Le caratteristiche del vero miele biologico

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Fin dall’antichitá il miele ed in generale tutti i prodotti delle api vengono impiegati non solo in quanto alimento, bensí anche come rimedio naturale. Il miele costituisce la prima sostanza dolce utilizzata dall’essere umano e quello puro contiene oltre 400 sostanze organiche fra cui vitamine, minerali ed enzimi. Riconoscere un vero miele organico, 100% biologico è un’operazione piuttosto difficile, soprattutto ad un semplice esame visivo. Per accertarsi della sua qualitá è fondamentale sapere dove acquistarlo e come identificarlo. Vediamone dunque le principali caratteristiche, per non lasciarci trarre in inganno.

26

Consistenza

Il miele naturale diventa cristallizzato o granulato (ovvero passa dallo stato liquido a quello solido) dopo un certo periodo di tempo, che puó variare da pochi giorni ad alcuni mesi, eccetto quello d’Acacia, che si cristallizza molto tardi o per nulla. Se il miele naturale si cristallizza, lo fa in cristalli finissimi, che si sciolgono velocemente in bocca, mentre il miele adulterato con zucchero ha una consistenza al palato simile a cristalli grezzi, che si dissolvono piú lentamente. Un buon metodo casalingo per verificarne la consistenza consiste nell'introdurre un cucchiaino nel barattolo e sollevarlo, lasciando scivolare il miele verso il basso. Se scorre ininterrottamente ed in maniera fluida si tratta di miele biologico non trattato, ma se scende a gocce è contraffatto.

36

Aspetto

Il miele naturale solitamente contiene solidi sospesi e materiale colloidale quindi, se riposto in un contenitore trasparente, appare lievemente torbido. Questo è un buon segno. Volete verificare se il vostro miele è puro e bio? Scaldate 2 cucchiai di miele in un recipiente di vetro, aggiungete 6 cucchiai di alcool, mescolando bene. Se sul fondo si deposita una sostanza biancastra, allora il miele è sicuramente alterato. Se invece il miele si scioglie completamente, senza lasciare alcun residuo opaco sul fondo, allora si tratta di miele puro.

Continua la lettura
46

Sapore

Il sapore del miele naturale varia a seconda della tipologia di pianta da cui deriva il nettare. Solitamente il miele viene classificato in miele floreale, nettare e polline e miele di melata, ottenuto da altre parti della pianta tranne i fiori. Indipendentemente dalla varietá potete identificare un miele adulterato con saccarina perché possiede un sapore dolce molto pronunciato. Se al palato vi sembra leggermente caramellato, allora probabilmente è stato riscaldato su fiamma (il miele riscaldato in maniera aggressiva aumenta la sua aciditá a causa della decomposizione dell’acido formico) o mescolato con caramello. Non si tratta dunque di miele puro. Il miele prodotto da api alimentate con zucchero o miele trattato con glucosio è meno dolce del miele bio e, nei casi in cui viene contraffatto con saccarina mischiata a glicerina, benché dolce, ha una reazione alcalina.

56

Infiammabilitá

Sapevate che il miele è infiammabile? Eccovi il test d’infiammabilitá per verificare la purezza del vostro miele organico. Prendete un fiammifero, immergetene la punta nel miele, sfregatelo sulla scatola dei fiammiferi come se voleste accenderlo. Se il miele è puro il fiammifero si accenderá molto facilmente; se non prende fuoco significa che contiene impuritá, fra cui umiditá, pertanto si tratta di un miele non puro.

66

Tracciabilitá

L’etichetta di un miele di qualitá deve riportare informazioni in merito all'apicoltore e menzionare eventuali additivi e sostanze aggiunte. Per ottenere un vero miele biologico, vergine e purissimo le api non debbono essere alimentate con zucchero o trattate con antibiotici. Inoltre non deve essere scaldato ad una temperatura superiore a 40°C, altrimenti perde le sue proprietá terapeutiche. Le regole comunitarie impongono agli apicoltori bio di non usare funghicidi, ormoni, antibiotici, prodotti chimici e contaminanti. L'etichetta di un miele biologico certificato deve anche riportare l'Operatore Controllato e l'Organismo di Controllo, dati che consentono al consumatore di tracciarne l'origine e verificarne, tramite codice a barre, la tracciabilitá degli apiari.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Miele di lavanda: caratteristiche e proprietà

Il miele, l'oro della natura, è un buonissimo dolcificante che puoi usare per addolcire le tue tisane preferite o da spalmare su una calda fetta di pane per merenda. Ma il miele non è solo questo. Infatti esistono tantissimi tipi di miele in commercio...
Alimentazione

Come riconoscere il farro biologico

In tempi come questi curare l'alimentazione è fondamentale per garantirsi uno stato di salute ottimale. Oltre alle scelte alimentari corrette è importante prestare attenzione alla qualità dei cibi che si portano in tavola. Proprio per questo molti...
Alimentazione

Vino dinamico e vino biologico: quale scegliere

Vino dinamico e vino biologico: quale scegliere? Sempre più spesso riguardo il vino si creano etichette e divisioni nuove che spesso confondono il consumatore. Una delle più recenti è la distinzione tra vino dinamico e vino biologico. Quest'ultimo...
Alimentazione

Come riconoscere un prodotto biologico

I prodotti biologici, che si identificano con la sigla "BIO", si ottengono da semine e raccolte in cui si esclude a priori l'impiego di sostanze chimiche di sintesi. Se ci nutriamo con degli alimenti biologici, abbiamo la certezza assoluta di non assumere...
Alimentazione

Miele di colza: proprietà e benefici

Il miele di colza si ricava dalla Brassica napus. La pianta erbacea è una conifera tipica della Cina, dell'India, del Canada e dell'Europa Centrale. In Italia si coltiva solo in alcune regioni del centro-nord. Il miele di colza riscontra un consumo elevato...
Alimentazione

Come risparmiare sull'acquisto di cibo biologico

Per mantenere sempre una perfetta forma fisica è fondamentale non solo effettuare costantemente attività fisica ma anche mangiare correttamente e soltanto cibi sani. I cibi biologici sono proprio quelli che fanno al caso nostro perché vengono coltivati...
Alimentazione

Proprietà e benefici del miele di manuka

Il miele di manuka proviene dalla Nuova Zelanda e dall'Australia ed è ricavato, per merito delle laboriosi api, dal polline dei fiori di manuka, un cespuglio conosciuto soprattutto con il nome di Tea Tree. La pianta di manuka, il cui nome scientifico...
Alimentazione

Come riconoscere il vero sale dell'Himalaya

Il sale dell' Himalaya possiede caratteristiche ben diverse dal normale sale marino non solo perché di colore rosa, ma anche perché ha un grado di purezza di gran lunga superiore dovuto al luogo dove viene estratto, la catena himalayana, formatasi 250...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.