Come spezzare il fiato mentre si corre

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Quante volte abbiamo avuto il desiderio di fare una bella corsa, soprattutto in primavera, e subito dopo vi abbiamo rinunciato perché "il fiato non ci regge". Ecco dunque che bisogna imparare a "spezzare il fiato", specialmente mentre si corre. Ma cosa si intende, in pratica, per "spezzare il fiato"? Si tratta di dover allenare il proprio fisico affinché possa raggiungere il giusto grado di attivazione tra frequenza cardiaca e attività polmonare. Una volta raggiunto l'obiettivo, infatti, la corsa diventerà decisamente più fluida, le gambe si muoveranno quasi da sole e non si avvertirà la fatica dello sforzo. I muscoli risulteranno perfettamente ossigenati e pieni di energie da imprimere nella corsa. Ma come fare per riuscire a ottenere considerevoli miglioramenti nello "spezzare il fiato"? Ecco allora qualche consiglio...

28

Occorrente

  • frequenzimetro da polso
  • contapassi
  • dieta equilibrata
  • bevande ricche di sali minerali
  • abbigliamento adatto alla corsa
38

Iniziare gli allenamenti gradualmente

Capiamo innanzitutto che è il sistema nervoso centrale a comandare tutta la nostra attività fisica e si possono impiegare dai 15 ai 30 minuti per portare il nostro fisico al top. È un po' come quando i piloti di formula uno, prima di partire per la competizione, sono al box e fanno riscaldare l'auto sulla quale devono correre. Portano piano piano il motore a un tale numero di giri da essere poi pronti per la gara che li attende. Così capita anche all'atleta che vuole competere in una gara di corsa, perché deve rinforzare al meglio il fisico e far sì che possa "spezzare il fiato", ma senza oltrepassare certi limiti che sarebbero poi pericolosi.

48

Allenarsi in modo costante

È importante, in particolare per un atleta che si accinge a svolgere una gara ma a per chi vuol praticare della semplice corsa per tenersi in forma, fare un giusto riscaldamento, in maniera regolare e ripetitiva, per preparare il fisico a "spezzare il fiato" e raggiungere livelli molto alti nella prestazione. Molti atleti, durante una corsa, preferiscono aumentare il ritmo solo negli ultimi 5-10 minuti e quindi riescono "a spezzare il fiato" nel modo giusto. Altri atleti, invece, fanno un riscaldamento più blando, ma mirato allo scopo. Ricordiamo, in ogni caso, che un buon riscaldamento aiuta ad attivare il metabolismo e la funzionalità di molti organi come il cuore, il fegato, i polmoni e i reni.

Continua la lettura
58

Adattare il corpo all'ambiente

Infine, viene attivata la produzione di adrenalina e il riscaldamento aiuta l'atleta a concentrarsi prima dell'inizio della gara (o della corsa in genere). Ma per sapere "spezzare il fiato" nel modo corretto bisogna tener presenti anche fattori come l'età, il livello di preparazione e il tipo di gara che si deve disputare. Anche il clima ha la sua importanza: infatti, in estate il riscaldamento di un atleta dovrebbe essere ridotto al minimo per far sì che non si perdano troppi sali minerali, mentre d'inverno, con le temperature più fredde, i tempi del riscaldamento si possono allungare e si devono tenere i muscoli sempre ben coperti e al caldo.

68

Riscaldare i muscoli prima di iniziare

Un buon riscaldamento adatto allo scopo può essere una piccola corsa d'inizio piuttosto lenta aumentano ritmo e velocità negli ultimi minuti. Non andate mai di fretta, ma prendetevi tutto il tempo necessario. Non meno importanti sono gli esercizi di stretching prima dell'inizio di una gara, utili per riscaldare i muscoli e renderli elastici e pronti ad affrontare gli sforzi, diminuendo così anche i rischi di stiramenti e strappi.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Sarà bene, durante la corsa, tenere sotto controllo la frequenza cardiaca per evitare squilibri ed affaticamente improvvisi eccessivi. Potrete farlo attraverso l'uso di un pratico frequenzimetro da polso.
  • Utilizzate anche un contapassi così da calcolare di volta in volta il percorso fatto durante la corsa, per poter intensificare gradualmente l'allenamento anche allungando il percorso.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come aumentare il fiato

Per aumentare il fiato l'unica soluzione è quella di muoversi. Pratica quindi attività fisica e sport vari, iniziando dal tuo livello per poi aumentare il ritmo poco alla volta. Una delle pratiche più efficaci è l'aerobica, anche se un po' faticosa...
Fitness

Come migliorare il fiato

L'atto della respirazione è un intervallarsi di inspirazioni ed espirazioni. Grazie a questo meccanismo riusciamo a immagazzinare la giusta quantità di ossigeno di cui il nostro organismo ha bisogno giornalmente. Inoltre possiamo garantirci un ricambio...
Fitness

Come proteggere le ginocchia quando si corre

Correre è una delle attività sportive più salutari e divertenti che si possano fare. Anche se ogni tanto può avere delle controindicazioni, come ad esempio per le articolazioni del ginocchio, la parte più soggetta agli urti e le vibrazioni. Alla...
Fitness

Allenamento per i glutei sul tapis roulant

Il tapis roulant è da tempo uno strumento che fa parte delle palestre e troviamo spesso anche nelle nostre abitazioni. Può essere usato per moltissimi tipi di esercizi, dal rassodamento dei muscoli alla semplice perdita di peso. È diventato un attrezzo...
Fitness

Come respirare durante gli allenamenti

Respirare è un gesto naturale, istintivo, che compiamo in modo involontario, tuttavia possiamo in parte controllare questo atto fisiologico: pensate a quante volte avete trattenuto il fiato per qualche secondo o avete preso una bella boccata d'aria in...
Fitness

Come scegliere lo sport migliore per l'estate

In estate la voglia di fare sport è sempre maggiore che in altre stagioni: c'è chi vuole farlo per tenersi in forma e perdere quei chili di troppo, chi per tenersi occupato (soprattutto gli adolescenti che, in questo periodo, non hanno molte alternative...
Fitness

Come fare la panca inclinata per addominali

La muscolatura dell’addome è costituita principalmente da due parti: la fascia centrale, che corrisponde al retto dell’addome, e le zone laterali, costituite da tre strati muscolari: obliquo interno, obliquo esterno e muscolo traverso. Tramite esercizi...
Fitness

Come correre per bruciare grassi

È risaputo che correre fa bene alla salute. Aiuta infatti la circolazione sanguigna, mantiene la pressione bassa, ossigena i polmoni, migliora le articolazioni e soprattutto mantiene in forma il proprio corpo. Molti corrono principalmente con l'intento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.