Esercizio: addominali a pendolo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Eseguire esercizi ginnici è sicuramente una buona abitudine che tutti dovremmo adottare. Praticare attività fisica regolarmente, infatti oltre a consentire di avere sempre un corpo sodo, snello e tonico, permette anche di migliorare l'umore scaricando lo stress. Chiaramente, ogni programma di allentamento, mira ad allenare determinate fasce muscolari. Al fine di migliorare l'aspetto del proprio ventre ed eliminare i chili di troppo con lo scopo di rassodare gli addominali, è possibile eseguire una serie di esercizi di facile esecuzione da effettuare comodamente in casa tra le mura domestiche. In questa guida sarà possibile prendere spunto su alcuni consigli per rassodare la zona degli addominali eseguendo l'esercizio del pendolo. Vediamo allora insieme come procedere!

27

Occorrente

  • tappetino morbido
37

Primo esercizio

Gli addominali a pendolo, presuppongono l'oscillazione delle gambe in posizione verticale rispetto al busto che deve invece mantenersi in una posizione orizzontale in modo tale che il corpo formi una L ideale. Pre procedere correttamente con il primo esercizio per gli addominali a pendolo, bisognerà sdraiarsi sulla schiena, le ginocchia piegate e i piedi ben ancorati al pavimento. Al fine di trarre il massimo risultato da tale esercizio, è di fondamentale importanza inspirare a fondo. Espirando portate le gambe flesse verso il capo, quindi spingere verso l'alto, cercando di sollevare i glutei dal pavimento. Inspirando nuovamente, tornate verso il pavimento e ripetere l'esercizio. A questo punto, al fine di sollecitare gli addominali laterali, è sufficiente oscillare le gambe una volta a destra ed un'altra a sinistra, molto lentamente con un movimento fluido e senza interruzione.

47

Secondo esercizio

Il secondo esercizio per addominali a pendolo proposto dalla guida, prevede la sua esecuzione sdraiati sul pavimento, con le gambe piegate e allargate quanto l'ampiezza del proprio bacino, i piedi saldi a terra. Inspirando, distendete le braccia sopra la testa e sollevate le gambe in modo da formare un angolo retto di 90° tra cosce e busto. Espirando e spingendo sugli addominali bassi, portate lentamente le ginocchia al petto e sollevate il bacino da terra, senza dondolare. Mantenete la posizione per qualche secondo. Ritornate nella posizione di partenza senza toccare terra con i piedi e ripetete l'esercizio per trenta ripetizioni. Il consiglio è quello di effettuare tre ripetizioni da dieci esecuzioni.

Continua la lettura
57

Terzo esercizio

Il terzo allenamento, prevede la posizione di seduta sul pavimento, in appoggio sugli avambracci. Le gambe devono essere flesse verso il torace e i piedi sollevati da terra. Il collo bisogna che rimanga molto rilassato e la testa in linea con la colonna vertebrale. Anche in questo esercizio, ispirazione riveste un ruolo molto importante. Quindi, espirando stendete le gambe in avanti verso l'altro, con i piedi a martello. Portate le gambe una volta a destra e un'altra a sinistra con movimento fluido, tornate poi nella posizione di partenza e ripetete per 20 volte. È importante impegnarsi a non abbassare eccessivamente le gambe, al fine di scongiurare un eccessivo inarcamento della zona lombare. Questi esercizi svolti in maniera continuativa e con attenzione riusciranno a rendere la zona addominale soda e muscolosa.

67

Come e quanti ripetizioni eseguire

Come tutti i programmi di allenamento, al fine di ottenere ottimi risultati in poco tempo, sarà necessario allenarsi almeno tre volte alla settimana in modo costante. I tre esercizi sopra citati devono essere eseguiti consecutivamente praticando tre ripetizioni per esercizio.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Eseguire gli esercizi con movimenti fluidi ed evitare di caricare troppo la zona lombare

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come fare gli addominali alla spalliera in palestra

Un attrezzo presente in tutte le palestre è la spalliera. Quest'ultima il cui nome completo è spalliera svedese oppure scala per ginnastica è formata da due sbarre verticali tenute insieme da nove pioli. È fatta in legno e presenta diversi formati...
Fitness

Come scolpire gli addominali con semplici esercizi

Gli addominali sono il punto focale di ogni tipo di sport. Un allenamento scorretto degli addominali, mirato alla massa ed ignorando gli altri muscoli di supporto, col tempo può portare ad un innaturale protendersi dell'addome. Dunque per evitare ciò...
Fitness

Come fare gli addominali senza sforzare la schiena

Uno degli esercizi più comuni per tenersi in forma riguarda i muscoli addominali. Infatti gli addominali sono i muscoli più difficili da appiattire, dato che sono i primi ad essere influenzati dall'alimentazione. Ma la semplicità dell'esercizio, spinge...
Fitness

Come fare la panca inclinata per addominali

La muscolatura dell’addome è costituita principalmente da due parti: la fascia centrale, che corrisponde al retto dell’addome, e le zone laterali, costituite da tre strati muscolari: obliquo interno, obliquo esterno e muscolo traverso. Tramite esercizi...
Fitness

Come tonificare gli addominali laterali

Non si può pretendere di avere una pancia piatta e soda trascurando gli addominali laterali, meglio conosciuti come obliqui. Sono muscoli molto importanti non solo per la bellezza estetica del fisico, ma anche per la salute della schiena. Partendo dalla...
Fitness

Esercizio: addominali con braccia tese e pallone da ginnastica

I muscoli addominali, alti bassi ed obliqui, contribuiscono alla statica del corpo. Per questo motivo, è indispensabile allenarli in modo appropriato! Con i giusti movimenti ed una corretta respirazione, si possono ottenere risultati davvero ottimali....
Fitness

Addominali: i migliori esercizi

Gli addominali sono gli unici esercizi al mondo che vi aiuteranno davvero a rimettervi in forma e avere una pancia piatta e snella. Avere addominali tonici e allenati offre vantaggi che vanno ben oltre la gratificazione estetica. L'allenamento corretto...
Fitness

Come definire gli addominali bassi

L'attività fisica, in palestra o a casa, è una vera fonte di giovinezza e benessere. Con costanza e buona volontà potrai ottenere un fisico da urlo, bruciando gli antiestetici rotolini di grasso sui punti critici. In particolare, per ottenere un ventre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.