I principali alimenti diuretici

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Si definisce diuretico tutto ció che aiuta ad espellere dall'organismo i fluidi in eccesso e favorisce la formazione di urina nei reni. Gli agenti drenanti adempiono a questa funzione attraendo l'acqua dai tessuti e dalle cellule alla vescica e convogliando piú sodio nell'urina. In natura troviamo moltissimi alimenti in grado di contrastare la ritenzione idrica. Vediamo quali sono i principali, da impiegare in cucina, per fare infusi, tisane o salutari centrifugati.

26

Caffeina

Le bevande ed i prodotti contenenti caffeina quali té e caffé sono diuretici, in quanto la caffeina, oltre ad essere un energizzante, stimola il corpo ad urinare. Nella medicina tradizionale cinese il té viene impiegato sin dall'antichitá come stimolante e drenante: è infatti una pregevole sorgente di antiossidanti e, grazie ai polifenoli, attiva il metabolismo. Il té nero, verde, bianco ed oolong sono ricavati dalle foglie della stessa pianta, ma sottoposti a differenti processi di fermentazione. La caffeina si trova anche in alcuni tipi di frutta e semi, fra cui le noci di cola ed i semi di cacao e, se consumata con moderazione, non ha effetti collaterali.

36

Agrumi

Tutta la frutta ed i succhi di frutta in generale contengono elevate quantitá di elettroliti, in particolare minerali di potassio, pertanto sono un diuretico naturale. In particolare gli agrumi, dal limone al pompelmo, dal lime alle arance, oltre a fornire vitamine, minerali ed antiossidanti al nostro organismo, contengono pochi zuccheri ma elevate percentuali di acqua, fibre ed enzimi, che accelerano la digestione e favoriscono l'eliminazione dei liquidi in eccesso. Oltre ad essi, in cima alla classifica delle frutta avente effetti benefici nella diuresi, troviamo: anguria, ananas, mirtilli, pera, pesca, mela, melone, fragole e frutti di bosco in generale, ciliege, banana, papaya e kiwi.

Continua la lettura
46

Prezzemolo

Anche il variegato universo delle verdure include numerosi ottimi diuretici naturali. Fra essi soprattutto: vegetali a foglia verde (portentosi grazie al loro alto contenuto di acqua, fibre e minerali), carciofi (che stimolano la diuresi e sono ricchi di fitochimici e minerali), asparagi, bietole, alghe, zucca e fagiolini; ma in cima alla lista spicca il prezzemolo. Quest'ultimo in particolare, oltre ad aumentare la quantitá di urina che produce l'organismo, è ricchissimo di potassio, fattore che lo rende utile a prevenire il rischio di carenze di potassio, sovente connesso all'uso di diuretici.

56

Liliaceae

La famiglia delle cipolle include aglio, porro, scalogno e cipolla, tutti alimenti da introdurre nella dieta quotidiana per ridurre la ritenzione idrica; come integratori sotto forma di estratti, in capsule ma soprattutto e preferibilmente nelle pietanze da portare in tavola. Nobile fonte di fitochimici, che puliscono le arterie e di flavonoidi e quercetina, dall'azione antiossidante, tutte le Liliaceae sono un potente diuretico. Inoltre questi ingredienti offrono un vantaggio in piú: forniscono sapore ai cibi senza necessitare l'uso di sale, notoriamente nemico della diuresi.

66

Erbe e piante officinali

Alcune erbe possiedono proprietá terapeutiche anti-ritenzione: tarassaco o dente di leone (stimola l'attivitá dei reni, incrementando la frequenza di minzione), zenzero (drenante), pianta e bacche di biancospino (parente della famiglia delle rose), ginepro (impiegato come diuretico fin dal medioevo), equiseto (favorisce il buon funzionamento delle vie urinarie). Possono essere impiegate fresche, essiccate, sotto forma di infusi, estratti o essere presenti negli integratori.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

10 alimenti da non tenere in frigo

Il frigo, è un luogo in cui conservare alcune tipologie di alimenti, per mantenerli freschi, sani e intatti. Non tutti gli alimenti pero' necessitano di essere tenuti in frigo poiché potrebbero rovinarsi e perdere il loro intenso sapore diventando quasi...
Alimentazione

Alimenti per eliminare i liquidi

La ritenzione idrica ha molte possibili cause, ma probabilmente un consumo eccessivo di sodio rientra fra le principali ragioni. È fondamentale limitare la quantità di cibi salati al fine di ridurre la ritenzione idrica. Consumare cibi ricchi di potassio...
Alimentazione

Guida agli alimenti che contengono estradiolo

Con il termine "Estradiolo" si indica una categoria di estrogeni tipicamente femminili, responsabili dello sviluppo del seno e dell'allargamento del bacino. Essi vengono prodotti principalmente dalle ovaie (ma non solo) e una dieta sana e bilanciata permette...
Alimentazione

I migliori alimenti per drenare

Nemica di molte donne è la ritenzione idrica, cioè la tendenza dell'organismo a trattenere liquidi in eccesso. Si manifesta sotto forma di gonfiore che colpisce principalmente le zone del corpo già predisposte all'accumulo di grassi, quindi cosce e...
Alimentazione

5 alimenti per alzare la pressione

Parecchie persone soffrono di pressione bassa (ipotensione): un individuo può essere considerato ipoteso quando i valori della sua pressione arteriosa sono inferiori a 100 mm Hg per la massima e a 60 mm Hg per la minima. La pressione bassa può essere...
Alimentazione

La classificazione degli alimenti

Tutte le sostanze che sono capaci di fornire al corpo umano le energie necessarie alla sopravvivenza, vengono chiamate alimenti. Questi ultimi possono essere di derivazione vegetale, animale e minerale, ognuno con una proprietà specifica indispensabile...
Alimentazione

5 alimenti da evitare quando si ha la febbre

Quando si ha la febbre e il raffreddore, ci si sente fiacchi, deboli, appesantiti e non si ha molta voglia di mangiare. Non tutti i cibi infatti, sono adatti quando si è influenzati, ed è necessario evitare alcune tipologie di alimenti che possono far...
Alimentazione

Guida agli alimenti privi di nichel

Il dolore allo stomaco, il gonfiore e altri sintomi fastidiosi possono essere causati dalle allergie e dalle intolleranze alimentari. Spesso però non sono gli alimenti in sè a causare allergie ed intolleranze, ma bensì le sostanze in essi contenute....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.