Come uscire dalla dipendenza dal gioco

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Il gioco d'azzardo è purtroppo oggi entrato nella categoria dei disturbi di quelle che sono conosciute come le "dipendenze senza uso di sostanze". La dipendenza dal gioco viene infatti considerata una vera e propria malattia, inserita nella categoria dei disturbi ossessivi-compulsivi. Questa ha caratteristiche simili alla tossicodipendenza da droghe o da farmaci. La vendita senza limitazioni dei vari "gratta e vinci" e la diffusione delle macchine video poker nelle tabaccherie e nei bar hanno aggravato notevolmente il problema. È bene precisare, comunque, che non tutti i giocatori sono o diventano dei dipendenti. Avete la possibilità di evitare la dipendenza dal gioco nel caso in cui giochiate spesso, ma non assiduamente e decidete quindi di giocare occasionalmente impostando un determinato importo; ancora, non siete a rischio se siete coscienti delle possibilità di perdere, se non inseguite la vincita a tutti i costi giocando per divertimento e soprattutto non scommettete mai più di ciò che potete permettervi. Se siete interessati a questo argomento, qui di seguito vi sarà spiegato nella maniera più chiara e comprensibile possibile come si deve agire per poter uscire correttamente dalla dipendenza dal gioco.

27

Occorrente

  • Pensiero positivo
  • Forza di volontà
37

Riconoscere i sintomi

Cominciamo subito col dire che i sintomi da "Gioco d'Azzardo Patologico" sono chiari e semplici da riconoscere: pensate ogni giorno al gioco e non potete farne a meno, sempre più spesso vi capita di spendere al gioco cifre importanti e magari destinate ad altre spese di casa come bollette o la spesa quotidiana. Il sintomo più evidente della dipendenza da gioco si verifica quando cominciate ad isolarvi e a trascurare la vostra famiglia e il lavoro; nei casi peggiori si arriva anche a litigare in casa proprio a causa del gioco.

47

Chiedere aiuto

Esattamente come per ogni patologia, si può dire anche in questa circostanza che prevenire è sempre meglio che curare, quindi è importante che voi vi poniate dei limiti di importo e di tempo da dedicare al gioco, prima di cadere nella trappola della dipendenza. Se però ormai siete dei dipendenti dal gioco e desiderate uscirne, dovete prima di tutto riconoscere e accettare di avere una malattia e soprattutto convincervi che da soli non potete risolvere il problema: non è sufficiente la forza di volontà per uscirne definitivamente, ma è necessario intraprende un percorso di cura, che vi porti a non ricadere più in questo tipo di patologia. Dovete quindi permettere che gli altri vi aiutino. Parlatene in famiglia e chiedete sostegno ai vostri cari, quindi rivolgetevi a un centro specializzato nella cura delle dipendenze da gioco d'azzardo.

Continua la lettura
57

Intraprendere un percorso

Rivolgetevi innanzitutto al vostro medico di famiglia, che potrà indicarvi quelli che sono i centri specializzati della vostra città: in questo modo potrete essere aiutati anche farmacologicamente, oltre che psicologicamente. Visitate una serie di siti online di associazioni specializzate in questa tipologia di dipendenza. Tali associazioni vi aiuteranno a comprendere bene il problema e la dinamica di tali dipendenze. Cercate di pensare sempre positivo, ripetendovi giorno dopo giorno che ce la potete fare e che potrete tornare ad assaporare la vita in tutti i suoi aspetti.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cercate di pensare sempren positivo, ripetendovi giorno dopo giorno che ce la potete fare!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Come aiutare chi ha dipendenza da gioco

Il gioco d'azzardo può causare dipendenza, portando un giocatore compulsivo a sfuggire alla realtà, immergendosi sempre di più in questa attività. Al pari di altre dipendenze, come quella per lo shopping compulsivo ad esempio, va saputa riconoscere...
Psicologia

10 consigli per superare una dipendenza affettiva

Talvolta è difficile superare una dipendenza affettiva causata dalla perdita di qualcuno a cui si voleva bene, o per problemi di cuore. Spesso però ci si accorge che basta trovare una forza insita in noi stessi e si supera qualunque ostacolo. Scoprirete...
Psicologia

Come uscire dalla teledipendenza

La dipendenza è una variazione di un'abitudine che sfocia in una ricerca molto esagerata del piacere attraverso dei comportamenti eccessivi o l'uso di particolari sostanze. Esistono moltissimi tipi di dipendenze molto differenti fra loro come ad esempio...
Psicologia

Come evitare la dipendenza da tecnologia

La nostra società è sempre più tecnologica e, dunque, sempre più pullulante di milioni e milioni di dispositivi elettronici, dalle funzioni e dagli usi più variegati, come smartphone, tablet, computer e televisori, che in realtà sono solo una piccola...
Psicologia

Dipendenza da cellulare: una cura in 4 passi

I telefonini di ultima generazione sono strumenti di produttività straordinari, in quanto possiamo avere tutto ciò che vogliamo in qualsiasi luogo e momento della giornata, ma se utilizzati in modo sbagliato, possono condurre addirittura a delle vere...
Psicologia

Come liberarsi dalla dipendenza del fumo

La dipendenza dal fumo, conosciuta anche come tabagismo o dipendenza da nicotina, è un problema che riguarda milioni di persone in tutto il mondo. Il vizio del fumo ha antiche origini, ma ha preso il definitivo sopravvento a partire dagli anni '60 quando...
Psicologia

Dipendenza da cellulare: regole da rispettare

Recenti studi hanno esaminato i possibili problemi intrapersonali e i rapporti sociali con gli insegnanti (nel caso degli adolescenti), a seguito della dipendenza dai telefoni cellulari e del loro impatto sulla psiche. I risultati hanno mostrato che la...
Psicologia

Dipendenza da facebook: come uscirne

Facebook è, a oggi, la piattaforma sociale più utilizzata e famosa. Ogni anno il numero degli utenti cresce sempre di più, tanto che, secondo diverse ricerche, nel 2015 Facebook vanterà un numero d'iscritti superiore alla popolazione cinese. Tramite...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.