Erba vetriola: usi e proprietà curative

Tramite: O2O 30/04/2016
Difficoltà: media
15
Introduzione

L' erba vetriola (conosciuta in gergo scientifico con il nome di Parietaria Officinalis) è un arbusto facente parte della categoria delle "Urticaceae". Il primo a studiarla e ad apprezzarla fu il famoso e noto Carl Von Linné. Questa guida vi elencherà. Attraverso i passi seguenti, quali sono gli usi e le proprietà curative di questa importante pianta.

25

Vediamo le sue caratteristiche... L'erba vetriola viene denominata anche con altri termini quali: "vetriola comune", "muraiola". "spaccapietre". Essa è una pianta è una pianta prettamente perenne ed erbacea che può raggiungere un'altezza massima di centoventi centimetri. I suoi fusti sono alquanto cilindrici ed eretti. Le foglie hanno una forma a spirale e sono alterne e lanceolate. Per quanto riguarda i fiori, hanno una forma ovale, sono raggruppati all'ascella e sono di colore verdastro. I frutti invece, nascono sotto forma di acheni ovali di colore nero. È originaria e diffusa in Asia Occidentale e in Europa Meridionale; fiorisce dal mese di aprile al mese di novembre. Inoltre vegeta e predilige nelle seguenti zone: boschi, muri, ruderi, macerie, terreni non coltivati, prati umidi.

35

Vediamo i suoi utilizzi... La vetriola comune è molto apprezzata poiché è parecchio "duttile", ovvero può essere utile in diversi settori. Nel campo della ristorazione, si può utilizzare (prima della fioritura) tutta la pianta per condire varie insalate e/o minestroni. Si possono preparare succhi, decotti, infusi per curare anche irritazioni alle vie urinarie. Per fare ciò occorrono circa venti grammi di parti di pianta (frutti, fiori, foglie, fusto). Una volta che il tutto sia stato lavato e tagliato a pezzi, farlo bollire in circa due litri di acqua. Dopodiché, quando il tutto sia arrivato alla bollitura, lasciar riposare per dieci minuti, filtrarlo e berne massimo due tazze al giorno. È sempre consigliabile non eccedere con i dosaggi per evitare di incorrere in effetti poco desiderati (vomito, diarrea ecc...).

Continua la lettura
45

Vediamo le sue proprietà benefiche... L'erba vetriola è composta maggiormente dai seguenti costituenti: tannini, flavonoidi, nitrato di potassio, calcio, mucillagini, elementi solforati, sali di potassio, acido glicolico, acido glicerico. Grazie a questi elementi, l'erba vetriola ha funzioni depurative, diuretiche, emollienti, sudorifere, espettoranti, antinfiammatorie. Tali peculiarità fanno sì che l'arbusto sia impiegato per trattare cistiti, nefriti, insufficienze cardiache, calcoli renali, calcoli vescicali, lievi scottature, dermatiti, ragadi, foruncoli, anemia, emorroidi.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Vilucchio comune: usi e proprietà curative

Convolvulus Arvensis è il nome scentifico della pianta che comunemente viene chiamata convolvolo oppure vilucchio comune. Le sue origini si trovano nel continente asiatico ed europeo, per cui in Italia è largamente diffuso. Essa è una pianta selvatica...
Rimedi Naturali

Erba di San Pietro: Utilizzi e proprietà curative

L’erba di San Pietro (conosciuta scientificamente con il nome di Tanacetum Balsamita) è una pianta che appartiene alla famiglia delle “Composite”. Quest’arbusto è originario del Caucaso e dell’Asia Occidentale. In alcune zone dell’Italia...
Rimedi Naturali

Ortica bianca: usi e proprietà curative

L'ortica bianca, è un arbusto che fa parte della famiglia delle Lamiaceae. Scientificamente essa è conosciuta con il termine di Lamium Album. Inoltre, è considerata dagli esperti una pianta piccola perenne e specialmente erbacea. In questo articolo,...
Rimedi Naturali

Erba brusca: utilizzi e proprietà curative

L’acetosa è una pianta erbacea perenne che si trova in tutta Italia. La troviamo anche in Europa e dove il clima è prettamente freddo come in Asia e nell'America del Nord. Come la maggior parte dei vegetali il botanico svedese Carl Nilsson Linnaus...
Rimedi Naturali

Caprifoglio giapponese: usi e proprietà curative

Il caprifoglio giapponese o Lonicera Japonica è un arbusto rampicante. Appartiene alle Caprifoliaceae. Il naturalista e botanico svedese Carl Peter Thunberg ne classificò per primo la specie. La pianta vanta numerose proprietà curative. In fitoterapia,...
Rimedi Naturali

Farinaccio: usi e proprietà curative

Il farinaccio (conosciuto in ambito scientifico con il termine di Chenopodium Album, ma ordinariamente denominato "farinello comune") è una pianta erbacea di facile reperibilità, che fa parte della categoria delle "Amaranthaceae". Trovare questo vegetale...
Rimedi Naturali

Uva turca: usi e proprietà curative

L’ uva turca (conosciuto scientificamente con il termine di Phytolacca decandra) è un arbusto che fa parte della specie delle “Phytolaccaceae. Il famoso Carl Von Linné fu il primo esperto botanico a scoprire tale pianta, reputandola “ricca di...
Rimedi Naturali

Peonia selvatica: usi e proprietà curative

La peonia selvatica (famosa scientificamente con la denominazione di Paeonia Officinalis) rappresenta un arbusto che appartiene alla specie delle "Paeoniaceae": il primo studioso esperto a definirla in questo modo fu il conosciuto botanico svedese Carl...