Cosa mangiare in viaggio

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Qualsiasi tipo di viaggio una persona si accinge a sostenere: per lavoro, per le vacanze oppure culturale è fondamentale una corretta e sana alimentazione. Un motivo abbastanza valido per portare con sé gli alimenti è sicuramente quello che l'offerta dei vari bar dei treni, degli aerei oppure delle navi è sempre ipercalorica. Un viaggio, per non diventare stressante, deve essere minimamente organizzato per la parte degli alimenti. Prima di cominciare un viaggio è indispensabile decidere con particolare cura cosa si deve mangiare durante il tempo che occorre per raggiungere la meta prescelta. In riferimento a ciò ecco un tutorial che dà alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su cosa è preferibile mangiare durante un viaggio.

26

Occorrente

  • termos
  • borsa frigo
  • ciotole sottovuoto
36

viaggio in aereo

Se si sceglie di viaggiare in aereo con una compagnia di linea non è consigliabile portare il pranzo a sacco. Infatti, basta il minimo indispensabile in quanto a bordo viene servito un piccolo pranzo. È opportuno portare da casa qualcosa di sano; ad esempio si può fare uno spuntino veloce con cracker oppure grissini, giusto per integrare. Mentre se il viaggio viene fatto con una compagnia low cost è indispensabile portare qualcosa da mangiare prima, durante o dopo il volo. Per non ripiegare sui classici fast food bisogna optare per un pranzo a sacco preparato a casa. In questo caso si possono farcire i panini oppure dei tramezzini con alimenti leggeri, quali: bresaola, fesa di tacchino oppure formaggio dolce. Si può anche scegliere di portare della frutta per poter contare su un forte apporto di vitamine e di energie. Inoltre, si ha anche una digestione abbastanza leggera.

46

Viaggio in treno

Un viaggio in treno permette di muoversi più agevolmente per cui si ha la possibilità di preparare qualcosa di più impegnativo del panino. Ad esempio si possono portare da casa delle verdure già lavate e tagliate. In alternativa si può preparare un'insalata di riso o di pollo; essa deve essere conservata possibilmente in ciotole sottovuoto. L'insalata di pollo si può accompagnare con del pane integrale. Viaggiare in auto è sicuramente più comodo; inoltre, si può scegliere liberamente dove fermarsi per gustare il pranzo. Quest'ultimo può essere anche più variegato; ad esempio della pasta al forno. In ogni caso quando si viaggia è consigliabile evitare dei cibi troppo piccanti, speziati oppure salati. Essi, tra l'altro, fanno aumentare la voglia di bere e di conseguenza stimolano maggiormente la diuresi.

Continua la lettura
56

Viaggio in auto

Qualsiasi sia la scelta del cibo non bisogna mai far mancare assolutamente una borraccia con l'acqua, specialmente se si fanno dei lunghi viaggi in treno oppure in auto. Generalmente il servizio ristorazione sul primo non sempre è garantito; nel secondo caso invece gli autogrill possono trovarsi anche ad una distanza di 50 km l'uno dall'altro. Spesso utilizzare i bagni pubblici non è un'esperienza piacevole. Rimanere ben idratati è fondamentale per il proprio benessere; per questo motivo è preferibile bere almeno un bicchiere d'acqua ogni ora per soddisfare la sete in modo naturale e benefico. Non è preferibile l'utilizzo di bevande gassate e zuccherate (compresi i succhi di frutta) in quanto hanno tantissime calorie e non forniscono sazietà. È opportuno prestare attenzione anche agli alcolici, specialmente se il viaggio viene fatto in auto. In generale essi forniscono solo calorie per cui è difficile smaltirli. Inoltre, essi non favoriscono un riposo tranquillo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • attenzione agli snacks ipercalorici
  • per un viaggio in auto evitare gli alcolici

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Consigli per stimolare l'appetito

L'inappetenza può essere il risultato di rigorose restrizioni alimentari, ma può anche essere la spia di patologie da non sottovalutare. L'esperienza di eventi traumatici o uno stato di profonda depressione possono indurre inappetenza, ma anche i primi...
Alimentazione

Come seguire un programma detox

Seguire un programma detox può essere la soluzione migliore per eliminare le sostanze nocive al nostro organismo, le tossine e la ritenzione idrica e avere un corpo più pulito, sano e bello sia dentro che fuori. Ovviamente, non è cosa facile seguire...
Alimentazione

Come facilitare la digestione

La dispepsia ovvero la cattiva digestione, affligge un soggetto su tre. I principali sintomi di questa malattia sono l'irregolarità intestinale, gonfiore e bruciori di stomaco, dolori alla parte alta dell'addome, sonnolenza, stanchezza e inappetenza....
Alimentazione

Proprietà e benefici del fermento lattico Bifidus ActiRegularis

Il famoso fermento lattico Bifidus Actiregularis di cui sentiamo spesso parlare in televisione e nelle varie pubblicità, ha un altro nome più scientifico, ovverosia il Bifidobacterium animalis DN-173 010. Il nome che conosciamo tutti si riferirebbe...
Alimentazione

Proprietà e benefici del mandarancio

Ogni stagione porta con sé una serie di frutti e di verdure fresche che è bene consumare assiduamente per una dieta salutare e bilanciata. Durante il periodo invernale i frutti più freschi che si possano trovare sono gli agrumi, in particolare aranci...
Alimentazione

Come usare le spezie al posto del sale

L'utilizzo del sale per insaporire le nostre pietanze è un'abitudine non sempre consigliata per favorire un buono stato di salute generale. Pur arricchendo di gusto e sapore i piatti della nostra tradizione gastronomica, il sale, soprattutto se consumato...
Alimentazione

I pro e i contro del cioccolato

Il cacao è uno dei più deliziosi alimenti che la natura ci offre, amatissimo dai piccini ma anche dai più grandi. È il protagonista indiscusso di tantissime preparazioni dolciarie, non solo della nostra tradizione, ed è impiegato in modo interessante...
Alimentazione

Educazione alimentare: imparare a nutrirsi correttamente

Nutrirsi in modo corretto, negli ultimi tempi, risulta essere abbastanza difficoltoso a causa del fatto che si consumano frequentemente cibi conservati, pre-fritti, ricchi di zuccheri e grassi (cibi spazzatura), Tutto ciò è, principalmente, causato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.