Erba di San Pietro: Utilizzi e proprietà curative

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L’erba di San Pietro (conosciuta scientificamente con il nome di Tanacetum Balsamita) è una pianta che appartiene alla famiglia delle “Composite”. Quest’arbusto è originario del Caucaso e dell’Asia Occidentale. In alcune zone dell’Italia viene chiamata anche: erba amara, menta, greca, erba della madonna, menta romana. Questa guida vi spiegherà, attraverso i passi successivi, quali sono gli utilizzi e le proprietà curative di questa pianta.

25

Vediamo le sue caratteristiche… L’erba di San Pietro può raggiungere un ’altezza massimo di 120 centimetri. Le foglie sono molto semplici, di colore verde ed hanno un profumo che somiglia molto alla menta. I fiori sono ammassati in minuscoli capolini. Cresce soprattutto in terreni umidi, freschi e tra le boscaglie. La fioritura solitamente avviene nella stagione estiva (tra luglio e agosto).

35

Vediamo le sue proprietà… Già nel Medioevo l'erba di San Pietro era usata per curare alcune patologie quali: bronchiti, coliche, disturbi gastrointestinali. Questa pianta ha molteplici peculiarità terapeutiche: è un buonissimo digestivo, può contrastare sintomi di aerofagia e meteorismo, vomito, dolori all’intestino, bronchiti, raffreddori. Qualora ci si accorga della poca secrezione della bile, l’erba di San Pietro riesce a riattivare le funzioni normali del fegato e della cistifellea. Ha la capacità di medicare e disinfettare piccole ustioni, scottature, ferite, sfregature, punture di insetti. Essa funge anche da cicatrizzante naturale contro ulcere, giradito, ascessi dentali, dermatiti. Inoltre contribuisce alla fuoriuscita dalla cute di corpi estranei (schegge, filamenti, ecc..) grazie alla presenza di molti oli essenziali.

Continua la lettura
45

Vediamo gli utilizzi... Le foglie generalmente vengono raccolte prima della fioritura. Si possono adoperare sia appena colte che congelate/surgelate in un momento precedente. Nella ristorazione le foglie di questo arbusto vengono utilizzate per insaporire piatti a base di carne e verdura e per aromatizzare la birra e diverse tipologie di frittate. È perfetta per vini aromatici, per liquori, per torte e per il tè. Inoltre si possono preparare vari infusi, vini medicinali, polveri ed infusi. In casa si può usare per profumare la biancheria e allontanarla da insetti. In erboristeria viene venduta anche come antispasmodico, diuretico, carminativo.
Ovviamente mai abusare ed eccedere con le dosi, in quanto si può avere l'effetto contrario e peggiorare lo stato di disturbo. In alcuni casi è meglio consultare il proprio medico generico.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Lunaria annua: utilizzi e proprietà curative

La lunaria annua (conosciuta popolarmente con il termine di “Moneta del Papa”) è una pianta facente parte della famiglia delle “Brassicaceae”. Fu classificata per la prima volta dal famoso biologo Carl Von Linné ed è conosciuta anche con la...
Rimedi Naturali

Erba vetriola: usi e proprietà curative

L' erba vetriola (conosciuta in gergo scientifico con il nome di Parietaria Officinalis) è un arbusto facente parte della categoria delle "Urticaceae". Il primo a studiarla e ad apprezzarla fu il famoso e noto Carl Von Linné. Questa guida vi elencherà....
Rimedi Naturali

Calendula arvensis: utilizzi e proprietà curative

Il nome di Calendula arvensis vi dirà poco o nulla: in effetti questa pianta, che appartiene alla famiglia delle Astaraceae, è molto più nota con il nome di fiorrancio selvatico. È presente in quasi tutti i paesi del bacino del mediterraneo, Italia...
Rimedi Naturali

Cerfoglio selvatico: utilizzi e proprietà curative

Il cerfoglio selvatico (conosciuto scientificamente con il termine di Chaerophyllum Hirsutum) è una pianta appartenente alla categoria delle “Apiacee”, diffusa maggiormente in Europa e in alcune zone dell’Asia meridionale. E’ originaria della...
Rimedi Naturali

Calamo aromatico: utilizzi e proprietà curative

Il calamo aromatico, comunemente detto "canna odorosa", è un pianta di origine asiatica ma presente anche in Europa. Può raggiungere un'altezza massima di un metro e le sue verdi foglie hanno una forma eretta e lineare. I frutti sono delle bacche di...
Rimedi Naturali

Marrubio d'acqua: usi e proprietà curative

Il marrubio d’acqua (conosciuto scientificamente con il termine di Lycopus Europaeus) è un arbusto facente parte della famiglia delle “Lamiaceae”. È chiamata anche in altri differenti modi quali: “piede di lupo” e/o “erba sega”. Il famoso...
Rimedi Naturali

Crescione dei prati: usi e proprietà curative

Nella seguente guida andremo a parlare di proprietà curative e di usi delle piante. Nel caso specifico, andremo a dedicarci al cosiddetto crescione dei prati. Proveremo a conoscere gli usi che si fanno di questa pianta e le sue proprietà curative verificate....
Rimedi Naturali

Farinaccio: usi e proprietà curative

Il farinaccio (conosciuto scientificamente con il termine di Chenopodium Album e comunemente con la denominazione "farinello comune") è una pianta erbacea molto comune che fa parte della categoria delle "Amaranthaceae". Si può trovare soprattutto lungo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.