Come togliersi un cerotto senza farsi male

Tramite: O2O 29/10/2014
Difficoltà: facile
14
Introduzione

Sembra una sciocchezza, ma imparare a togliersi un cerotto senza farsi male, può tornare molto utile. Quando si parla di cerotti si pensa solo a quelli piccoli e magari posti sopra a delle insignificanti ferite. Bisogna però considerare a volte le lesioni su cui si pone questa copertura non sono molto piccole, sono ipersensibili e i cerotti a volte sono ben attaccati sopra. In questa guida ti insegnerò un piccolo trucco per evitare di trascorrere quei due-tre minuti di sofferenza quando ti accingi a toglierti un cerotto. Qualcuno potrebbe dirti di fare piano prolungando la "tortura" oppure di dare uno strappo secco sentendo un dolore lancinante. Niente di tutto ciò! Vediamo come puoi fare.

24

Depilare la parte contusa preventivamente

La prima cosa da fare, quando vorrai toglierti un cerotto senza farti del male, consisterà, ove possibile, nel depilare la parte contusa preventivamente. Al momento dello strappo i peli non si attaccheranno dolorosamente al cerotto quando poi dovrai toglierlo. Questo step può ovviamente essere effettuato sia nel caso di una piccola contusione sia se la ferita più estesa. Dovrai comunque fare attenzione alla lama usata per depilarti, perché avendo la zona più sensibile potrebbe facilmente crearti delle irritazioni.

34

Bagnare la parte incerottata con acqua tiepida

La seconda cosa da fare è quella di bagnare copiosamente la parte incerottata con acqua tiepida o con dell'alcool (non ti è consigliato se non sopporti l'eventuale bruciore). In questo modo la colla del cerotto, venendo a contatto col liquido, si scioglierà e in certi casi sarà sufficiente affinché questo venga via da sé, risparmiandoti il fatidico momento dello strappo. Dovrai fare in modo che sia bagnato su tutti i lati per evitare che si stacchi bene solo da una parte e poi rimanga attaccato dall'altra.

Continua la lettura
44

Staccare lentamente i quattro angoli

A volte però, anche dopo l'applicazione di acqua tiepida, il cerotto può risultare ancora abbastanza saldo da poter levare. Questo succede solitamente quando si è lasciato il cerotto troppo a lungo, o quando hanno un collante un po' più forte del normale. Il mio consiglio è questo: dovrai partire con lo staccare lentamente i quattro angoli, che solitamente sono quelli più critici. La parte centrale del cerotto ha infatti quel cuscinetto di garza protettivo che non incolla e dovrebbe venir via senza troppi fastidi. Cerca di fare l'operazione senza fretta e di fare attenzione alla ferita sottostante per evitare di peggiorarla o di riaprirla. Distrarti ti aiuterà a non focalizzare la tua mente sulla parte dolorante quindi metti un bel sottofondo musicale e vedrai che in poco tempo nemmeno ti accorgerai di averlo tolto.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Salute

Come far cicatrizzare velocemente una ferita

A chiunque sarà già capitato di ferirsi quando meno se lo aspetta: durante le pulizie domestiche, mentre lavoriamo, se scivola un vaso di vetro o un bicchiere sul pavimento e cerchiamo di raccoglierne i frammenti senza utilizzare dei guanti resistenti....
Salute

Come togliere una spina infilata nella pelle

È capitato a tutti almeno una volta, di sentire quella fastidiosa sensazione di puntura di spillo nelle mani o nei piedi e tutti abbiamo cercato disperatamente di trovarne la causa, scrutando e schiacciando morbosamente la zona infastidita. Ebbene si,...
Salute

Come curare il giradito

Il giradito è un'infezione abbastanza comune che si manifesta prevalentemente tra le persone che amano rosicchiare le loro unghie e pellicine, anche se può verificarsi a livello dei piedi negli atleti che praticano sport di endurance o in pazienti diabetici....
Salute

Ritenzione idrica: come riconoscerla

La ritenzione idrica, chiamata anche edema, si riscontra quando il corpo comincia ad accumulare una quantità eccessiva di liquidi nei tessuti, che generalmente vengono irrorati dalla circolazione sanguigna. In condizioni normali, il sistema linfatico...
Salute

Come eliminare l'elettricità statica dal corpo

L'elettricità statica si verifica quando le cariche elettriche si accumulano sulla superficie di un corpo. Questo è comunemente il risultato di due materiali che si allontanano o si strofinano fra loro. Ad esempio, strofinando i piedi su un tappeto...
Salute

5 motivi per camminare scalzi

Che ci siano almeno 5 buoni motivi per camminare scalzi è assodato: qualcuno ha persino pensato che valesse la pena coniare un nome apposito. Si chiama "gimnopodismo", un termine alquanto complesso per riferirsi a una pratica che intende riportare a...
Salute

Come aiutare una persona malata a sentirsi meglio

Uno degli aspetti più brutti della vita in generale è quello di trovarsi con un proprio caro o semplicemente un conoscente in una situazione di malessere fisico grave. Parte del nostro percorso, infatti, consiste nel relazionarsi e avvicendarci in situazioni...
Salute

Cervicale: 5 rimedi omeopatici

La cervicale è un dolore persistente nella zona del collo. Spesso il fastidio riguarda anche la parte alta della schiena, le spalle e le braccia. Oltre a far male, la cervicale da anche altri segnali: formicolii, collo bloccato, vertigini, nausea, giramento...