Finocchietto selvatico: caratteristiche e usi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il finocchietto selvatico è una pianta spontanea, il cui nome scientifico è Foeniculum vulgare, che appartiene alla famiglia delle Apiacee. I suoi frutti, (volgarmente conosciuti come semi) hanno una forma ovale e sono di colore grigio-verdognolo. Si sviluppa principalmente nelle zone costiere e submontane, caratterizzate da terreni aridi, ghiaiosi e soleggiati, che costituiscono l'habitat ideale per la sua crescita. In questa guida scopriremo le caratteristiche e gli usi (culinari e non) possibili di questa pianta.

26

Occorrente

  • Semi di finocchietto freschi ed essiccati
  • Sacchetto di canapa o juta
  • Tanta creatività e fantasia
36

Caratteristiche e proprietà benefiche

Il finocchietto selvatico possiede numerosissime proprietà benefiche, sfruttate dai nostri avi fin dall'antichità. È principalmente noto per le sue priorità digestive, rilassanti, e antispasmodiche. Per di più, presenta capacità disinfettanti e antinfiammatorie. Il suo deciso sapore balsamico ed aromatico ne fa un perfetto candidato per tisane, infusi e decotti, che rappresentano un vero toccasana contro malanni di stagione e spasmi muscolari.
Grazie alla sua proprietà antisettica, infine, è in grado di debellare i batteri del cavo orale responsabili dell'alito cattivo.

46

Usi culinari

In cucina, la parte più utilizzata del finocchietto selvatico sono i semi essiccati, che, grazie al loro sapore intenso, possono essere impiegati in svariate e gustosissime ricette.
Ad esempio, possono essere tritati ed usati per insaporire, insieme ad un filo d'olio, una fragrante focaccia fatta in casa appena sfornata. Ancora, possono conferire sapore ed un tocco di vivacità ad un'insalata verde o ad un'insalata greca. Tradizionalmente, i semi del finocchio selvatico vengono utilizzati per insaporire la carne o il pesce prima di cuocerli sulla brace. Infine, i semi essiccati fanno parte, insieme a sale e pepe, del preparato per condire la carne trita degli insaccati.

Continua la lettura
56

Usi non culinari

Come abbiamo già detto, il finocchietto selvatico possiede un odore intenso e deciso, quasi stordente, che tende a persistere per moltissimi giorni dalla raccolta. Questa sua caratteristica permette di utilizzarlo come profumazione naturale di armadi, scarpiere o cassettiere. È sufficiente procurarsi un sacchetto di canapa o juta, versarvi i semi di finocchietto lasciati precedentemente essiccare e posizionarlo nel vostro armadio. Potete, secondo il vostro gusto personale, aggiungere ai semi qualche fiore di lavanda. Ogni qualvolta aprirete il vostro armadio, scarpiera o cassettiera, sarete investiti da un'inebriante profumo di natura.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Si sconsiglia di abusare del finocchietto selvatico onde evitare spiacevoli effetti indesiderati.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Assenzio selvatico: usi e proprietà curative

L’Artemisia Vulgaris o assenzio selvatico appartiene alle Asteracee. La pianta erbacea infestante vegeta nei campi incolti, lungo i fiumi ed i torrenti. Dalle foglie pennatofide, il fusto legnoso e rossastro, possiede fiori giallognoli. La pianta si...
Rimedi Naturali

Olio di iperico: usi e caratteristiche

L'olio di iperico viene ricavato dall'erba di San Giovanni. Questa erba è chiamata proprio in questo modo perché fiorisce il giorno di San Giovanni, ossia il 24 giugno. L'erba di San Giovanni è originaria dell'Europa, ma si trova comunemente anche...
Rimedi Naturali

Cerfoglio selvatico: utilizzi e proprietà curative

Il cerfoglio selvatico (conosciuto scientificamente con il termine di Chaerophyllum Hirsutum) è una pianta appartenente alla categoria delle “Apiacee”, diffusa maggiormente in Europa e in alcune zone dell’Asia meridionale. E’ originaria della...
Rimedi Naturali

Lassana: usi e proprietà curative

La lassana (conosciuta scientificamente con il termine di Lapsana Communis) è una pianta erbacea spermatofita facente parte della famiglia delle “Asteraceae”. È conosciuta anche con la denominazione di “cavoletto selvatico”. Il suo nome deriva...
Rimedi Naturali

Crescione dei prati: usi e proprietà curative

Nella seguente guida andremo a parlare di proprietà curative e di usi delle piante. Nel caso specifico, andremo a dedicarci al cosiddetto crescione dei prati. Proveremo a conoscere gli usi che si fanno di questa pianta e le sue proprietà curative verificate....
Rimedi Naturali

Vilucchio comune: usi e proprietà curative

Convolvulus Arvensis è il nome scentifico della pianta che comunemente viene chiamata convolvolo oppure vilucchio comune. Le sue origini si trovano nel continente asiatico ed europeo, per cui in Italia è largamente diffuso. Essa è una pianta selvatica...
Rimedi Naturali

Stella di Betlemme: usi e proprietà curative

La Stella di Betlemme, che è conosciuta scientificamente con il termine di Ornithogalum Umbellatum, è un arbusto che fa parte della categoria delle Liliaceae. Il primo a classificarla e descriverla fu il noto esperto botanico Carl Von Linné. Nei passi...
Rimedi Naturali

Ortica bianca: usi e proprietà curative

L'ortica bianca, è un arbusto che fa parte della famiglia delle Lamiaceae. Scientificamente essa è conosciuta con il termine di Lamium Album. Inoltre, è considerata dagli esperti una pianta piccola perenne e specialmente erbacea. In questo articolo,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.