Gelso: proprietà e utilizzo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il gelso (nome scientifico Morus L.) è un arbusto di medie dimensioni, appartenente alla famiglia delle Moracee ed originario dell’Asia, ma presente anche in America settentrionale ed Africa. Già diffuso ai tempi degli antichi Romani, che lo utilizzavano principalmente per la coltivazione del baco da seta, ha dei frutti dal sapore succoso, zuccherino e delicato, dal caratteristico colore nero violaceo o bianco. In questa guida, vi indicheremo le sue innumerevoli proprietà ed il tipo di utilizzo che ne potete fare: leggete attentamente i passi che seguono e prendete nota degli utili suggerimenti.

27

Occorrente

  • Liquore di gelso: 1 litro di alcool etilico, 500 g di gelsi, 250 g di zucchero semolato
  • Sciroppo di gelso: 500 g di gelsi, ½ litro di acqua (bollire per 30 minuti)
  • Infuso di gelso: 15 foglie di gelso, 1/2 litro di acqua
  • Decotto di gelso: 30 foglie di gelso (o 10 g di corteccia), ½ litro di acqua
37

Consumato al naturale, il frutto del gelso nero è particolarmente gustoso. Inoltre, dalla sua lavorazione, si possono ottenere delle squisite confetture, gelatine e sorbetti. Ottimo anche il liquore, che potete realizzare in casa, miscelando la polpa dei frutti ad alcool e zucchero, lasciando in posa per 40 giorni in un luogo buio ed asciutto ed agitando ogni tanto il contenitore. Lo sciroppo, poi, è ideale per lenire il mal di gola e combattere afte ed infezioni del cavo orale, oltre ad essere particolarmente dissetante. Se volete sfruttare le virtù antibiotiche e diuretiche della pianta, vi basterà immergere 15 foglie di gelso in ½ litro di acqua bollente per circa 20 minuti e berne tre tazze prima dei pasti principali. Il consumo è particolarmente indicato anche per chi soffre di bruciori di stomaco e dolori gastrointestinali. Per lenire la tosse, invece, potete ricorrere ad un decotto a base di 30 foglie di gelso o 10 gr di corteggia ½ litro di acqua, lasciando in infusione per almeno 25 minuti.

47

Continuiamo con il descrivere le caratteristiche del gelso bianco, che produce frutti dolci, ma con un retrogusto acidulo, non particolarmente gradito al palato. Proprio per questo, il suo uso in cucina è abbastanza limitato, pur vantando elevate virtù lassative e disintossicanti. Per le sue proprietà antibatteriche, è anche particolarmente indicato per combattere le infezioni del cavo orale e limitare la diffusione di carie e tartaro. La radice, invece, è un ottimo rimedio contro stati di asma e tosse. In passato, dall’essiccazione delle sue bacche, particolarmente ricche di zuccheri, veniva prodotta una gradevole polvere dolcificante, utilizzata per insaporire vari alimenti.

Continua la lettura
57

Il gelso nero, invece, presenta dei frutti più grandi e gustosi, con un buon sapore ed una consistenza succosa. Da questi, si può ricavare uno sciroppo che, oltre ad essere particolarmente dissetante, è ottimo anche per combattere infiammazioni delle gengive e della gola, e vanta elevate proprietà astringenti ed espettoranti. Per la presenza di antocianosidi, protegge il sistema vascolare ed equilibra la circolazione sanguigna. La sua radice è ricca di morusina, un flavonoide con potere calmante ed analgesico, in grado di lenire spasimi muscolari e indolenzimenti articolari, oltre a svolgere un’azione diuretica e disintossicante per tutto l’organismo. Le sue foglie, dalla forma ovale e dal margine seghettato, contengono numerosi sali minerali (tra cui, zinco e manganese), amminoacidi e acido folico, con elevate funzioni antibiotiche, diuretiche e riequilibranti del metabolismo cellulare. La presenza di tannino, sia nelle radici che nelle foglie, permette la realizzazione di infusi e decotti particolarmente indicati per chi soffre di ulcere e gastrite.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cogliete le bacche solo quando sono particolarmente succose e mature.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Olio essenziale di curcuma: proprietà e utilizzo

L’impiego delle piante come rimedi naturali per la cura delle malattie di svariata origine rappresentava la terapia maggiormente utilizzata.In quest'ultimi anni, si è avuto un crescente ritorno all'utilizzo delle specie vegetali come rimedio alternativo...
Rimedi Naturali

Cassia: proprietà e utilizzo

La guida che andremo a proporvi si occuperà di una pianta avente delle proprietà particolari: la Cassia. Per essere più precisi, come avrete già compreso con la veloce lettura del titolo che accompagna la guida, ora ci occuperemo di trattare le varie...
Rimedi Naturali

Olivo: proprietà e utilizzo

L'olivo è una pianta antichissima, tipica della macchia mediterranea. Longevo e robusto, viene coltivato nelle regioni del Centro e del Sud Italia per la produzione dei frutti. Da questi si estrae un olio di eccellente qualità, rinomato in tutto il...
Rimedi Naturali

Olio di rosa canina: proprietà e utilizzo

L'olio vegetale di rosa canina deriva dalle più comuni specie di rose. Ricco di vitamine (A, K, C), sostanze antiossidanti naturali, acidi grassi essenziali (oleico e linoleico), e carotenoidi, che ne migliorano le proprietà terapeutiche, è ampiamente...
Rimedi Naturali

Luppolo: proprietà e utilizzo

Il luppolo è una pianta perenne che fa parte della specie delle rampicanti. Essa nasce spontaneamente e si sviluppa nei luoghi in cui il clima è temperato. Il luppolo possiede tante proprietà benefiche ed il suo utilizzo viene adottato per la cura...
Rimedi Naturali

Proprietà e benefici della senape

L'utilizzo della senape, per le proprietà ed i benefici che presenta, risale all'antichità. Questa pianta spontanea, originaria dell'Asia, è stata apprezzata da vari popoli nel corso dei secoli. I Greci conoscevano le sue qualità, così come i Romani,...
Rimedi Naturali

Le proprietà dell'olio tea tree

L'olio tea tree si ricava dalle foglie dell'albero Maleleuca alternifoglia, comunemente conosciuto come l'albero del tè, che cresce in terra australiana. Le foglie vengono distillate attraverso vapore acqueo. Il nome "albero del tè", coniato dallo avventuriero...
Rimedi Naturali

Proprietà terapeutiche del peperoncino rosso

Il peperoncino è una bacca aromatica ricavata da una pianta di cui nome scientifico "Capiticum frutescens". Dapprima i frutti sono verdi, mentre quando maturano diventano rossi. Il colore definisce anche la loro proprietà, infatti, il peperoncino è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.