Errori da evitare durante un esercizio di burpees

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il burpees è uno dei tanti esercizi a corpo libero molto diffuso negli ultimi tempi forse perché facile da eseguire, economico ed ideale da praticare ovunque senza utilizzo di attrezzi. In realtà ha una storia molto antica alle spalle infatti esso venne inventato negli anni '30 dal fisiologo americano Royal H. Burpee, da cui il nome, per valutare in modo rapido l'agilità, la coordinazione e la potenza dei soldati. Vediamo insieme come eseguirlo ma soprattutto quali sono gli errori da evitare.

26

Come eseguire l'esercizio burpees

Il burpees è un esercizio completo che ci permette di allenare quasi tutti i muscoli del nostro corpo, sia degli arti superiore che inferiori, addominali e pettorali. Il movimento base si divide in 5 passaggi:
1) Partenza in posizione eretta
2) Posizione squat
3) Posizione plank
4) Posizione squat
5) Salto in alto
Sono dei movimenti molto semplici, tecnicamente parlando, ma dobbiamo stare comunque attenti a non commettere errori.

36

Errori durante la posizione di partenza

Iniziamo l'esercizio assumendo una posizione eretta, ma facciamo attenzione a come mettiamo le gambe, il primo errore che potremmo fare è quello di iniziare l'esercizio a gambe unite. Niente di più sbagliato le gambe vanno ben divaricate con i piedi posti all'incirca all'altezza delle spalle. Questo perché, se facessimo l'esercizio a gambe unite provocheremmo sulla colonna vertebrale una flessione troppo importante per rialzarci e rischieremmo di farci male.

Continua la lettura
46

Errori durante lo squat

Dalla posizione iniziale passiamo a quella di squat, in realtà è uno squat modificato perché prevede che l'atleta tocchi il suolo con le mani.
Quindi gambe divaricate, scendiamo dolcemente portando i glutei verso indietro cercando di mantenere la schiena dritta e tocchiamo il suolo con le mani.
In questa posizione potremmo commettere due errori: il primo è quello di rimanere in punta di piedi, errore imperdonabile in quanto tutto il nostro piede, specialmente i talloni devono toccare fermamente al suolo perché è proprio su di essi che andrà a scaricarsi il nostro peso. Il secondo errore riguarda la posizione delle mani, mai toccare il suolo solo con le dita ma tutta la mano, quindi anche il palmo, deve prenderne contatto.

56

Errori durante il plank

Dalla posizione di squat passiamo a quella di plak quindi con un balzo portiamo indietro le gambe distendendole mantenendo sempre le mani salde a terra, contraiamo bene i muscoli addominali e manteniamo la posizione per alcuni secondi.
In questa fase dell'esercizio potremmo incorrere in due gravi errori: dobbiamo sempre mantenere contratti i muscoli addominali e glutei in modo tale da evitare di inarcare troppo la schiena nella zona lombare e quindi farci del male. Inoltre le braccia devono rimanere tese per evitare che nel balzo all'indietro tocchiamo con il petto il suolo, le uniche parti a contatto con esso devono essere le punte dei piedi e il palmo delle mani.

66

Errori durante il salto in alto

Dalla posizione plank ritorniamo alla posizione squat descritta precedentemente e mantenendo la schiena dritta eseguiamo il balzo.
Attenzione in quest'ultima fase, se non siamo particolarmente allenati potremmo anche evitare di eseguirlo, esistono infatti delle varianti di burpees senza salto finale, meglio evitare il salto piuttosto che eseguirlo scorrettamente facendoci male. Anche durante il salto finale potremmo commettere degli errori: il primo è quello di eseguire il salto senza aiutarsi con le braccia che devono essere portate verso l'alto, questo permetterà di estendere tutto il corpo; il secondo è quello di tenere le gambe dritte durante la discesa, niente di più sbagliato, pieghiamo sempre le gambe durante la discesa in modo da ammortizzare l'urto ed evitare dolori alla schiena.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come eseguire il burpees

Chi ama mantenersi in forma e rallentare l'invecchiamento è bene pratichi del movimento, oltre ad una dieta sana. Tra i vari allenamenti, gli esercizi da eseguire, che mettono in movimento tutti i muscoli ed aiutano a bruciare grassi e quindi dimagrire...
Fitness

Burpees: esercizi per rafforzare i quadricipidi

I burpees sono una tipologia di esercizio a corpo libero che coinvolge contemporaneamente diversi gruppi muscolari. Si tratta di un allenamento faticoso e piuttosto duro anche per le persone più preparate. Esso, infatti, è una combinazione di tre esercizi:...
Fitness

Burpees: esercizi per rafforzare i polpacci

I muscoli allenati sono un vero e proprio biglietto da visita per tutti coloro che tengono maggiormente ad un corpo perfetto e forte, soprattutto se vengono chiamati in causa i polpacci. Tuttavia, ci sarà molto utile analizzare e scoprire le varie forme...
Fitness

I principali errori da evitare durante l'allenamento

Serate in palestra dopo il lavoro, giornate a ritagliarsi la canonica ora di corsa al parco in centro, corsi su corsi di pilates, zumba, power tone up. Eppure, i risultati faticano ad arrivare: come fare a capire cosa stiamo sbagliando durante la sessione...
Fitness

Esercizio: addominali con gambe tese

Quando i muscoli addominali non si sottopongono ad un adeguato esercizio fisico, tendono a rilassarsi, provocando antiestetici cuscinetti adiposi. Se mantenete la fascia degli addominali regolarmente in esercizio, otterrete un girovita più snello ed...
Fitness

Esercizio: curl con manubri

Il curl con manubri è un esercizio che arriva dal body building ed è indispensabile per sviluppare i muscoli delle braccia. Con costanza e aumentando man mano i pesi avrete bicipiti e in generale braccia poderose e massicce. Ancora più efficace sarà...
Fitness

Esercizio: Crunch Della Bicicletta

Oggi parliamo di: Esercizio: crunch della bicicletta, si tratta di un'esercizio molto utile e valido per chi desidera gli addominali scolpiti o anche solo dimagrire qualche chilo in eccesso. Questo tipo di sport è un'alternativa per chi non ha tempo...
Fitness

Esercizio: stacco alla rumena con bilanciere

Lo stacco alla rumena è un esercizio di massima efficacia per il potenziamento dei glutei, pur essendo numerosi i muscoli coinvolti (gambe, dorso, braccia).Eseguito con bilanciere permette di avere il top del potenziamento.L'esercizio va eseguito correttamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.