Controindicazioni di alcune piante medicinali

Tramite: O2O 28/03/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di piante e, nello specifico, lo faremo trattando la tematica delle piante aventi delle funzioni curative. Infatti, andremo a spiegarvi in pochi passi quali siano le controindicazioni di alcune piante medicinali.
È nell'antichità che la tradizione di utilizzare delle piante a scopi medicinali si instaurò, e queste usanze sono state successivamente trasmesse generazione dopo generazione, fino ad arrivare anche ai nostri tempi. La tradizione è stata tramandata sostanzialmente per via orale, e successivamente per via scritta attraverso l'utilizzo dei ricettari.
Alla fitoterapia si continua a fare ricorso anche oggi, per sostituire o talvolta affiancare i farmaci che tutti conosciamo, prodotti dalle industrie. Le piante, infatti, contengono tantissimi principi attivi che risultano efficaci per il mantenimento del benessere psico-fisico e per il trattamento di svariate problematiche. Un loro uso scorretto o prolungato, però, rischia di interferire in maniera dannosa con le normali reazioni organiche, o potrebbe limitare o annullare gli effetti di un trattamento classico. Per questo motivo prima di assumere decotti, infusi, tisane o stendere impacchi a base di foglie, radici, bulbi e fiori, è necessario parlare col proprio medico per conoscere le controindicazioni.

26

L'esistenza di controindicazioni.

Le piante potrebbero apparire come un semplice rimedio naturale, fantastico e perfetto per ogni occasione, adatto a tutti e contrapposto ai medicinali normali. Non è così: specie per lunghi usi, l'utilizzo di piante medicinali deve essere dosato e calcolato con precisione, altrimenti potrebbe causare problemi; e spesso camminerà di pari passi con medicine classiche. Esclusivamente utilizzando questo metodo si potrà essere completamente sicuri e tranquilli nell'andare a utilizzare questi metodi, con componenti a base di ingredienti derivati da una varietà di piante. Inoltre, proprio per non cadere in errore, è fondamentale andare a conoscere quelle che risultano essere le varie controindicazioni nell'utilizzo delle piante.

36

L'arnica montana

Come ben saprete, una delle erbe che vengono prese più in considerazione quando si tratta di utilizzarle per metodi curativi, è sicuramente l'arnica montana, che si occupa essenzialmente delle problematiche derivanti da ecchimosi e contusioni varie. Il suo utilizzo presenta alcune problematiche, in quanto se essa viene utilizzata applicandole in una pelle screpolata, e quindi non integra, rischia di provocare problematiche varie, come diarrea, vomito e anche allucinazioni.
Gli estratti delle piante di betulla, salice e pioppo, invece, rappresentano un forte rischio per i soggetti allergici all'acido salicilico (componente tra l'altro della comune aspirina), perché ne contengono una grande quantità. Il tarassaco, abbastanza famoso e più volte consigliato per tisane drenanti, può causare danni a chi ha calcoli alle vie biliari; la salvia invece, altro rimedio celebre, è un elemento rischioso se utilizzato durante l'allattamento o in presenza di pressione alta.

Continua la lettura
46

Guaranà, arancia amara ed erba mate.

Le piante dotate di proprietà dimagranti come guaranà, erba mate e arancia amara sono sicuramente pericolose per i soggetti che soffrono di qualunque tipo di cardiopatia; assumere in maniera prolungata e in dosi eccessive la radice di liquirizia, poi, aumenta la ritenzione idrica e di sodio, e causa la perdita di potassio aumentando la pressione arteriosa e favorendo la formazione di edemi. Ricordiamo a tal proposito che la liquirizia non deve essere assunta in dosi abbondanti se si prendono nello stesso periodo dei farmaci corticoidi, dei contraccettivi orali o dei diuretici. Anche l'iperico, più noto col nome di erba di san Giovanni, altera gli effetti della pillola e interferisce con i farmaci antidepressivi di sintesi, diminuendone l'efficacia.

56

Altre piante.

L'elenco si arricchisce con altri rimedi ben conosciuti ma di cui, probabilmente, sono poco noti i rischi. Bere decotti di menta aiuta a digerire ed a disinfettare l?intestino, ma l'olio essenziale aggrava l?ulcera e la gastrite. L?infuso di radice essiccata di rabarbaro, se assunto in piccole dosi, ha effetti positivi: lassativo, digestivo e stimola l?appetito; si può però rivelare molto pericoloso per chi ha calcoli renali e alle vie biliari, cistiti o emorroidi. Zenzero e zafferano sono fortemente controindicati durante il periodo di gestazione, al pari di grosse dosi di alloro e di prezzemolo.
In ultima analisi, vi consiglio vivamente la lettura di ulteriori articoli su questo specifico argomento che abbiamo trattato e, soprattutto, una consultazione continua con il vostro medico di fiducia ogni qualvolta abbiate la necessità di utilizzare alcune piante come rimedio. Eccovi un link d'approfondimento: http://www.lerboristeria.com/articoli/2007_04.php.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La fitoterapia è un valido rimedio contro molte malattie, ma va utilizzata previa valutazione dello stato di salute.
  • Consultare assolutamente il medico prima di utilizzare un prodotto a base di erbe.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Topinambur: le controindicazioni

Il topinambur è una pianta dalle radici commestibili, presente in quasi tutte le regioni italiane. Il tubero di topinambur, chiamato "carciofo di Gerusalemme", viene ancora utilizzato in alcune ricette locali, specialmente piemontesi, che lo vedono come...
Rimedi Naturali

Le proprietà medicinali del fiore di loto

Il loto è una pianta acquatica perenne, originaria dell'Asia meridionale, le cui radici crescono saldamente ancorate nel fango. Si presenta con steli molto lunghi a cui sono attaccate le foglie, mentre i fiori di loto sono molto profumati ed i petali...
Rimedi Naturali

Aloe vera: benefici e controindicazioni

L'aloe vera (aloe barbadensis miller) è una pianta originaria dell'Africa Centrale ricca di succo, di colore verde e dal portamento arbustivo. Anche Ippocrate, un famoso medico greco, nei suoi trattati ne esaltava le proprietà antiinfiammatorie, rigeneranti,...
Rimedi Naturali

Le migliori piante in grado di stimolare l'appetito

Talvolta può capitare di soffrire di inappetenza, di dimagrire a causa dello stress o di qualche malattia. Quando si è troppo magri e si sente la necessità di accumulare qualche caloria, è meglio non scegliere cibi industriali, poiché non solo apportano...
Rimedi Naturali

5 piante che aiutano la circolazione delle gambe

Le piante offrono numerose proprietà benefiche per il corpo e specialmente per il trattamento di alcune malattie o patologie (come, ad esempio, la pessima circolazione degli arti inferiori): nel caso della medicina vascolare, infatti, le piante potrebbero...
Rimedi Naturali

Guida alle piante che allontanano le mosche

Le mosche sono probabilmente tra gli insetti più fastidiosi che esistano. Sebbene esse non creino particolari problemi per la salute dell'uomo, possono rappresentare un vero e proprio tormento. Generalmente le mosche cominciano ad infastidire con l'aumentare...
Rimedi Naturali

Tecniche di estrazione delle piante officinali

Le piante officinali sono dei veri toccasana naturali, ideali per utilizzi alimentari, medici, erboristici ed anche per scopi igienici e cosmetici, oltre ad essere molto spesso così aromatici da rivelarsi anche degli ottimi profumi. Ma come ottenere...
Rimedi Naturali

Come essiccare le erbe per le tisane

Le erbe medicinali sono davvero tantissime; grazie ad esse si possono realizzare tisane per diversi trattamenti terapeutici, come quelle drenanti e digestive. Tuttavia le erbe per la preparazione di tisane devono essere essiccate e conservate per poi...