Errori da evitare durante una seduta di fisioterapia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

A seguito di un incidente che ha messo a rischio la nostra incolumità fisica, o per fare fronte ad alcuni disturbi motori di varia natura, si intraprende un lungo cammino di fisioterapia, pronto a restituirci, seduta dopo seduta, il tanto desiderato benessere fisico. Tuttavia, per godere di tutti i benefici della terapia, è necessario evitare di commettere alcuni errori. Andiamo a vedere quali.

26

Tendere troppo i muscoli

L'idea che senza sofferenza non possa esserci un vero risultato è ancora frequente nella mente di molti pazienti, ma in realtà si tratta di un approccio che può condurre a diversi problemi. Il ragionamento è apparentemente logico: se si tendono i muscoli il più possibile durante una seduta di fisioterapia, si otterranno maggiori benefici. Tuttavia, questo non è assolutamente vero. Spingere se stessi e i propri muscoli oltre i limiti può portare a una lunga serie di problemi. Tra quelli più comuni c'è sicuramente la lesione ai tessuti, con un rischio generale di aggravare la condizione iniziale. Alcune sedute possono essere accompagnate o seguite da massaggi per allentare tendini e articolazioni. Quando ci si confronta con la terapia fisica, è preferibile eseguire gli esercizi in maniera tale che conducano appena alla soglia di disagio. Se state provando dolore, è perché siete arrivati al limite.

36

Non prestare attenzione alla tecnica

Un esercizio fatto in modo errato può essere doloroso e causare più male che bene, anche se praticato a un livello moderato di sforzo. Bisogna inoltre ricordarsi che ogni esercizio ha la sua propria tecnica e che sarà il fisioterapista a indicarla accuratamente. Ad esempio, durante gli esercizi che riguardano i bicipiti e includono l'utilizzo dei pesi, ci si dovrebbe concentrare sul portare il peso molto lentamente fino alla propria spalla, fino a quando lo si dovrà nuovamente abbassare con altrettanta lentezza per farlo giungere al punto di partenza. Ondeggiare il peso avanti e indietro, senza preoccuparsi della tecnica e dei tempi, danneggerà il muscolo. In definitiva, un movimento lento è particolarmente importante quando si eseguono gli esercizi con i pesi, ma ciò non è altrettanto vero per altre tipologie di esercizi. Prestate quindi particolare attenzione alle tecniche richieste.

Continua la lettura
46

Non lavorare abbastanza

Non impegnarsi abbastanza durante le sedute può mettere a rischio i propri obiettivi terapeutici. Molti pazienti non sono convinti che la terapia fisica migliorerà la loro condizione, e questo finisce per spingerli a praticare un impegno minimo. Di fronte a stretching, esercizi cardiovascolari o sollevamento pesi, alcuni pazienti decidono di adottare un comportamento disinteressato o lascivo. Questo approccio può causare danni per diversi motivi, sia perché la terapia fisica non sarà efficace se non si svolgono i trattamenti al massimo delle proprie capacità, sia perché probabilmente si finirà per ignorare la scaletta imposta dal fisioterapista.

56

Essere incostanti

La costanza è la tecnica migliore da adottare per permettere al trattamento fisioterapeutico di dare i suoi frutti. Se non si frequentano gli appuntamenti e non si svolgono gli esercizi con costanza, sarà impossibile vedere reali miglioramenti fisici. Idealmente, si dovrebbe frequentare la terapia fisica almeno una volta alla settimana, ma molti dei benefici fisici si vedranno soltanto praticando gli esercizi più di due volte a settimana. Se si è veramente interessati a migliorare la propria salute, è possibile eseguire gli esercizi a casa per rafforzare costanza e interesse nei confronti del programma di terapia fisica.

66

Trattenere il respiro durante lo sforzo

Sfortunatamente, quella di trattenere il respiro durante uno sforzo fisico è senza dubbio una delle pratiche più comuni. In particolare durante le tecniche di stretching indicate dal fisioterapista, trattenere il respiro significa ridurre la flessibilità dei muscoli, che invece di tirarsi e distendersi finiscono inesorabilmente per irrigidirsi, mettendo a repentaglio l'intera procedura. Durante la seduta di fisioterapia, dovete dunque concedere molta attenzione alla vostra respirazione.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

5 esercizi di ginnastica Mckenzie

Tra gli esercizi di ginnastica troviamo quelli con il metodo McKenzie che se eseguiti correttamente, servono ad eliminare il dolore che si irradia dalla schiena o dal collo ed arriva fino agli arti inferiori. Questa tecnica è molto utilizzata nella fisioterapia,...
Salute

Come scegliere il cuscino per la cervicale

Chi svolge un lavoro sedentario, con la testa sempre china al PC o chi assume posizioni scorrette, rischia fortemente di soffrire di dolori cervicali. Il che significa obbligare il tratto cervicale delle vertebre ad una compressione innaturale e di conseguenza...
Fitness

Come fare gli affondi in spiaggia

Quando entriamo nelle stagioni estive, non possiamo non fare riferimento a tutte quelle volte in cui avremmo voluto fare i famosissimi affondi in spiaggia ma in realtà non abbiamo avuto tempo o il coraggio di farli in pubblico. Quest'anno deve essere...
Fitness

Esercizio: addominali inversi in appoggio su fitball

La fitball è un attrezzo per allenarsi efficace ed allo stesso tempo molto semplice. Altro non è che una palla fabbricata in materiale plastico e riempita in genere con aria, che consente di allenarsi in un nuovo modo, semplice, intuitivo ma che può...
Psicologia

Ipnosi regressiva: come funziona

L'ipnosi regressiva è una terapia psicologica che viene condotta da persone esperte e qualificate. Il suo principale scopo è quello di risolvere dei problemi di cui il paziente soffre. Bisogna però chiarire bene cosa si intende per ipnosi regressiva...
Fitness

Benefici della ginnastica in acqua

Pensate da tempo di svolgere un'attività diversa oltre alle solite attività lavorative, scolastiche. Ebbene, potete iniziare a fare la ginnastica in acqua. La ginnastica in acqua fa bene sia per motivi ricreativi che per benefici alla salute. Fare della...
Fitness

I benefici dell'attività fisica sulla neve

Se ogni anno non vedete l'ora di partire per la vostra meritatissima settimana bianca, non possiamo che ammirarvi e pensarla esattamente come voi. I paesaggi di montagna, la neve, i rifugi dove degustare prelibatezze di ogni genere e le sciate con gli...
Salute

Consigli per rilassarsi prima di una seduta dal dentista

Andare dal dentista, per molte persone, è una vera e propria sofferenza sia fisica che mentale; si vengono a creare degli stati di ansia che rendono tutto un vero inferno, rimandando solo a quando è realmente necessario l'appuntamento dal dentista....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.