Krav Maga: tecniche di autodifesa

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Sono diverse le motivazioni che possono portare ad avvicinarsi al mondo della autodifesa: la necessità di proteggersi da eventuali minacce esterne, la necessità di acquisire consapevolezza di sè e del proprio corpo, il capriccio di svagarsi o seguire una moda.
Negli ultimi anni, soprattutto tra le donne, le tecniche di autodifesa stanno registrando un notevole successo. Tra le discipline di autodifesa e combattimento, in questi ultimi anni il Krav Maga è quella che sta riscuotendo il maggior successo. In questa guida spiegheremo alcune tecniche derivate da questa disciplina, cercando di illustrarle nella maniera più chiara possibile.

25

Il krav maga è una tecnica di combattimento corpo a corpo impiegato per la prima volta dall'Esercito Israeliano nel 1948 che si fonda sull'esecuzione di movimenti reattivi spontanei ed intuitivi, che ben si adattano a situazioni di emergenza in cui è richiesta una reazione immediata, anche in situazioni di forte stress psicologico. La tecnica che viene oggi insegnata, è una versione soft di quella sviluppatasi in ambienti militari e oggi registra numerosi seguaci nelle palestre italiane.

35

Nella sua accezione basilare il krav maga si presenta come un'arte di pura autodifesa, che consente l'utilizzo di una seria di semplici mosse per evitare il pericolo, liberarsi e scappare. Alla base della disciplina ci sono alcune mosse che possono essere perfezionate solo con un allenamento che si focalizza su coordinazione, riflessi, rapidità di esecuzione. Le situazioni da pericolo vengono distinte in 3 differenti modi, a seconda della loro entità e del tempo a disposizione.

Continua la lettura
45

La prima situazione di pericolo è quella che può essere evitata semplicemente nell'evitare la zona o dal soggetto caratterizzato da pericolo; la seconda consiste dallo scappare prima che il pericolo diventi inevitabile; la terza, situazione in cui il pericolo è da affrontare, impone che lo stesso venga affrontato così da salvaguardare il proprio corpo, guscio della propria anima. Questa ultima situazione può essere distinta in 5 momenti principali: aggressione, percezione del rischio, decisione, passaggio al corpo della decisione, reazione. Per rendere fluido il passaggio da uno step all'altro è necessario lavorare morto non solo sul corpo ma anche sullo spirito dal momento che, come sempre, è dalla mente che il corpo trae prontezza e forza. Per tale ragione ogni reazione di krav maga prevede una sessione di allenamento spirituale e rilassamento.

55

Completato il percorso di autodifesa, il krav maga prevede sessioni di combattimento a corpo libero. I più esperti infatti si specializzeranno nella neutralizzazione dell'avversario, attraverso il perfezionamento delle mosse base, la combinazione delle stesse e la tendenza ad anticipare il nemico, così da reagire non solo liberandosi, ma neutralizzandolo.
Per imparare una disciplina marziale apprendere la singola tecnica non è sufficiente. C'è bisogno di molto allenamento e di molta pratica, oltre alla guida di un buon maestro che sappia condurre l'allievo verso un percorso di crescita graduale. Leggendo le istruzioni di questa guida potrete apprendere alcune tecniche che vi saranno utili, ma se vorrete eseguirle nella maniera più corretta possibile, sarà consigliato iscriversi in una palestra dove sarete seguiti, apprendendo molto più in fretta. Non mi resta che augurarvi buon lavoro.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Le principali tecniche del karate

Il Karate è un'arte marziale molto antica proveniente dal lontano Giappone. Il Karate nasce come tecnica di difesa personale eseguita a mani nude, ma con il passare degli anni questa arte marziale è andata incontro a numerosi cambiamenti. La disciplina...
Fitness

Come Praticare Tecniche Di Rilassamento Muscolare

Al di là della terapia farmacologica e della psicoterapia, la cui efficacia è stata dimostrata, esistono molti rimedi più semplici che chiunque può praticare a casa propria. Tra questi le tecniche di rilassamento, che richiedono uno sforzo limitato...
Fitness

Tegumi: tecniche di difesa personale

Il tegumi è una tecnica di lotta sorta ad Okinawa. La lotta era grezza basata su colpi violenti, strette e calci. Con il tempo fu perfezionata ed integrata come arte marziale. I kata che presenta non sono tantissimi ed oggi è insegnata come tecnica...
Fitness

Taido: tecniche di difesa personale

Taido è una delle tante arti marziali di origine giapponese. Il suo inventore fu i maestro di karate Sensei Shukumine, il quale dopo essere stato allievo ed amico di Sensei Akamine sviluppò questa e tante altre tecniche di difesa personale. Più precisamente...
Fitness

Jujutsu: tecniche di difesa personale

Il Ju-Jitsu (o Ju-Jutsu) nasce in Giappone, durante l'epoca Kamakura (1185-1333), quando i bushi (guerrieri) iniziarono lo studio di tecniche senza armi per neutralizzare il nemico. Il termine Jujutsu deriva da ju (flessibile o morbido) e jutsu (arte...
Fitness

Tai Chi: tecniche di rilassamento

Il Tai Chi Chuan, arte marziale cinese millenaria, affonda le sue origini nella filosofia taoista dello Ying e dello Yang. Anticamente, veniva praticato per la difesa personale e per l'addestramento dei giovani alla vita. Il termine significa letteralmente...
Fitness

HIIT: tecniche per rimettersi in forma

La primavera è il periodo ideale per rimettersi in forma. Pertanto, adottare sane abitudini alimentari, bere due litri di acqua al giorno e praticare regolarmente del movimento. Passeggiate all'aperto, corsa, allenamento aerobico ed anaerobico garantiscono...
Fitness

Scherma zulu: tecniche di difesa personale

La scherma Zulu, chiamata anche O impi zulù in Sudafrica, è un insieme di tecniche di difesa personale che, nel passato, veniva considerata gloriosa. Questo tipo di combattimento, eseguito con il bastone, veniva e viene ad oggi eseguito da pochi professionisti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.