Come usare lo spazzolino elettrico

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Tutti sappiamo quanto sia importante una corretta igiene orale per contrastare la formazione del tartaro e soprattutto della placca batterica. La placca, infatti, è alla base dei più comuni problemi del cavo orale, quali la carie, che interessa i tessuti duri del dente, e la gengivite, che è un'infiammazione delle gengive. Entrambi possono portare a parodontite, che nelle fasi avanzate può condurre a perdita irrimediabile del dente.
Con l'introduzione dello spazzolino da denti, avvenuta per la prima volta in Cina nel 700 d. C., occuparsi dell'igiene del cavo orale è diventato più semplice. Nel corso dei secoli, lo spazzolino ha subito progressivi miglioramenti nella struttura e nel design, fino ad arrivare alla realizzazione del primo spazzolino elettrico, introdotto in Svizzera nel 1939, che vanta, tra le numerose capacità, quella di rimuovere più efficacemente la placca. Nonostante sia stato introdotto quasi un secolo fa, molti ancora non sanno come si utilizza. In questa guida, quindi, illustreremo come usare lo spazzolino elettrico.

28

Occorrente

  • Presa di corrente
  • Dentifricio
  • Asciugamano
38

Ricarica dello spazzolino elettrico

Lo spazzolino elettrico è un elettrodomestico composto innanzitutto da un interruttore di accensione e spegnimento, un corpo motore, una testina intercambiabile e un'unità di ricarica. Per poter utilizzare per la prima volta lo spazzolino elettrico, è necessario ricaricarlo, quindi bisogna collegare l'unità di ricarica ad una presa di corrente su cui successivamente posizionare lo spazzolino elettrico, che in questa fase deve essere spento. I tempi di ricarica variano in base al marchio e al modello. Talvolta, alcuni spazzolini elettrici possono essere lasciati nell'unità di ricarica per tempi indefiniti, in modo da averlo sempre carico e pronto all'uso.

48

Il dentifricio

Una volta carico, lo spazzolino è pronto per essere utilizzato. Lo spazzolino elettrico è compatibile con qualsiasi tipo di dentifricio. Per evitare schizzi e altri inconvenienti, è preferibile posizionare il dentifricio sulle setole della testina quando il corpo motore è ancora spento. Non è necessario esagerare con le quantità, ma è sufficiente ricoprire la superficie delle setole, assicurandosi che aderisca bene ad esse. A questo punto si può accendere lo spazzolino.

Continua la lettura
58

La modalità di spazzolamento

Una volta acceso, lo spazzolino elettrico deve essere introdotto nel cavo orale e passato sui denti. Non è necessario sfregare con movimenti circolari come si fa di solito con un normale spazzolino a setole manuale, ma bisogna accompagnare la testina su ciascun dente e lasciarla ruotare su di esso per alcuni secondi, in modo da pulire accuratamente la superficie. È importante spazzolare non solo i denti, ma anche il bordo gengivale, sia sulla parte esterna, sia sulla parte interna e infine sulla superficie di masticazione. Bisogna evitare inoltre di esercitare un'eccessiva pressione, in quanto ciò non migliora la pulizia e potrebbe irritare le gengive. È importante spazzolare i denti per almeno due minuti.

68

Pulizia e manutenzione dello spazzolino elettrico

Dopo aver utilizzato lo spazzolino elettrico, bisogna accuratamente risciacquarlo per alcuni secondi sotto l'acqua corrente mentre è ancora in funzione, quindi spegnerlo e rimuovere la testina. Risciacquare nuovamente la testina sotto il getto d'acqua corrente ed asciugarla; pulire bene il corpo motore con un panno umido. Riporre preferibilmente la testina in un vano portaspazzolini (in genere presente nell'unità di ricarica o fornito a parte).

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' importante sostituire la testina ogni 3 mesi
  • Dopo i primi utilizzi le gengive potrebbero sanguinare; se il sanguinamento non dovesse regredire spontaneamente, contattare il dentista
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Salute

Come scegliere il miglior colluttorio

Per una perfetta igiene orale, dopo l'utilizzo di spazzolino e dentifricio e filo interdentale, c'è il collutorio.Alcuni sostengono che abbia solo un effetto placebo e doni una momentanea sensazione di freschezza, altri invece difendono a spada tratta...
Salute

Come pulire l'apparecchio ortodontico

I denti sono una parte preziosa di cui è importante prendersi cura, mediante una corretta igiene orale ed effettuando controlli medici periodici. Il portatore di apparecchio fisso o mobile, in particolare, è maggiormente esposto alla formazione di placca...
Salute

Come pulire il bite ortodontico

È possibile che durante il corso della propria vita si subiscano forti periodi di tensione psicofisica che durante la giornata rimane silente. Non tutti sanno però che a volte questo stress quotidiano può ripercuotersi sulla qualità del sonno producendo...
Salute

Come pulire la dentiera

Per chi è portatore di una dentiera mobile, è molto importante capire come si pulisce, affinché si possa mantenere in buone condizioni nel tempo. Anche se negli ultimi anni sempre più persone ricorrono agli impianti dentali piuttosto che la dentiera...
Salute

Come pulire l'apparecchio mobile

Le protesi dentarie rimovibili parziali o totali che siano, richiedono una cura adeguata per tenerle pulite e libere da eventuali macchie. Per una buona cura della protesi dentaria è necessario eseguire delle semplici operazioni quotidiane, ed usare...
Salute

Come evitare la gengivite

La gengivite è una fastidiosa infiammazione dei tessuti della bocca, le gengive appunto, e si contraddistingue a causa della presenza di gonfiori, arrossamenti e sanguinamenti. >Nella quasi totalità dei casi, la gengivite, è una malattia provocata...
Salute

Come pulire la protesi dentaria

La protesi dentaria, al pari dei denti naturali, necessita di cura continua: infatti placca e tartaro, i principali nemici dell'igiene orale, se non vengono adeguatamente rimossi, finiscono col depositarsi sulla dentiera, causando infiammazioni alle mucose...
Salute

Come eliminare l'alito che sa di sigaretta

Come molti fumatori sanno, il vizio del fumo porta con se molti problemi; il primo che si nota tuttavia è senza dubbio quello dell'alito che sa di sigaretta, che può costituire un disagio non indifferente sia per il fumatore ma anche per il suo interlocutore....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.