Come superare una perdita di memoria a breve termine

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il cervello umano sfrutta due tipologie di memoria, ovvero quelle a lungo ed a breve termine. Quest'ultima conserva informazioni fulminee e dati recenti (come il nome di uno sconosciuto o un luogo di passaggio). La perdita temporanea della memoria a breve termine rappresenta un problema comune ed interessa qualunque ceto sociale. Le ragioni di tutto ciò sono una caduta accidentale, un leggero attacco ischemico transitorio (TIA), l'alcolismo o l'invecchiamento generale. Il disturbo momentaneo condiziona la vita quotidiana del paziente. La non capacità di ricordare gli eventi o le azioni recenti disorienta e spaventa. Per superare la perdita di memoria a breve termine, è importante l'affetto costante e la vicinanza di familiari e/o amici. Nel seguente tutorial vediamo dunque come bisogna comportarsi in questo caso e qualche piccolo accorgimento giornaliero funzionale.

27

Occorrente

  • Pazienza
  • Tatto
  • Discrezione
  • Riposo notturno
  • Alimentazione giusta
37

Mostrare foto ed interagire spesso, mantenendo la calma

Molto funzionali per far ritornare una persona alla realtà possono essere i parenti. Questi hanno ogni mezzo necessario per agire verso il recupero della memoria a breve termine. I familiari potranno mostrare fotografie ed interagire con lui, avendo sempre la massima discrezione ed una notevole dose di pazienza. La perdita di memoria a breve termine determina il mancato riconoscimento degli individui, che dovranno adoperare il tatto per far capire chi sono. Il paziente, i suoi amici ed i suoi parenti devono quindi avere parecchia calma e aspettare che il tutto venga stabilizzato.

47

Conversare tanto e considerare tutto (gesti, profumi, canzoni, ecc.)

La conversazione rappresenta pertanto una delle migliori strade che invogliano il paziente a ricordare nel breve termine. Questo consente infatti di fare collegamenti con il passato, anche grazie a qualche oggetto speciale. In questo modo, il cervello umano viene sollecitato e gli stimoli causati possono fornire benefici. Nel presente contesto, bisogna veramente considerare tutto (incluso un determinato profumo). Da prendere in considerazione sono inoltre un gesto oppure un brano musicale. È importante comunque non scoraggiarsi e non far demoralizzare chi ha perso la memoria a breve termine. Esclusivamente così la situazione non dovrebbe peggiorare.
.

Continua la lettura
57

Seguire un programma giornaliero fatto di riposo, buona alimentazione e giochi di logica

La memoria a breve termine non si cura assumendo farmaci, i quali possono soltanto alleviare il problema. Abbastanza funzionale è avere un programma quotidiano da seguire per facilitare l'esistenza del paziente. Il suo cervello dovrà avere il giusto riposo, al quale non dovrà assolutamente mancare un corretto regime alimentare. Alla base dell'alimentazione devono esserci il pesce, la frutta e la verdura. La memoria a breve termine si può aiutare inoltre tramite dei giochi online o cartacei riguardanti la logica. Ecco dunque come far superare una perdita di memoria a breve termine.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In caso di perdita di memoria a breve termine, non bisogna scoraggiarsi mai: occorre invece cercare di pianificare la vita, rendendola il più semplice possibile e rientrando in una sorta di routine quotidiana.
  • Curare molto l'alimentazione ed il sonno notturno.
  • Esercitare quotidianamente la mente con dei giochi di memoria e logica.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Come esercitare la memoria a lungo termine

I ricordi a lungo termine, naturalmente sbiadiscono quando si invecchia, questo è del tutto normale. In generale l'effetto è aggravato dallo stress e dalle malattie, quindi vale la pena creare un sano stile di vita a basso stress e mantenere il sistema...
Psicologia

5 consigli per superare la perdita del proprio cane

Il cane è il migliore amico dell'uomo per antonomasia. Non è solo un animale, ma spesso è un amico, un compagno di vita, un vero e proprio membro della famiglia sul quale riversare amore e cure. Perciò quando ci lascia, ci affligge un dolore immenso...
Psicologia

Come esercitare la memoria visiva

La capacità di memorizzare luoghi, volti, oggetti, o anche semplici simboli caratterizza la vita di tutti i giorni. Se pensiamo solamente ad una semplice azione quale quella di andare a trovare un amico possiamo capire che dobbiamo far uso della nostra...
Psicologia

Come superare l'ansia da studio

La pila di libri di testo da dover studiare, soprattutto nel periodo degli esami, sembra quasi trasformarsi in un mostro in procinto di sbranare lo studente terrorizzandolo fino al punto di generare uno stato di ansia e paura. Al fine di non cadere in...
Psicologia

Come aiutare una persona a superare un periodo difficile

Nella vita di ognuno di noi capitano momenti difficili. Magari la perdita di una persona cara, una malattia, o semplicemente avvertiamo un mal di vivere che ci attanaglia. Anche se non abbiamo subito nessuna perdita importante e in apparenza nulla ci...
Psicologia

Come superare la malinconia

Ogni tanto ci sentiamo tristi e fuori luogo, niente di quello che ci circonda colpisce in modo particolare il nostro interesse. Ogni gesto, anche il più semplice, può diventare un'impresa impossibile. Ci sentiamo apatici e rimuginiamo di continuo su...
Psicologia

Come superare l'ansia da approccio

All'interno di questa guida andremo a occuparci di conoscenze personali. Nello specifico, vedremo tutte le problematiche inerenti all'approccio, e proveremo a trovare una soluzione. Come avrete già letto nel titolo della guida, ora vedremo come superare...
Psicologia

Come superare la paura degli spazi chiusi

La claustrofobia, ossia la paura degli spazi chiusi, è una fobia che colpisce molte persone. A causa della claustrofobia alcune persone sentono la mancanza d'aria ed in modo particolare la tachicardia quando si trovano in spazi chiusi o comunque angusti....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.