Dentifricio fai da te

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Se avete la necessità di usare un dentifricio personalizzato e che non riuscite a trovare in commercio, potete realizzarlo in casa con alcune semplici e funzionali tecniche del fai da te. Si tratta di una vera e propria ricetta che se ben eseguita, non ha nulla da invidiare ai dentifrici disponibili nei vari supermercati e nelle profumerie. In riferimento a ciò, nei passi successivi di questa guida vediamo dunque come procedere.

24

Realizzare un dentifricio in pasta

Per realizzare un dentifricio in pasta, dovrete procurarvi: una ciotola, glicerina alimentare (che potete acquistare in farmacia), olio essenziale di menta, bicarbonato e sale da cucina. Il procedimento è il seguente: nella ciotola mettete tre cucchiai di glicerina alimentare; aggiungete dieci gocce di olio essenziale di menta e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungete quattro cucchiai di bicarbonato ed uno di sale da cucina. Miscelate tutto con forza fino ad ottenere una pasta priva di grumi. Mettete il dentifricio in un contenitore usato come un vasetto di vetro ben sterilizzato. Vi basterà mettere pochissimo dentifricio sullo spazzolino utilizzando un cucchiaino e procedere a lavare i denti.

34

Creare un dentifricio per gengive sensibili

Per creare un dentifricio adatto per delle gengive sensibili, munitevi di una ciotola, bicarbonato, olio di tea tree, olio di neem (ha un costo di circa 10 euro per 250 ml di prodotto, ma può essere utilizzato per altre preparazioni o, per esempio, aggiunto al sapone per le sue proprietà antibatteriche), olio di menta peperita e acqua. Mescolate adesso nella ciotola un cucchiaio di bicarbonato con cinque gocce di tea tree oil, cinque di olio di neem e cinque di olio di menta piperita. Aggiungete poi dell'acqua fino ad ottenere un impasto omogeneo. A questo punto non vi resta che provare a fare un altro dentifricio adatto per sbiancare i denti e per eseguire l'operazione vi conviene leggere l'ultimo passo della guida.

Continua la lettura
44

Preparare un dentifricio sbiancante

Lavare i denti con il succo di limone, nel tentativo di sbiancarli è una pratica, che oltre ad essere tutt'altro che piacevole, non ha mai prodotto particolari benefici. Il suggerimento è invece quello di prepararne uno di tipo sbiancante seguendo le linee guida di questa ricetta. Innanzitutto estraete da una foglia di aloe la polpa, o acquistate la polpa in erboristeria. Schiacciatela con una forchetta fino ad ottenere una purea. Aggiungete alcune gocce di acqua ossigenata e mescolate bene per distribuire l'acqua ossigenata. Spazzolate i denti con la pasta ottenuta e conservatela in frigorifero.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Come disinfiammare un brufolo

Il brufolo, o acne, è un inestetismo deturpante. Solitamente, il disturbo è tipico dell'età preadolescenziale, ma potrebbe protrarsi anche in età adulta. Il brufolo si forma per ostruzione dei pori. Il sebo non riesce ad uscire, quindi si deposita...
Rimedi Naturali

Come lavare i denti senza spazzolino

Quando si è in viaggio, e quindi lontano da casa, naturalmente non si può godere delle comodità della propria abitazione. Molte attività banali e di vita quotidiana vengono, pertanto, evitate, dal momento che non si ha tempo e non si dispongono i...
Rimedi Naturali

Come sbiancare i denti con l'argilla

Chi non vorrebbe sapere come sbiancare i denti in modo definitivo? I denti sono la prima cosa che le persone notano di una persona. Sono il primo elemento del nostro viso. E allora abbiamo bisogno di curarli e renderli puliti, bianchi e gradevoli alla...
Rimedi Naturali

Come trattare i denti sensibili

I denti sensibili sono un problema abbastanza comune. La sensazione di freddo quando mangiamo un gelato è davvero sgradevole. Come lo è quella di caldo, quando beviamo un tea bollente. Se soffriamo di denti sensibili, ci priviamo di moltissime cose...
Rimedi Naturali

10 consigli per l'igiene dentale

Per evitare di avere problemi ai denti, è importante curare bene l'igiene orale. L'igiene dentale è fondamentale per mantenere i denti sani, bianchi e senza la presenza di alcuna carie. Di seguito vi elencheremo 10 utilissimi consigli per curare al...
Rimedi Naturali

Alitosi: cause e rimedi naturali

Le cause che provocano l'alitosi sono differenti. L'alitosi può dipendere da una scorretta igiene orale oppure da patologie del tratto digestivo. Curiamo, quindi, eventuali patologie e puliamo correttamente i denti, ma anche gengive e lingua. Altre cause...
Rimedi Naturali

Rimedi naturali per la sensibilità dentale

I denti, sono sicuramente una parte fondamentale di noi stessi, che deve essere tenuta in grande considerazione. Avere un bel sorriso è infatti un qualcosa di molto bello che ci rende molto più piacevoli, carini ed attraenti. Tuttavia, alcune persone...
Rimedi Naturali

Gengive ritirate: come curarle

La recessione gengivale, o più comunemente conosciuta come "gengive ritirate", è un problema frequente che prevede l'abbassamento del colletto dentinale. Si manifesta a seguito di traumi frequenti, della mancanza di Vitamina C o K, di fattori ereditari,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.