I 5 riti tibetani per il benessere

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tutti noi vorremmo vivere sempre giovani e sani, ma purtroppo si sa che con il passare degli anni gli acciacchi si fanno sentire, complice anche gli stress e i problemi della vita quotidiana che tutti noi ci troviamo ad affrontare. I maestri tibetani hanno messo a punto una serie di esercizi che aiutano l'organismo a rimanere giovane, sano e pieno di energie. Questi esercizi prendono spunto dallo yoga indiano classico e quello tibetano. Questi esercizi sono suddivisi in riti, esattamente sono 5 e ogni rito lavora su chakra diversi. I chakra non sono altro che i centri energetici corrispondenti ognuna delle sette importanti ghiandole endocrine nel nostro organismo. Quindi lavorando su chakra, quindi sulle ghiandole endocrine, questi riti aiutano il benessere di tutto il nostro corpo e rallentano il processo di invecchiamento.
Naturalmente come ogni cosa, questi riti funzionano solo se si praticano con costanza e dedizione. Vediamo insieme quali sono e come si fanno.

26

La ruota

La posizione iniziale dovrà essere in piedi con le gambe leggermente divaricate. I piedi dovranno essere paralleli tra di loro. Tenete le braccia lungo i fianchi. Quindi alzate le braccia portandole in linea con le spalle. I palmi delle mani dovranno essere rivolti verso il basso. Guardando dritto davanti a voi iniziate a ruotare il busto in senso orario. Mantenete i piedi assolutamente fermi, saldi a terra. Poiché questo movimento può provare sensazione di vertigini, decidete voi quante rotazioni eseguire. Sopratutto se siete all'inizio, non esagerate.
Quando avrete finito le ripetizioni, sdraiatevi a terra, in posizione supina e rilassatevi per qualche minuto. Respirate profondamente e posizionate le mani sull’ombelico.
Questo rito lavora su tutti i chakra.

36

L'angolo retto

Siete già in posizione supina dopo il primo rito. Quindi rimanete in questa posizione allungando collo e nuca. Posizionate la braccia lungo i fianchi e poggiate i palmi delle mani a terra.
I movimenti di questo rito sono strettamente legati alla respirazione. Quando espirate sollevate le gambe formando un angolo retto con il resto del corpo. Mentre eseguite questo movimento, tenendo i piedi a martello, dovrete portare in avanti la testa spingendo il mento verso il petto. Quando inspirate abbassate delicatamente le gambe e la testa. Distendete completamente le punte dei piedi.
Questo rito lavora su quattro chakra (1, 2, 3 e 5).

Continua la lettura
46

L'arco

Mettetevi in ginocchio, appoggiando per terra le dita dei piedi flesse. Poggiate le mani sui glutei, abbassate leggermente le spalle e posizionate i gomiti all'indietro. Quando espirate abbassate la testa in avanti. Quando inspirate portate la testa, le spalle e il collo indietro rispetto alla linea del bacino. Quando eseguite questi movimenti non dovrete mai spostare in avanti il bacino, dovrete inarcare solo la parte superiore del busto mantenendo fermo il resto del corpo. Quindi espirando riportata la testa in avanti.
Questo rito lavora su quattro chakra (3, 4, 5 e 6).

56

Il ponte

Mettetevi seduti con le gambe leggermente divaricate, distese in avanti e piedi a martello. Il busto eretto e le braccia lungo i fianchi con i palmi delle mani appoggiati a terra. Quando inspirate spingete verso il basso mani e talloni, quindi sollevate il bacino facendo perno sui punti di appoggio (mani e talloni) e fate un ponte. Le braccia dovranno essere distese e i glutei contratti, mani e piedi ben saldi per terra. Portate la testa leggermente indietro. Quando espirate tornate alla posizione da cui siete partiti.
Questo rito lavora su tre chakra (3,4 e 5).

66

La montagna

Mettetevi in posizione quadrupeda poggiando i palmi a terra leggermente più avanti rispetto alle spalle. Il busto dovrà essere perfettamente perpendicolare rispetto al pavimento.
Quando espirate sollevate il bacino verso l'alto. Il vostro corpo dovrà assumere una posizione simile ad una V capovolta. Quando inspirate abbassate nuovamente il bacino senza però toccare il pavimento. Contraete i glutei e rimanendo appoggiati su mani e piedi inarcate busto e testa verso dietro. Quando espirate nuovamente risollevate il bacino verso l'alto.
Questo rito attiva tutti i chakra.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Tecniche di respirazione: ritrovare il benessere con un respiro

A causa del ritmo frenetico delle nostre giornate, ci si accorge a volte di trattenere il respiro e di stare letteralmente "in apnea". A volte si usa l'espressione "mi manca il respiro". Se si va troppo di fretta oppure se si è ansiosi si rischia di...
Psicologia

Come interpretare l'accoppiamento in sogno

Il sonno si compone di cicli di circa 90 minuti, ciascuno dei quali comporta una fase di sonno lento e una di sonno paradossale (REM), dove compaiono i sogni. Sognare l'accoppiamento mostra che l’immaginazione è stimolata o che, come dice Freud, il...
Psicologia

I benefici del giardinaggio

Nei ritmi frenetici e spesso convulsi della vita cittadina spesso si perde la capacità di stare a contatto con la natura e il verde. Avere a disposizione anche solo un piccolo giardino, da curare e mantenere, può rappresentare una piccola oasi di relax...
Psicologia

Come rilassarsi con la musica

La vita frenetica di ogni giorno ci porta ad accumulare stress che influisce negativamente sia sulla nostra psiche sia sul nostro fisico; sarebbe consigliabile, anzi necessario, riuscire a trovare un po' di tempo da dedicare a noi stessi, per staccarci...
Psicologia

5 cose da fare appena svegli al mattino

Al mattino appena svegli, ci sono tantissime cose da fare e tutte importanti, sia per l'igiene personale che per la salute, ma anche per una questione puramente estetica. Nei passi successivi di questa guida, ci apprestiamo ad elencarne 5 che sicuramente...
Psicologia

Le 10 cose più stressanti durante le feste

Tanti mesi di lavoro e studio procurano a chiunque un' estrema stanchezza che, conseguenzialmente fornisce malesseri fisici e psichici che devono essere, assolutamente eliminati, anche tramite una semplice vacanza, per ricaricare la mente e il corpo e,...
Psicologia

5 motivi per esternare le proprie emozioni

Ogni essere umano prova delle emozioni che molto spesso sono difficili da esprimere. Le emozioni possono essere positive, negative e possono riguardare qualsiasi tipologia di situazione scatenando in ogni stato d'animo ansia, amore, benessere, odio e...
Psicologia

Come trovare la serenità

Come trovare la serenità è un argomento delicato e complesso, che tormenta migliaia di persone e pertanto, una problematica da non trascurare. Una cosa è certa: la serenità nasce all'interno di noi stessi e dipende esclusivamente da noi. Non ci sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.