I benefici dell'ippoterapia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'ippoterapia, conosciuta anche come attività equino-assistita, è definita come l'uso del movimento del cavallo come approccio all'indirizzo emotivo, psicologico e fisico per i pazienti che presentano limitazioni funzionali e disabilità. Le sedute di ippoterapia possono essere svolte sono in presenza di personale qualificato, come un fisioterapista, un terapista occupazionale o un logopedista che abbia praticato per almeno tre anni (o 6.000 ore) e abbia ricevuto almeno 100 ore di ippoterapia per un periodo di tre anni. Premesso questo, vediamo quali sono i benefici dell'ippoterapia.

26

Occorrente

  • Cavalli
  • medici
36

Paralisi cerebrali infantili, autismo e sindrome di Down

Tra le patologie curate con tale pratica abbiamo le paralisi cerebrali infantili, l'autismo, la sindrome di Down, nonché traumi conseguiti a causa di un infortunio o di incidenti. Per ottenere risultati positivi è necessario somministrare la cura senza dimenticare di rispettarne tutti gli aspetti: dalla selleria specifica alla scelta dell'animale idoneo, fino alla presenza (prima, durante e dopo la prescrizione) di una équipe preparata e competente.

46

Durata media

La durata media di una seduta varia tra i 30 e i 45 minuti, con cadenza di una volta a settimana. Solitamente, è compito del fisiatra o del neuropsicologo infantile quello di prescrivere il ciclo di ippoterapia. Oltre queste due figure, possono interessarsi a tale pratica anche fisioterapisti, psicologi, psicomotricisti, neuropsicomotricisti. Non esiste un vero e proprio protocollo standard da rispettare.

Continua la lettura
56

Scelta dei cavalli

I cavalli sono addestrati a non avere paura dei bambini, delle pedane e dei percorsi da eseguire. Sono scelti animali equilibrati, caratterizzati da doti di curiosità e privi di paura degli esseri umani. I migliori hanno schiene forti ma non eccessivamente larghe, si dimostrano pazienti al trotto, sicuri nei salti e abili a trasportare sulla groppa due persone contemporaneamente. Solitamente, ogni seduta richiede la presenza di quattro figure: colui che regge e guida il cavallo, detto artiere, il cavallo, il terapista e il paziente.

66

Il rapporto uomo-cavallo nell'ippoterapia

Il cavallo sta all'ippoterapia come il principio attivo sta al farmaco. Questo tipo di procedura ha dato, da subito, prova di effettiva validità, grazie al clima di fiducia che i bambini imparano a stabilire con il cavallo. I piccoli pazienti accusano di meno "lo stress da ospedale e farmaci" in quanto lo stare all'aria aperta e il programmare la cura un po' come fosse un gioco, li aiuta ad allentare i freni della paura che troppo spesso ostacolano il processo di guarigione, creando resistenze difficili da vincere con le pratiche ospedaliere convenzionali.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

I benefici della meditazione camminata

La meditazione camminata è un metodo alternativo per conoscere meglio se stessi. Si tratta di una disciplina che coinvolge insieme mente e corpo. L'ideatore, Thich Nhat Hanh, ne evidenzia gli aspetti positivi, tra cui la consapevolezza ed il miglioramento...
Psicologia

I benefici del dormire in coppia

Nella società moderna non risulta più un fatto così scandaloso che un uomo e una donna restino un'intera notte a dormire insieme, anzi, secondo alcune statistiche è addirittura una cosa da preferire perché permette di concedere ai due fortunati diversi...
Psicologia

5 benefici di dormire in coppia

Dormire col proprio partner dà sempre un senso di sollievo. Sentire il suo respiro, il profumo della sua pelle e percepire un senso di protezione, è una sensazione che non ha eguali. Inoltre ci si sente meno soli rispetto a quando si è costretti a...
Psicologia

5 benefici del pianto

Per pianto viene inteso comunemente quel processo di rilascio delle lacrime in risposta ad uno stimolo, cioè un'emozione. Quest'ultima può essere sia positiva, quindi di gioia, che negativa, quindi di dolore. Lacrime ed emozioni non sempre sono compresenti....
Psicologia

Errori da evitare durante una seduta di fisioterapia

A seguito di un incidente che ha messo a rischio la nostra incolumità fisica, o per fare fronte ad alcuni disturbi motori di varia natura, si intraprende un lungo cammino di fisioterapia, pronto a restituirci, seduta dopo seduta, il tanto desiderato...
Psicologia

Come rilassarsi con la musica

La vita frenetica di ogni giorno ci porta ad accumulare stress che influisce negativamente sia sulla nostra psiche sia sul nostro fisico; sarebbe consigliabile, anzi necessario, riuscire a trovare un po' di tempo da dedicare a noi stessi, per staccarci...
Psicologia

Come meditare con i Mudra

Gli esercizi di meditazione realizzati mediante il posizionamento delle dita sono utili e accessibili a tutti, poiché sono molto semplici da imparare. I benefici che possiamo trarre sono numerosi, sia per le gestione delle emozioni che per il rilassamento...
Psicologia

Tutto sul Reiki

Il Reiki ha antiche origini giapponesi. La tecnica di auto-guarigione venne ideata nei primi anni del Novecento dal maestro Mikao Usui. Disciplina semplicissima su tre livelli, è adatta anche ai bambini e non prevede controindicazioni. Attraverso l'imposizione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.