Ipovitaminosi e ipervitaminosi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

L'ipovitaminosi, detta anche avitaminosi, è la mancanza di una o più vitamine nell'organismo. Essa può dare una minore resistenza alle infezioni, con comparsa di alcuni problemi. La ipervitaminosi è l'eccessiva somministrazione di vitamine a scopo terapeutico. Infatti è difficile l'introduzione eccessiva di vitamine per via alimentare. Le vitamine sono indispensabili per lo sviluppo psicofisico dell'uomo, al pari degli altri elementi costitutivi del corpo umano. Esse devono essere presenti, ma in quantità corrette. Questa guida vi spiegherà brevemente la ipovitaminosi e la ipervitaminosi.

25

Ipovitaminosi

Il nostro corpo ha bisogno di vitamine da distribuire durante tutti i pasti che vengono fatti nei vari momenti della giornata. Esistono vari tipi di vitamine: A, B1, B12, C, E, PP e K. La carenza di vitamine o ipovitaminosi, provoca malattie di una certa gravità, come lo scorbuto per carenza di vitamina C, oppure l'anemia per carenza di vitamina B12, la pellagra, il beri-beri, ecc. La corretta quantità di vitamine, per una buona crescita di un bambino, inizia già nel grembo materno. Nei paesi sottosviluppati, l'ipovitaminosi della mamma causa la nascita di creature più fragili, destinate a un destino infausto.

35

Ipervitaminosi

Generalmente un'eccessiva dose di vitamine, ipervitaminosi, si può eliminare con le urine. Però, non tutte le vitamine si eliminano così; alcune, difficili da smaltire, si accumulano nel fegato e causano un affaticamento dell'organo ed un accumulo di vitamine nei tessuti. Le vitamine che vengono definite "innocue", cioè che si espellono con le urine sono: E, B1, B2, B9, B7, B5. Quelle che affaticano il fegato e causano uno squilibrio al nostro corpo sono le vitamine A, C, B3, PP, B6 e B12. Oltre a questi problemi, un'eccessiva quantità di vitamine può causare danni al sistema nervoso e può dare sintomi quali: stanchezza, nausea, vomito ed irritabilità.

Continua la lettura
45

Fabbisogno giornaliero

Per non incorrere nell'ipovitaminosi o ipervitaminosi è necessaria un'assunzione consapevole della quantità di vitamine contenuta negli alimenti. Molti prodotti alimentari confezionati riportano sull' etichetta la quantità e la qualità di vitamine in essi contenuto. Distribuiamole nei vari pasti. Se abbiamo dei dubbi, evitiamo di utilizzare integratori senza il consiglio del proprio medico di fiducia. Allo stesso modo, se ci sono degli alimenti che per vari motivi non possiamo assumere, informiamo ci in quali altri alimenti sono contenuti. Un'alimentazione molto varia, ricca di frutta e verdura, garantisce un buon apporto di vitamine.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consigliarti con il medico, in caso di dubbi

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.