La scala delle feci di Bristol

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

La scala delle feci di Bristol, anche detta in Inghilterra "Scala di Meyers", è un particolare risultato scientifico ottenuto nel 1997 all'università di Bristol, utile sotto un aspetto sia diagnostico che sperimentale per definire, attraverso sette categorie, le tipologie di feci umane, in modo da poter studiare attraverso campioni di popolazione, i disturbi di defecazione che colpiscono singoli individui nella stessa popolazione. In questa guida, come avrete sicuramente già capito dal titolo, vi spiegherò, passo dopo passo, come funziona la scala delle feci di Bristol. Tale studio si basa sulla forma e la consistenza delle feci, variabili in funzione del loro tempo di permanenza nel colon. Ora vi illustrerò la categorizzazione.

24

La prima è molto simile ad un "salame" e con crepe sulla superficie, mentre la quarta rappresenta la più comune "salsiccia", allungata e anch'essa con crepe sui bordi. Questi due tipologie, sono idealmente le migliori e, fortunatamente, le più comuni (sopratutto per gli uomini), poiché facili da defecare data la loro tenerezza.

34

Se iniziamo ad avere invece uno sterco molto morbido e quasi liquido, presentante una conformazione in pezzi separati e con bordi irregolari a mò di "ordi tagliuzzati". Altre due categorie riguardano invece escrementi quasi inconsistenti e a mala pena pastosi, quasi liquidi: la sesta è infatti costituita da pezzi flocculari e densi mentre la settima, frequente per l'80% dei casi in cui si presentano casi di tenesmo rettale (dolore da spasmo anale), è infatti acquoso e totalmente privo di parti solide. Le tipiche categorie che identificano la diarrea, il disturbo famoso per portare un elevato incremento di defecazione impalpabile, causato da vari agenti esterni come il batterio Stafilococco, l'Escherichia coli o altre problematiche che colpiscono l'intestino.

Continua la lettura
44

I tipi di feci hanno la gerarchia crescente per morbidezza e inconsistenza: la prima è quella più dura, formata da grumi molto simili agli escrementi di capre e pecore; la seconda ha la stessa consistenza ma presenta i grumi tutti uniti tra loro, a formare un grappolo. Con queste due classi, può essere diagnosticata la stipsi, ovvero la stitichezza, tipica dei soggetti con problemi intestinali o per coloro che non assumono abbastanza liquidi, o, ancora, per coloro che soffrono di disbiosi intestinale. Attraverso un frattile del 2%, si è stimato che si soffre di tale patologia se si hanno circa e non più di tre evaquazioni settimanali. Ora dovreste essere in grado di capire il funzionamento della scala delle feci di Bristol, autonomamente.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Salute

Cos'è il microbioma

Che cos'è il "microbioma"? La parola, di per sé, (da micro-) fa pensare a qualcosa di piccolo, ma non di unico. Infatti, il microbioma, rappresenta un insieme di cose. Nel dettaglio, rappresenta il patrimonio genetico e le relazioni ambientali dei microrganismi...
Salute

Come mantenere regolare il transito intestinale

Il nostro benessere e quello del nostro intestino sono strettamente legati. Nell'intestino avvengono gli ultimi processi della digestione. Infatti qua si verificano l'assorbimento delle sostanze nutritive e lo scarto delle tossine. Il benessere dell'intestino...
Salute

Sintomi delle piastrine basse

Un problema comune a tante persone è la piastrinopenia, che significa avere le piastrine basse. Tale problema non è sa sottovalutare. Le piastrine, sono delle cellule che favoriscono il procedimento della coagulazione del sangue. I valori che mostrano...
Salute

Come posizionare la padella all'assistito

Purtroppo a volte ci si può ritrovare in situazioni in cui non è possibile alzarsi dal letto, in quanto si è ricoverati in un un ospedale, in una clinica o si è immobilizzati a casa. Ciò che non consente al paziente di potersi alzare, potrebbe essere...
Salute

Come regolare il pH della pelle

In chimica, il pH (idrogeno potenziale) è definito come una scala di misurazione dell'acidità o della basicità di una soluzione. Il pH può andare da 0 (fortemente acido) a 14 (fortemente basico) con 7 come valore neutro. Il pH della pelle sana dovrebbe...
Salute

Mal di pancia: rimedi omeopatici

Il mal di pancia è un inconveniente capace di rovinare intere giornate, apportando alla vita familiare, amicale o lavorativa, un profondo disagio psicologico. La sua insorgenza limita infatti gli spostamenti, mette di cattivo umore e non predispone al...
Salute

5 consigli per prevenire i mali di stagione

Chiamarli mali di stagione è, almeno in parte, una scelta fuorviante, in quanto questi malanni non sono semplicemente legati ad una stagione ma piuttosto ad una condizione imperfetta del nostro sistema immunitario.Detto questo, tosse, raffreddore ed...
Salute

Equilibrio e postura: 5 semplici esercizi

Vi siete mai chiesti cos'è l'equilibrio? È una combinazione tra sensi e muscoli, una capacità che va sempre mantenuta in allenamento. In verità, l'equilibrio viene esercitato quotidianamente dal nostro corpo: dal camminare al salire le scale mettiamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.