Come sottoporsi all'ipnosi regressiva

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Durante la vita, potrebbe capitare che un evento determinato, che di frequenza non è un evento positivo totalmente, e possa far riemergere dei malesseri che sono personali della persona stessa umana. Molte volte non si possono sopportare i malesseri o meglio ancora non si riesce a capire bene da cosa possano derivare, specialmente in quanto non si riesce a motivare il senso di confusione ed inquietudine che affligge una persona.
Nel seguente pratico e breve articolo, vi spiegheremo perciò come occorre sottoporsi all'ipnosi regressiva, in modo che possiate rimettere le vostre cose in ordine, tornando ad essere tranquilli. Nelle situazioni successive, occorre scavare nell'inconscio di ognuno di noi, facendo tornare a galla delle cose dimenticate apparentemente, però che restano sempre lì pronte presentandosi nel momento meno adeguato e provocando sia disagi che afflizioni. Nelle situazioni successive, occorre scavare nell'inconscio di ognuno di noi, facendo tornare a galla delle cose dimenticate apparentemente, però che restano sempre lì pronte presentandosi nel momento meno adeguato e provocando sia disagi che afflizioni. Buona lettura!

26

Occorrente

  • Centro di psicoterapia e psichiatria
  • Psichiatra o psicoterapeuta
  • Pazienza e serenità
36

L'ipnosi regressiva è un metodo usato dai psicoterapeuti bravi

L'ipnosi regressiva è un metodo usato dai psicoterapeuti bravi che, stabilendo una particolare relazione comunicativa con il paziente, riuscirà a scavare nel proprio inconscio, più precisamente sarà portare tutto questo a far ritornare bene in vista degli istanti, dei traumi, delle situazioni che si pensavano essere superati e passati, però che erano solo nascosti o rimasti chiusi nel cassetto del passato, saltando fuori per rovinare il presente. Sottoporsi all'ipnosi regressiva è prendere coscienza dell'esistenza di un passato di dilemma, riflettendosi in modo negativo sul vivere della giornata, disturbando la quieta esistenza del giorno.
Mediante l'ipnosi regressiva, si ritornerà indietro con la mente, nel periodo dell'adolescenza oppure direttamente all'infanzia, dove certi contenuti e alcune radici simboliche di situazioni profonde, che apparentemente sembrano superate dovranno essere sradicate e risolte completamente.

46

Occorrerà sottoporsi a sedute delle ipnosi regressive

Non tutte le persone hanno la possibilità di sottoporsi alle sedute delle ipnosi regressive, e solo lo psicoterapeuta sarà in grado di stabilire se tale metodo aiuterà al proprio paziente, dopo un primo incontro con lui: se dopo il colloquio iniziale il risultato sarà positivo, si concorderà un altro appuntamento dove verrà fatta la prima seduta.
Questa seduta consisterà nell'induzione del paziente ad uno stato di tranche, dove lo stesso paziente verrà guidato soltanto ed esclusivamente dalla voce del medico, oppure da rumori che sono suoni: tale fase introduttiva precede con varie altre sedute che saranno tenute ogni due settimane mediamente circa l'una dall'altra, e saranno quindi spalmate in modo esatto.

Continua la lettura
56

Gli incontri saranno guidati da un vero professionista

Vi consigliamo quindi sempre di affidarvi ai professionisti veri, che saranno in grado di valutare i benefici ed anche gli effetti eventuali negativi che ci possono essere. L'andamento delle sedute e degli incontri verrà guidato dal professionista che dovrà seguire gli effetti in modo accurato, ed anche le risposte con le conseguenze eventuali delle stesse sul paziente. L'ipnosi regressiva non è una passeggiata. Per curarla vi sarà utile una tecnica semplice. Durante le fasi del trance ipnotico, lui verrà condotto in un momento particolare che è chiamato "gioco-forza" con il passato che sarà finalizzato a restituirgli quella fiducia ormai persa e ormai così lontana, purtroppo non più presente. Inoltre gli restituirà anche quel potere sia a livello psicologico che fisico su sé stesso ed anche sulle proprie gesta, ritrovando in modo progressivo la serenità esatta di sempre.
Con il metodo seguente, infatti, si andranno a risolvere le problematiche di comportamento che provocano disagio e fastidio. Tutto questo sfocerà a lungo andare in attacchi di panico, in un'ansia esagerata, depressione forte e continua, fino ad arrivare a curare anche i disturbi legati all'alimentazione del paziente.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitate i CD o gli audiovisivi del "fai da te".
  • L'ipnosi regressiva è sconsigliata per i bambini, le donne in dolce attesa e chi assume anti-convulsivi.
  • Non sottovalutate questa pratica e intraprendetela seriamente.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Ipnosi: le controindicazioni

Sentiamo spesso parlare di "ipnosi", ma non tutti sanno esattamente di cosa si tratta. La parola "ipnosi" ha origine dalla parola "sonno", ma in realtà lo stato di ipnosi è uno stato alterato di coscienza, che non somiglia nè al sonno nè alla veglia....
Psicologia

Come superare la paura degli aghi

La paura degli aghi è una fobia abbastanza diffusa negli adulti; essa comporta la difficoltà di sottoporsi a cure mediche che prevedono l'utilizzo di tali strumenti. Per questo motivo è fondamentale riuscire a superare questo tipo di paura in quanto...
Psicologia

Come interpretare i sogni secondo la Scuola Freudiana

Sigmund Freud è considerato il padre della psicoanalisi moderna. Egli formulò un'ipotesi teorica sull'analisi psicodinamica dei sogni, il cui assunto di base è quello secondo il quale i sogni sono dei desideri inconsci che operano nella psiche umana,...
Psicologia

Come superare la coazione a ripetere

La coazione a ripetere può essere riassunta, secondo le teorie della psicanalisi elaborate dal padre della psicanalisi Sigmund Freud, come la necessità di rivivere situazioni che suscitano dolore nel tentativo di superarle. Con il termine coazione si...
Psicologia

Come affrontare un intervento chirurgico

Il corpo umano è una macchina finemente regolata, composta da diversi organi e tessuti che, in concomitanza, ne permettono il funzionamento e l'interazione con il mondo esterno. I problemi di salute sono tra le cose più difficoltose da affrontare nella...
Psicologia

5 modi per non soffrire il solletico

Il solletico è una reazione incontrollata e fisiologica data dallo sfioramento di zone molto sensibili alla stimolazione tattile come ad esempio la pianta dei piedi, prima fra tutte, poi fianco, ascelle. Le zone e l'intensità del solletico cambiano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.