Erba brusca: utilizzi e proprietà curative

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L’acetosa è una pianta erbacea perenne che si trova in tutta Italia. La troviamo anche in Europa e dove il clima è prettamente freddo come in Asia e nell'America del Nord. Come la maggior parte dei vegetali il botanico svedese Carl Nilsson Linnaus l'ha classificata per la prima volta. Ha scoperto le caratteristiche come ha fatto con altri organismi. Lui stesso l'ha definita “la pianta miracolosa”. In questa guida analizziamo brevemente: gli utilizzi, le proprietà curative e le controindicazioni dell'erba brusca.

26

Molte persone la identificano con i nomi: “erba cucca” o ”erba soleggiata". Essa può raggiungere un’altezza massima di un metro. Ha un rizoma sottile, arrossato e scanalato. Per quanto riguarda le foglie sono cauline e lanceolate. Le foglie che stanno alla base hanno un picciolo lungo. Quelle attaccate al fusto di solito oltre a essere più piccole sono prive di picciuolo. I fiori sono di colore rosso intenso. Hanno una disposizione del tipo “a pannocchia”. I frutti invece sono neri ma vermigli quando maturano. Inizia a fiorire dal mese di aprile e si raccoglie fino ad agosto. Predilige terreni argillosi e dove c’è la presenza di concime.

36

Questo arbusto perenne ha elementi chimici importanti per la nostra salute. Oltre alla vitamina C contiene ferro, acido ossalico e ossalato di potassio. In passato la malattia dello scorbuto si curava con l'utilizzo dell'acetosa. Le proprietà le conferiscono caratteristiche rinfrescanti e diuretiche. Tuttavia le persone con patologie renali fanno bene a moderarne l'uso e a chiedere consiglio al proprio medico. L'erba brusca ha doti antinfiammatorie, depurative, lassative, astringenti, digestive, e toniche. Si utilizza la radice, i fusti freschi e la foglie quando sono dolci. Possiamo preparare ottime insalate e minestre. Ma ricordiamo di cambiare spesso l'acqua di cottura se vogliamo cucinarle come spinaci. Il sorbetto all'acetosa è molto buono. Scaldiamo mezzo bicchiere d'acqua in un pentolino e lasciamo andare a fiamma bassa. Aggiungiamo trenta grammi di zucchero e trenta di miele d'acacia. Estraiamo dalle foglie e dagli steli, sessanta ml. Di succo e li frulliamo con duecentocinquanta grammi di cetrioli sbucciati. Beviamo il succo quando abbiamo voglia di uno spuntino leggero.

Continua la lettura
46

Le donne che vogliono prendersi cura della pelle del viso in modo naturale possono creare, in casa, un impacco con le foglie sminuzzate. Una volta stese sul volto le qualità refrigeranti si sentono subito. Nel campo erboristico si ricavano diversi decotti e infusi. Ovviamente occorre bollire le parti della pianta tagliate a pezzi in precedenza. In una pentola scaldiamo l'acqua che ci serve. Quando il composto è morbido lo lasciamo raffreddare per un quarto d'ora.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Lunaria annua: utilizzi e proprietà curative

La lunaria annua (conosciuta popolarmente con il termine di “Moneta del Papa”) è una pianta facente parte della famiglia delle “Brassicaceae”. Fu classificata per la prima volta dal famoso biologo Carl Von Linné ed è conosciuta anche con la...
Rimedi Naturali

Erba vetriola: usi e proprietà curative

L' erba vetriola (conosciuta in gergo scientifico con il nome di Parietaria Officinalis) è un arbusto facente parte della categoria delle "Urticaceae". Il primo a studiarla e ad apprezzarla fu il famoso e noto Carl Von Linné. Questa guida vi elencherà....
Rimedi Naturali

Calendula arvensis: utilizzi e proprietà curative

Il nome di Calendula arvensis vi dirà poco o nulla: in effetti questa pianta, che appartiene alla famiglia delle Astaraceae, è molto più nota con il nome di fiorrancio selvatico. È presente in quasi tutti i paesi del bacino del mediterraneo, Italia...
Rimedi Naturali

Cerfoglio selvatico: utilizzi e proprietà curative

Il cerfoglio selvatico (conosciuto scientificamente con il termine di Chaerophyllum Hirsutum) è una pianta appartenente alla categoria delle “Apiacee”, diffusa maggiormente in Europa e in alcune zone dell’Asia meridionale. E’ originaria della...
Rimedi Naturali

Calamo aromatico: utilizzi e proprietà curative

Il calamo aromatico, comunemente detto "canna odorosa", è un pianta di origine asiatica ma presente anche in Europa. Può raggiungere un'altezza massima di un metro e le sue verdi foglie hanno una forma eretta e lineare. I frutti sono delle bacche di...
Rimedi Naturali

Marrubio d'acqua: usi e proprietà curative

Il marrubio d’acqua (conosciuto scientificamente con il termine di Lycopus Europaeus) è un arbusto facente parte della famiglia delle “Lamiaceae”. È chiamata anche in altri differenti modi quali: “piede di lupo” e/o “erba sega”. Il famoso...
Rimedi Naturali

Crescione dei prati: usi e proprietà curative

Nella seguente guida andremo a parlare di proprietà curative e di usi delle piante. Nel caso specifico, andremo a dedicarci al cosiddetto crescione dei prati. Proveremo a conoscere gli usi che si fanno di questa pianta e le sue proprietà curative verificate....
Rimedi Naturali

Enagra comune: usi e proprietà curative

L’enagra comune (conosciuta scientificamente con il termine di Oenothera Biennis) è un arbusto che appartiene alla categoria delle “Onagraceae”. Uno dei primi a studiarla e catalogarla fu Carl Von Linné, meglio conosciuto con il nome di Linneo,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.