Crescione: proprietà e usi

Tramite: O2O 13/08/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il crescione d'acqua, nome scientifico Lepidium Sativium, è una pianta annuale facilmente coltivabile e utilizzata a scopo alimentare grazie al suo sapore gradevole, dai toni aciduli e piccanti. Appartiene alla famiglia delle Crocifere (cavoli, ravanelli, broccoli, ecc.) ed è largamente diffusa in Europa, specialmente in prossimità di acqua. Si tratta di una pianta perenne che cresce sulla terra in modo strisciante, possiede foglie dalla forma ovale, fiorellini bianchi che si schiudono nel periodo estivo ed è una pianta il cui uso è destinato, oltre che alla cucina, anche alla medicina. Di seguito, vi sveleremo tutte le proprietà terapeutiche e gli usi del crescione. Buona lettura!

27

Occorrente

  • Crescione
  • Mortaio
37

Proprietà

Il crescione è ricco di vitamine (A, B1, B2, B3, B5, B6, B9, C, E, K, PP) e di sali minerali, quali potassio, fosforo, ferro, manganese, rame, magnesio, zinco, selenio, calcio, iodio. Contiene, inoltre, beta-carotene, luteina e zeaxantina, e aminoacidi come alanina, arginina, fenilalanina, cistina, istidina, glicina, isoleucina, leucina, lisina, metionina, prolina, serina, tirosina, treonina e valina. Tali caratteristiche lo rendono un ottimo antianemico, antibiotico naturale indicato per disintossicarsi da smog e fumo, e un protettore delle ossa e gengive. È un ottimo digestivo e diuretico, capace di contrastare l'ipertensione e la ritenzione idrica. Regola l'attività tiroidea e l'umore, agendo favorevolmente in caso di depressione. Previene l'insorgere della cataratta e protegge dalle infezioni cutanee e dalle malattie del cuore. 100 grammi di crescione contendono solo 11 calorie, quindi è anche indicato nei casi di diete ipocaloriche.

47

Usi

Il crescione viene impiegato in cucina e in erboristeria, sia per uso esterno che interno. A tavola, è indicato consumarlo sotto forma di insalata condita con olio extra-vergine d'oliva e limone, prestando attenzione ad adoperare solo le foglie che dovranno essere fresche. È utilizzato anche come pianta aromatica, tritato o a pezzi, per esaltare piatti a base di verdure, primi, secondi, formaggi, contorni o per farcire i panini. Per quanto riguardo l'uso erboristico, lo troverete sotto forma di saponi o detergenti adatti a pelli impure che hanno bisogno di essere pulite in profondità. Potreste ricavare voi un detergente casalingo, pestando le foglie con l'aiuto di un mortaio e filtrando il succo che andrete a usare come un sapone. Il succo viene adoperato anche per i capelli, frizionandolo sul cuoio capelluto per lavarli a fondo. Se, invece, avete la necessità di depurarvi e purificare il sangue, assumete due cucchiai di succo ogni giorno.

Continua la lettura
57

Curiosità

Il crescione, a parità di peso, ha più vitamina C delle arance, più calcio del latte e più ferro degli spinaci. Ippocrate, il padre della medicina occidentale, sosteneva che esso rappresentava la cura delle cure. I Romani sostenevano che avesse un effetto afrodisiaco, mente i Persiani lo usavano per aiutare i bambini a crescere. Inoltre, è stato largamente adoperato per contrastare lo scorbuto. Se intendete coltivarlo, sappiate che ha bisogno di molta acqua e luce non diretta, e evitate i ristagni d'acqua. La semina avviene tra marzo e giugno, la temperatura ideale è 20-25°C, mentre la raccolta è tra giugno e settembre. Oltre al crescione d?acqua, esiste il crescione inglese o crescione dei giardini, chiamato agretto, coltivato in orti e giardini, e il crescione dei prati.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consigliamo di non cuocere il crescione per non alterare proprietà nutrizionali e sapore caratteristico
  • Il crescione non è indicato per le persone che hanno problemi di infiammazione alle vie urinarie
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Vilucchio comune: usi e proprietà curative

Convolvulus Arvensis è il nome scentifico della pianta che comunemente viene chiamata convolvolo oppure vilucchio comune. Le sue origini si trovano nel continente asiatico ed europeo, per cui in Italia è largamente diffuso. Essa è una pianta selvatica...
Rimedi Naturali

Nocciolo: usi e proprietà curative

Il nocciolo (conosciuto nel gergo scientifico con il nome di Corylus Avellana) è un arbusto facente parte della famiglia delle "Betulaceae". Il suo nome deriva del greco "kurl" ed è originaria del paese di Avella, una città in provincia di Avellino....
Rimedi Naturali

Ortica bianca: usi e proprietà curative

L'ortica bianca, è un arbusto che fa parte della famiglia delle Lamiaceae. Scientificamente essa è conosciuta con il termine di Lamium Album. Inoltre, è considerata dagli esperti una pianta piccola perenne e specialmente erbacea. In questo articolo,...
Rimedi Naturali

Caprifoglio giapponese: usi e proprietà curative

Il caprifoglio giapponese o Lonicera Japonica è un arbusto rampicante. Appartiene alle Caprifoliaceae. Il naturalista e botanico svedese Carl Peter Thunberg ne classificò per primo la specie. La pianta vanta numerose proprietà curative. In fitoterapia,...
Rimedi Naturali

Olio di semi di cotone: proprietà e usi

L'olio di semi di cotone è un particolarissimo tipo di olio vegetale che viene estratto da alcune pianti appartenenti al genere Gossypium. Questo olio può essere utilizzato in moltissimi modi differenti e se vogliamo ad utilizzarlo nella maniera più...
Rimedi Naturali

Assenzio selvatico: usi e proprietà curative

L’Artemisia Vulgaris o assenzio selvatico appartiene alle Asteracee. La pianta erbacea infestante vegeta nei campi incolti, lungo i fiumi ed i torrenti. Dalle foglie pennatofide, il fusto legnoso e rossastro, possiede fiori giallognoli. La pianta si...
Rimedi Naturali

Farinaccio: usi e proprietà curative

Il farinaccio (conosciuto in ambito scientifico con il termine di Chenopodium Album, ma ordinariamente denominato "farinello comune") è una pianta erbacea di facile reperibilità, che fa parte della categoria delle "Amaranthaceae". Trovare questo vegetale...
Rimedi Naturali

Stella di Betlemme: usi e proprietà curative

La Stella di Betlemme, che è conosciuta scientificamente con il termine di Ornithogalum Umbellatum, è un arbusto che fa parte della categoria delle Liliaceae. Il primo a classificarla e descriverla fu il noto esperto botanico Carl Von Linné. Nei passi...