di quanto accaduto. Nonostante ci siano dei progressi sugli atteggiamenti e sugli stati d'animo, ciò non vuol dire che la fase del lutto sia totalmente superata poiché possono essere ancora presenti dei momenti di depressione e di rabbia.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

10 motivi per riprendersi dopo un lutto

Quando ci scontriamo con la morte di qualcuno a noi vicino ci sembra che una parte di noi sia andata via con quella persona. Nulla sarà mai più come prima. Una nuova consapevolezza del dolore inciderà sulla nostra vita. Tuttavia dobbiamo continuare...
Psicologia

Come affrontare la morte di un nonno

I nonni, in molti casi, sono figure fondamentali nella nostra vita fin dal primo giorno in cui siamo venuti al mondo, nel momento in cui un nonno/a viene a mancare, ci troviamo ad affrontare un lutto veramente grande e difficile da superare soprattutto...
Psicologia

Come affrontare la morte di un fratello

Come vedremo nel corso di questa guida, la scomparsa di una persona cara, di un genitore o di un fratello, è sempre un evento traumatico che richiede un lungo tempo di elaborazione del dolore. Tutti noi sappiamo come la malattia o in generale la morte...
Psicologia

Come rinascere dalla depressione

L'esperienza della depressione è un'esperienza, a mio avviso, universale: non esiste infatti essere umano che non attraversi, per cause fra loro ancora diversissime, crisi di malinconia, di tristezza, di depressione, appunto. Molte forme depressive insorgono...
Sessualità

10 motivi per cui il partner potrebbe perdere il desiderio

Sono tanti i motivi per i quali il partner potrebbe perdere il desiderio sessuale, alcuni molto comuni, altri strettamente individuali e spesso di difficile interpretazione. Le cause possono essere sia fisiche che psicologiche e si tratta di un problema...
Psicologia

Come migliorare l'umore

Ognuno di noi ha un umore e un carattere diverso dagli altri. È il motivo principale che ci rende capaci o meno all'adattamento. Non tutti siamo bravi ad affrontare le sorprese, soprattutto quando capita un lutto, la perdita della casa o un incidente...
Psicologia

Come superare una crisi esistenziale

Affrontare un periodo negativo, che ci spinge a porci delle domande sullo scopo della nostra vita; sul ruolo che adempiamo e soprattutto sul perché non riusciamo a capire che direzione sta prendendo la nostra vita. La nostra mente in quel caso, attraversa...
Psicologia

Come liberarsi da un pensiero ossessivo

Un pensiero ossessivo può tormentare giorno e notte, tanto da impedire il regolare svolgimento dei compiti oppure delle faccende quotidiane, facendole eseguire in maniera non adeguata. Può derivare da un ricordo di un torto subito, oppure da una brutta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.