Come usare il cambio della bicicletta

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Usare il cambio della bicicletta nella maniera corretta dovrebbe essere una delle cose fondamentali da imparare a fare, prima di cimentarsi nell'utilizzo di questo mezzo. Nonostante ciò, molte persone, soprattutto quelle alle prime armi, si trovano spesso in difficoltà ad usarlo, finendo così per accontentarsi di un utilizzo maldestro e casuale del cambio della loro bici. I consigli di seguito riportati valgono prevalentemente per coloro che hanno un cambio con deragliatori, i quali solitamente risultano essere quelli più difficili da usare. Il cambio a deragliatori permette al ciclista di spostare la catena di trasmissione da una ruota dentata ad un'altra di diverso diametro e dentatura; in questo modo è possibile diminuire lo sforzo necessario per affrontare le pendenze più ripide, come ad esempio, una salita impervia.

27

Occorrente

  • Bicicletta
  • Metro pieghevole
  • Carta da scrivere
  • Penna o matita
  • Calcolatrice
37

Scegliere i giusti rapporti

Per imparare ad usare correttamente le marce che si hanno a disposizione sul proprio mezzo, bisogna innanzitutto contare il numero di denti presenti in ciascun ingranaggio della bici. Generalmente il numero è inciso in piccolo sul metallo della corona o del pignone; ma se non dovesse essere così, bisogna necessariamente appuntarsi tutto a mano muniti di carta e penna. Dopo essersi scritti tutti i dati, bisogna inserirli in una tabella, disponendo i denti delle corone sulla prima colonna ed i pignoni sulla prima riga. A questo punto, dopo essersi segnati anche la circonferenza della ruota, si deve applicare la seguente formula: (N°denti pignone/N°denti corona) x (circonferenza della ruota). Il risultato ottenuto rappresenta lo sviluppo metrico della pedalata, ovvero quanti metri di strada si percorrono eseguendo un singolo giro di pedale. Detto questo bisogna identificare la giusta serie di numeri in modo tale che non si presentino doppioni e segnarsi le giuste marce da usare in sequenza per poter sfruttare a pieno i rapporti della propria bicicletta.

47

Pedalare con un ritmo adeguato

Per non rischiare di affaticare troppo i muscoli, si deve mantenere una pedalata costante nel tempo senza eseguire brusche variazioni di velocità. In generale, per un ciclista non agonista, la frequenza ideale si aggira intorno alle 80 pedalate per minuto. È stato scientificamente dimostrato che questo valore è in grado di diminuire lo sforzo totale favorendo la percorrenza di una distanza maggiore con il minor dispendio di energia possibile. Seguendo queste pratiche e semplici istruzioni, ogni aspirante ciclista che si rispetti sarà in grado di non arrivare a fine giornata con le gambe distrutte dalla fatica. Naturalmente con la pratica è possibile sentire autonomamente quale sia la cadenza corretta per ottimizzare al meglio lo sforzo necessario, imparando così ad impostare la marcia giusta per ogni evenienza.

Continua la lettura
57

Consigli pratici per cambiare correttamente

Generalmente con i deragliatori normali, come già anticipato, è più difficile imparare a cambiare le marce; ciò è dovuto al fatto che per far passare la catena da una ruota dentata ad un'altra, bisogna necessariamente essere in movimento. Per questo motivo è bene imparare ad innestare la giusta marcia in anticipo, analizzando la strada e ogni sua asperità. Ad esempio, se ci stiamo avvicinando ad una salita, conviene inserire un rapporto più corto in anticipo di qualche metro rispetto all'inizio della pendenza; infatti risulta difficile, se non impossibile, eseguire questa operazione a salita già inoltrata, dove il cambio diventa più macchinoso e duro. Bisogna pensare alle proprie gambe come una specie di frizione, ovvero si deve essere molto decisi con il comando del cambio, ma al contempo, bisogna alleggerire la pressione sui pedali in modo da favorire il trasferimento della catena da una marcia ad un'altra.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non si possono usare tutte le combinazioni di ingranaggi, bisogna assolutamente evitare che la catena lavori "storta".
  • Esistono coppie di ingranaggi diverse ma che offrono lo stesso rapporto di riduzione, ovvero sono presenti dei "doppioni".
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Esercizio: Crunch Della Bicicletta

Oggi parliamo di: Esercizio: crunch della bicicletta, si tratta di un'esercizio molto utile e valido per chi desidera gli addominali scolpiti o anche solo dimagrire qualche chilo in eccesso. Questo tipo di sport è un'alternativa per chi non ha tempo...
Fitness

7 consigli per praticare il Downhill

Il Downhill è una disciplina nella quale si guida ad alta velocità una bicicletta in discesa e fuoristrada. Scopriremo 7 preziosi consigli per praticare questa attività. Certo, è importante conoscere bene il tipo di bicicletta da poter utilizzare,...
Fitness

I benefici della cyclette

Un regolare esercizio fisico aiuta a gestire il proprio peso, rinforza il sistema immunitario e riduce il rischio di sviluppare malattie croniche. Inoltre, contribuisce al miglioramento del tono dell'umore ed al rafforzamento della propria capacità di...
Fitness

Come allenare i polpacci a casa

Se si pensa ad allenare i polpacci, sicuramente l'attività migliore da compiere è quella di andare in bicicletta. Non sempre è possibile avere il tempo ed una bicicletta a disposizione, per cui, senza rinunciare ad allenare questa parte del corpo,...
Fitness

Come allenarsi con lo spinning

Ciò che andremo a spiegarvi lungo i passi che comporranno la nostra guida sarà darvi delle semplici dritte su come allenarsi con lo spinning. Possiamo cominciare subito, nell'immediato, a impostare un ragionamento interessante su questa tematica.Partiamo...
Fitness

I migliori esercizi per addominali

Se state leggendo questa guida è perché, qualsiasi sia la motivazione, avete deciso di rimettervi in forma. Gli addominali sono dei muscoli e come tali vanno trattati. Prima di fornire un elenco dei migliori esercizi per addominali belli scolpiti è...
Fitness

Come aumentare il fiato

Per aumentare il fiato l'unica soluzione è quella di muoversi. Pratica quindi attività fisica e sport vari, iniziando dal tuo livello per poi aumentare il ritmo poco alla volta. Una delle pratiche più efficaci è l'aerobica, anche se un po' faticosa...
Fitness

Come fare la panca inclinata per addominali

La muscolatura dell’addome è costituita principalmente da due parti: la fascia centrale, che corrisponde al retto dell’addome, e le zone laterali, costituite da tre strati muscolari: obliquo interno, obliquo esterno e muscolo traverso. Tramite esercizi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.