Come sviluppare i gruppi muscolari più difficili

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Tutti i culturisti naturali sanno che esistono gruppi muscolari che mostrano una notevole reticenza alla crescita, sebbene vengano allenati regolarmente e con varie tecniche diverse. Si tratta, in primis, dei polpacci, già perennemente stimolati e quindi abituati alle fatiche. Dei glutei, stesso discorso, e dei dorsali, che invece sono scarsamente adoperati nella vita quotidiana. Ecco un breve vademecum per sviluppare i gruppi muscolari più difficili.

25

Cominciamo dal "basso", quindi dai polpacci. È innegabile il fatto che gli attrezzi normalmente usati per tali muscoli siano efficaci, ma il modo migliore, a mio avviso, è davvero molto "artigianale". Vediamo come fare. Per prima cosa procurati un paio di vecchie scarpe da ginnastica, di qualsiasi tipo. Da un pezzo di legno ricava due cubetti del lato di cm 10 circa. Se non li hai sottomano, chiedili al falegname. Magari li ha tra i residui di legname da buttare.

35

Con abbondante colla del tipo "Collaprene" fissali sotto le punte delle scarpe in modo che alla calzata si trovino sotto il tuo avampiede. Rivesti, con un pezzo di gomma ricavato da vecchie camere d'aria, il lato del cubo, quindi bloccalo con il collante. Una volta che le parti si saranno ben attaccate, indossa le scarpe e, senza correre, cammina, a passo sostenuto, per almeno quindi minuti senza interruzione. Ti consiglio di svolgere questa passeggiata optando per un luogo tranquillo dove non scorrazzino né automobili né motociclette. Ti raccomando di fare molto attenzione alle storte. In soli due mesi, ti accorgerai che il volume dei tuoi polpacci si sarà notevolmente incrementato e che la loro definizione sarà più rimarcata a tutto vantaggio della tua estetica. Per merito di questo stratagemma, le tue scarpinate renderanno i tuoi movimenti più sciolti, inoltre, ti permetteranno di evitare il rilassamento muscolare.

Continua la lettura
45

I glutei sono un'altra parte del corpo che non si sviluppa facilmente, pertanto il modo migliore per svilupparli è fare i cosiddetti affondi. Dovrai metterti In piedi con le gambe unite, quindi portare il piede destro avanti, fino a che il ginocchio sinistro non tocchi quasi terra. Procedi con 20 ripetizioni, poi cambia lato. Dovrai eseguire questo esercizio 3 volte a settimana, almeno 4 serie per ogni lato. Questo allenamento aiuta anche i muscoli delle cosce. L'immagine, a fianco, ti mostra il movimento da eseguire. Il personaggio in figura ha in mano dei pesi, inizialmente, ti propongo di non utilizzarne, fallo solo dopo una settimana di addestramento, tenendoli molto bassi e di una gravità, per mano, intorno ai 4kg. Puoi anche fare questo esercizio camminando, magari sul tapis roulant messo in lieve salita, senza nessuna zavorra.

55

E veniamo ai dorsali. Se i classici esercizi non danno risultati apprezzabili, ti indico una cosa del tutto inusuale da svolgere. Dopo esserti seduto per terra davanti al cavo, cui avrai applicato la sbarra per i bicipiti da 50 cm circa, impugnala a dorsi delle mani posizionate in alto. Poi tira fino al petto. Anziché un numero di ripetizioni ben preciso, prosegui per 10 minuti senza fermarti. Del resto non è così che fanno i rematori del canottaggio? Il peso dovrà essere il 50- 60% di quello con cui, in massa, fai 10 ripetizioni. Ripeti poi la cosa al Pulley Basso con la maniglia stretta. Questo lo farai 1 volta a settimana per 2 mesi.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

5 consigli per evitare i crampi muscolari

I crampi muscolari possono colpire davvero chiunque e non solamente gli sportivi, amatoriali o agonisti che siano. Questo disturbo è in sostanza un irrigidimento, o tenace contrazione sempre involontaria di un determinato muscolo, che appunto non si...
Fitness

Come sviluppare i pettorali interni

Negli ultimi anni si è accentuata la tendenza a praticare esercizi ginnici, sia per la bellezza, ma anche per il benessere e per mantenere la forma fisica. Sempre più persone di ogni età, infatti si iscrivono a corsi e ad attività specifiche, a livello...
Fitness

Esercizi semplici per evitare le contratture muscolari

È importante fare attività motoria, ma è indispensabile saperla fare bene per prevenire malesseri inopportuni. Infatti, se praticando la disciplina sportiva desiderata ci astenessimo dal buon riscaldamento iniziale o, stimolassimo durante la stessa,...
Fitness

Esercizi per sciogliere le contrazioni muscolari

Il corpo è mezzo attraverso il quale possiamo esprimere o un disagio o una sensazione di benessere. Talvolta però, possono capitare contrazioni muscolari, provocando fastidiosi dolori. I più colpiti da questo disturbo sono coloro che conducono una...
Fitness

Come sviluppare l'intensità nell'allenamento di Basket

L'intensità di una sessione di allenamento può essere valutata sia in base al grado di difficoltà che in base alla durata. Bisogna dire che il metabolismo adoperato durante il basket è prevalentemente di tipo anaerobico, infatti gran parte dello sforzo...
Fitness

Come sviluppare i tricipiti

Allenare il proprio corpo e mantenersi in forma è fondamentale per avere una vita sana e attiva. Molte persone per fare ciò si iscrivono in palestra seguendo i corsi proposti oppure rivolgendosi a qualche personal trainer. Per ogni gruppo muscolare...
Fitness

Come sviluppare i muscoli senza andare in palestra

Se hai deciso di dedicarti seriamente alla tua forma fisica, le due principali alternative sono andare in palestra o allenarti a casa.Quest'ultima scelta è sicuramente più pratica: ti puoi allenare quando vuoi, in un ambiente confortevole e tranquillo,...
Fitness

Come allenare la schiena

Nel corpo di un uomo in particolare, ma è un discorso valido anche per le donne, sviluppare in modo armonioso i muscoli della schiena permette di sfoggiare un fisico tonico e allenato senza limitarsi a potenziare solo i gruppi muscolari presenti su braccia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.