Fascite plantare: cos'è e come si cura

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Detto in termini semplici, la fascite plantare è un'infiammazione cronica o acuta che colpisce la pianta del piede. Qui si trova il legamento arcuato, ossia la fascia fibrosa che parte dal calcagno e arriva fino alle dita, e che è l'esatta sede della f. P. Il motivo del disturbo risiede nelle sollecitazioni locali eccessive e ripetute durante il movimento. In pratica, la fascite plantare esordisce quando alcune fibre del legamento arcuato si lesionano. Purtroppo, il danno iniziale di solito passa inosservato. Questo fa sì che si continui nelle proprie attività, provocando altri microtraumi alla zona. A tal punto l'infiammazione diventa più importante. Ma si può risolvere il disturbo? Di solito sì, con le cure opportune si guarisce completamente. L'importante è non trascurare il problema. Per saperne di più, ecco la guida sulla fascite plantare: cos'è e come si cura.

27

Le cause

Attività fisiche come la danza, la maratona, il calcio provocano spesso questo tipo di infiammazione. Altre cause possono essere i piedi piatti, l'utilizzo frequente di calzature sbagliate (troppo morbide o rigide, larghe o strette), la postura scorretta (derivata ad esempio da scoliosi non diagnosticata), l'obesità, oppure una particolare debolezza dei muscoli della gamba. Anche l'uso cronico di infiltrazioni di cortisone può farla insorgere.

37

I sintomi

Il sintomo principale della fascite plantare è il dolore. Tipicamente, questo si intensifica al risveglio, e più in generale alla ripresa dell'attività, anche sportiva, dopo il riposo. La ragione è che a letto e a riposo le fibre del legamento arcuato mantengono una posizione accorciata; alzandosi, invece, vanno incontro a un allungamento. L'infiammazione e la lesione però rendono difficoltoso e doloroso tale passaggio. Il sintomo non è sempre identico. A volte risulta poco percettibile, in altri casi provoca una forte sensazione di bruciore. Mai sottovalutarlo. Che sia tanto forte da impedire di camminare oppure no, è il segnale di un problema che va curato subito.

Continua la lettura
47

La prevenzione

Chi legge questa guida per scoprire tutto della fascite plantare, cos'è e come si cura, forse lo sa già: chi in passato ne ha sofferto è soggetto a ricadute. Per questi individui la prevenzione è fondamentale. La prima cosa è eliminare le cause scatenanti. Questo si traduce in calzature idonee, rientrare nel peso forma, adottare la postura giusta e fare sport nel modo corretto. Un altro accorgimento è l'utilizzo di solette o plantari appositi. Essi agiscono prevenendo i microtraumi locali, e sono ideali anche come terapia se il problema è già presente.

57

Le cure

Il primo rimedio per guarire dalla fascite plantare è il riposo. Bisogna evitare l'attività sportiva, il camminare a lungo e il portare pesi. Un tutore notturno si rivela un buon aiuto quando la fascite plantare è più grave. La sua azione è di ridurre il fisiologico accorciamento delle fibre del legamento arcuato che si verifica dormendo. La borsa del ghiaccio è un rimedio classico consigliato: riduce efficacemente la flogosi. Se non basta, il medico può valutare la somministrazione di antinfiammatori. Come già detto però probabilmente evitarà le infiltrazioni locali. La ragione è che talvolta possono rendere atrofico il cuscinetto adiposo locale. Il suo scopo è proprio ammortizzare gli urti, ed è importante. Una sua riduzione può comportare la ricomparsa futura della fascite plantare. Infine, alcuni esercizi di stretching accelerano la guarigione. Il recupero a volte richiede settimane e a volte mesi. Se dopo 10-12 mesi il problema persiste, forse si renderà necessario un intervento chirurgico.
Bene, la guida sulla fascite plantare, cos'è e come si cura termina qui. Buona guarigione!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non sottovalutare mai il problema, prima si cura e più è facile risolverlo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come fare l'automassaggio ai piedi

I nostri piedi sono la parte più ammirevole del nostro corpo: per tutta la vita, seppur costretti nelle scarpe, mantengono il nostro intero peso e ci consentono di eseguire ogni nostro movimento, sorreggendoci in maniera armoniosa. Il loro duro lavoro...
Fitness

Come massaggiare i piedi stanchi

I piedi sono abbastanza importanti per tutto corpo; infatti, su di essi grava tutto il peso sia se si cammina sia che si sta in piedi. Quando si comincia ad avere dolore ai piedi ci si rende conto del problema in quanto i sintomi si riflettono fino alle...
Fitness

Come rilassare gambe e piedi

La vita sedentaria, la mancanza di movimento, posture scorrette, sostare per lunghi tempi in piedi, magari sui tacchi alti, può provocare molto stress alle gambe e ai piedi che in questo modo perdono tono e forza. Rimanere seduto per lunghi periodi,...
Fitness

Come Scegliere Un Paio Di Scarpe Per Lo Studio Della Danza Hip Hop

Nella danza hip hop, comprese le altre discipline artistiche, scegliere le calzature adatte non è solo una questione di stile o di preferenza estetica, bensì di sicurezza per piedi, caviglie; e per evitare sicuramente stupidi infortuni. In questa guida,...
Rimedi Naturali

Come contrastare la sudorazione dei piedi

L’eccessiva sudorazione dei piedi o iperidrosi plantare interessa circa il 30% della popolazione italiana. Questo disturbo generalmente interessa più i maschi che le femmine e può verificarsi a causa di svariati motivi: dall’utilizzo di scarpe che...
Fitness

Come snellire le caviglie con ginnastica e stretching

Oggigiorno, tra sfilate di mode e copertine patinate, le caviglie sono sempre scoperte, proprio per dare maggiore fisicità al corpo. Ognuno di noi vede sempre qualche imperfezione sul proprio corpo. Anche con una corretta alimentazione, molte donne non...
Salute

Come liberarsi dei funghi ai piedi

Adorati piedi! Piccoli o grandi hanno la capacità di sorreggerci, di farci camminare, di saltellare è nostra premura tenerli sempre freschi e perché no coccolarli ogni sera, questo per tenerli sempre rigogliosi il mattino seguente. In questa piccola...
Fitness

5 esercizi per tonificare i polpacci

Il polpaccio è costituito da tre muscoli principali: i due gemelli (laterale e mediale, ovvero il gastrocnemio) e il soleo, il quale esce solo nella zona bassa della gamba; insieme i tre muscoli costituiscono il cosiddetto "tricipite surale" detto anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.