Come stappare le orecchie dopo aver nuotato

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Tutti gli appassionati di mare e piscina, di chi ama nuotare o semplicemente divertirsi a fare tuffi con gli amici, ma anche tutti i professionisti degli sport fatti in acqua, avranno sicuramente affrontato il problema delle orecchie che si tappano. Un vero problema, un fastidio insopportabile, che se non si conosce un rimedio o si liberano in breve tempo, diventa un fastidio tremendo. Ma come bisogna fare per stapparle? Esistono dei metodi semplici e veloci? Bisogna mica ricorrere al medico o all'aiuto di altre persone? Bisogna mica ricorrere ad aggeggi strani oppure utilizzare medicinali? Ma soprattutto metodi senza ricorrere a nulla di particolare. In questo guida andremo ad affrontare questo tema, indicheremo, attraverso vari step, come stappare le orecchie dopo aver nuotato. Risulterà la cosa più semplice e banale che abbiate mai fatto, ma soprattutto vi donerà tanto sollievo farlo e averlo imparato a fare.

26

Occorrente

  • Gocce per sciogliere il cerume
  • Coni di cera da bruciare
  • Deglutire
  • Decompressione dell'orecchio
36

Fare dei controlli e pulizia periodici

Oltre alla presenza di acqua nell'apparato uditivo, che può essersi introdotta accidentalmente nell'orecchio, questa sintomatologia (orecchio tappato), è spesso dovuta alla presenza di un tappo di cerume (che ha lo scopo di mantenere il condotto uditivo morbido) che, sollecitato dall'ingresso dell'acqua o dalla spinta esercitata da quest'ultima per motivi di pressione, tende a spostarsi verso l'interno, ostruendo, in questo modo, il canale auricolare e determinando la fastidiosa sensazione dell'orecchio chiuso o tappato. Vi consiglio, quindi, di andare almeno una volta all'anno dall'ottorino per far controllare le vostre orecchie in modo che, qualora fossero presenti tracce di cerume, anche di piccole dimensioni, il dottore possa rimuoverle. Queste operazioni non sono chirurgiche, ma semplici operazione che uno specialista dell'udito compie generalmente con velocità e semplicità.

46

Usare i coni di cera

Per stappare un orecchio tappato si dovrà ricorrere a varie metodiche. Se l'ostruzione è dovuta ad un tappo di cerume che si è spostato, è opportuno ricorrere alle gocce che favoriscono il disciogliersi del cerume. In alternativa, potete utilizzare i coni di cera (comunemente conosciute come candele) che sono acquistabili in farmacia. Le candele, sono facilmente reperibili anche al supermercato. Una volta che avrete rimosso il cerume, l'orecchio sarà stappato e tenderà, di conseguenza, a tapparsi con minor frequenza. Questo risulterà essere un grande vantaggio.

Continua la lettura
56

I movimenti giusti da fare

Qualora si voglia stappare un orecchio che non presenta particolari complicanze al suo interno, (tappi di cerume, otiti, ecc...), basterà scuotere la testa da un lato e smuovere il padiglione con il palmo della mano. Vi consiglio anche di tirare il lobo inferiore e la parte superiore del padiglione, in modo da favorire la fuoriuscita dell'acqua. Esistono anche metodi più "caserecci". Tra questi troviamo sicuramente quello della gomma da masticare. Vi basterà masticarne una e dovrebbe stapparsi subito l'orecchio. Infine potete provare a deglutire. Tappate il naso con l'indice e pollice, ingoiate la saliva e soffiate l'aria verso le orecchie rimanendo con la bocca chiusa ed il naso tappato. La stessa manovra si attua in aereo o in montagna, quando l'alta quota favorisce la chiusura del condotto uditivo, diminuendo l'udito temporaneamente. Ricordatevi che bere dell'acqua e deglutire anche senza ingerire nulla oppure restare con la testa rivolta a lato per qualche minuto, se occorre anche più di 5, sono i migliori metodi. Ricordarsi che usare i tappi in piscina è anche una valida alternativa per risolvere il problema, questo evita che si presenti sempre, almeno quando si possono usare si usano, ma a volte per diverse ragioni non si possono usare, ma se potete è un bene.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come fare la panca inclinata per addominali

La muscolatura dell’addome è costituita principalmente da due parti: la fascia centrale, che corrisponde al retto dell’addome, e le zone laterali, costituite da tre strati muscolari: obliquo interno, obliquo esterno e muscolo traverso. Tramite esercizi...
Fitness

5 esercizi per bicipiti e tricipiti senza attrezzi

Allenarsi in casa è un'alternativa per chi ha poco tempo e non può frequentare assiduamente una palestra. Allenandosi in casa si possono ottenere risultati che non hanno nulla da invidiare a quelli ottenibili in palestra. Bisogna sapere però come allenarsi....
Fitness

Come fare gli addominali in piedi

L'allenamento dei muscoli addominali rappresenta un fattore molto importante per tutte quelle donne che desiderano avere la pancia piatta, nonché per tutti gli uomini che vorrebbero avere il cosiddetto addome "a tartaruga". Tradizionalmente, sia gli...
Fitness

Come tenere una buona hollow position

Coloro che si dedicano a programmi di fitness guidati dal punto di vista funzionale conoscono sicuramente la hollow position, che è caratterizzata da un accorciamento della porzione anteriore (frontale) del busto, dall'inclinazione pelvica posteriore,...
Fitness

Come rilassare i muscoli del viso

Al giorno d'oggi, quasi tutti siamo protagonisti di una vita frenetica e stressante, che lascia ben poco spazio al tempo libero e ci lascia sfiniti una volta tornati a casa la sera. Gli effetti dello stress sono tanti: insonnia, mal di testa, nervosismo,...
Fitness

Come praticare la posizione del leone nello yoga

Lo yoga offre, nel suo ampio apparato di asana, alcune posture che contribuiscono a ripulire i setti nasali e le prime vie respiratorie, migliorandone il funzionamento. L'approccio più corretto è quello dato soprattutto dalla comprensione del significato...
Fitness

Come avere uno chignon perfetto per la danza classica

L'elegante chignon è, per eccellenza, l'acconciatura preferita da tutte le ballerine. Esso ha un ruolo importantissimo nell'estetica della disciplina della danza classica, tiene raccolti i capelli, libera il viso e conferisce piena libertà ai movimenti...
Fitness

Come dimagrire con i jumping jacks

Dimagrire e perdere parecchio peso in poco tempo non è assolutamente facile ne per gli uomini ne per le donne. La dieta prescritta da un qualsiasi dietologo, può sicuramente essere molto efficace per equilibrare e gestire al meglio l'assunzione di cibo,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.