Il concetto di simbiosi in psicologia

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

Il concetto di simbiosi in psicologia è uno dei concetti più interessanti che riguardano l'uomo e il suo modo di diventare individuo autonomo. Come vedremo, infatti, la simbiosi altro non è che una sorta di comunione, un legame che unisce due individui (anche appartenenti a specie animali), e che permette loro di essere più forti e preparati al mondo esterno. Se, da un lato, la simbiosi è indispensabile nelle fasi iniziali della vita (basti pensare ai neonati che se non vivessero in simbiosi con la madre, correrebbero il grande rischio di non superare i primi mesi), dall'altro essa può diventare una patologia negativa: ciò accade quando, con il passare del tempo, la simbiosi anzichè diminuire diventa sempre più morbosa, creando in uno o più soggetti coinvolti difficoltà a relazionarsi e a formare la propria identità.

24

Primi studi sulla simbiosi

I primi studi sulla simbiosi furono condotti dalla ricercatrice Harlow, la quale si interessò degli stili di attaccamento negli scimpanzé. Ella scoprì che tanto più una scimmietta era attaccata alla madre tanto più resistente sarebbe stato il suo sistema immunitario nel corso degli anni. Grazie questi esperimenti la dottoressa Harlow capì che la simbiosi madre-figlio è necessaria non solo per permettere al piccolo di sopravvivere nelle fasi immediatamente successive alla nascita, ma che essa influisce enormemente anche sulla saluta futura dell'individuo.

34

La simbiosi nell'uomo

Trasportando le deduzioni assunte nel corso degli esperimenti con gli scimpanzè, ed effettuando dei cosiddetti studi descrittivi sui neonati, si è potuto comprendere che anche nei cuccioli di uomo la simbiosi con la madre è fondamentale per la sopravvivenza fisica del bambino. Inoltre, la simbiosi madre-figlio permette al piccolo di crescere serenamente, poiché gli dà la consapevolezza di essere parte di un sistema protettivo di cui è protagonista: egli cioè si sentirà, anche nella vita futura, sicuro di sé dalla propria mamma. È assolutamente normale che un bimbo non voglia mai staccarsi dalla mamma. Tra i due si crea un legame fisico, emotivo, psicologico e ormonale.

Continua la lettura
44

L'indebolimento della simbiosi ed il distacco

Man mano che passano gli anni il bambino deve necessariamente staccarsi dalla mamma. Questo è fondamentale perché egli acquisisca il concetto di sé autonomo. Non dipende più dalla mamma per i propri bisogni primari e non dovrebbe dipendere dalla mamma nemmeno più per la soddisfazione dei bisogni di tipo emotivo. Se man mano che passano gli anni il bambino continua a vivere in simbiosi con la madre evidentemente c'è un problema nel distacco. Il bambino non sarà capace di sentirsi un'entità integra ed autonoma senza la presenza della mamma. Questo stile di attaccamento patologico può essere trasferito all'interno di relazioni affettive; Iil discorso, naturalmente, vale anche per le bambine e poi per le donne.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sessualità

Come riaccendere il desiderio in un rapporto di coppia

In un rapporto di coppia, i vari impegni della vita quotidiana, uniti al lavoro e allo stress, possono comportare un calo del desiderio, e anche la vita sessuale può risentire di tutti questi problemi. Ulteriormente la monotonia e la mancanza di nuovi...
Psicologia

Zen: 10 consigli per vivere felici

Lo zen è una dottrina il cui messaggio ci riporta alla realtà e ci trasmette la verità al di fuori di ogni scrittura. L'oggetto esclusivo di ogni meditazione è l'anima con la quale l'uomo raggiunge il suo stato di illuminazione. Ciò è favorito soprattutto...
Salute

Proprietà e benefici dei semi di melone

Solitamente quando si acquista un melone nessuno pensa al fatto di utilizzare anche i semi, ma si limita a mangiarne la polpa. In questa lista metterò in evidenza alcuni aspetti dei semi di melone, primo fra tutti che sono commestibili e che hanno tante...
Psicologia

Psicologia: come rimuovere i ricordi

Ci sono momenti nella vita che sembrano molto difficili da superare. Anche se le ferite sono lontane mesi o anni, i ricordi ci tormentano e non di permettono di vivere un presente sereno e gioioso. I ricordi fanno parte della nostra persona, del nostro...
Psicologia

Psicologia: la classificazione delle emozioni

L'emozione è definita una reazione affettiva intensa, di breve durata e con insorgenza acuta, determinata da uno stimolo ambientale o interno, che può essere naturale o appresa. La comparsa di ogni emozione comporta modificazioni a livello fisiologico...
Psicologia

Come utilizzare la psicologia inversa

La mente umana è un vero e proprio pozzo infinito di risorse che possono o meno essere comprese. Gli psicologi che hanno provato a spiegarne al meglio i meccanismi sono stati, sono e saranno tantissimi, molti dei quali sono celebri e nel passato hanno...
Psicologia

Psicologia: l'area cognitiva

La psicologia, specialmente in quest'ultimo periodo, ha saputo attrarre le attenzioni di un pubblico sempre più vasto. Con il termine cognitiva ci si riferisce a quella parte del cervello che esplica un insieme di competenze e di abilità psicologiche...
Psicologia

Le tre domande che rappresentano le questioni di fondo della psicologia dello sviluppo

La psicologia dello sviluppo affronta e studia lo "sviluppo psicologico" ossia i cambiamenti che si verificano nel comportamento e nelle capacità dell'individuo man mano che cresce. È bene sottolineare che lo sviluppo riguarda l'intero ciclo di vita,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.