Come sostituire il miele con il malto

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

A chi è solito cucinare, sicuramente sarà capitato di ritrovarsi con qualche ingrediente mancante nel bel mezzo della preparazione di una ricetta. Quando si verificano questi inconvenienti, le alternative sono davvero poche e spesso siamo costretti a rinunciare alla nostra ricetta preferita se non abbiamo viglia di uscire ad andare a comprare quell'ingrediente di corsa. In questo caso possiamo bussare alla porta della nostra vicina per chiedere aiuto, oppure possiamo cercare un valido sostituto e portare a termine la nostra preparazione. Il miele è un ingrediente importante che non sempre è possibile rimpiazzare con un dolcificante qualsiasi. Nei passi della seguente guida scopriremo in particolare come sostituire il miele con il malto.

27

Occorrente

  • Malto
37

Fermentazione

Nei dolci solitamente viene utilizzato lo zucchero, sia bianco che di canna; è però risaputo che il miele è decisamente molto meno calorico e non fa male ai denti, inoltre ha anche tantissime proprietà benefiche per l'organismo. Tuttavia, potrebbe succedere che nella nostra dispensa non ci sia più miele e non ce ne siamo accorti. Come fare se però siamo già con le mani in pasta? Semplice! Sostituiamolo con il malto d'orzo. Questo ingrediente è una sorta di dolcificante naturale che viene ottenuto in seguito a vari processi, tra cui la fermentazione dei cereali. L'orzo viene maltato e i cereali si cuociono a vapore. Quindi viene miscelato il tutto per bene, affinché gli enzimi convertano in maltosio l'amido dell'orzo. Il malto ha infatti un sapore dolciastro e può variare a seconda del tipo di cereale di cui esso è composto. Per questo motivo potremo scegliere di utilizzare, oltre al malto d'orzo, anche il malto di riso o di mais.

47

Lievitazione

Il malto, quindi, costituisce un'alternativa molto valida e salutare ai più comuni dolcificanti che normalmente vengono utilizzati in cucina. Pertanto, potremmo utilizzarlo per dolcificare non soltanto le torte o i biscotti, ma anche per le bevande come il tè, il caffè, il latte o il cappuccino, i quali risultano essere molto saporiti con l'aggiunta del malto. Inoltre, il malto può essere utilizzato anche durante la preparazione di pane o focacce, in quanto favorisce la lievitazione naturale di questi impasti. Ma non finisce qui: utilizzare il malto significa anche fare una scelta salutare, in quanto si tratta di un prodotto biologico altamente energetico. Oltretutto si presta molto bene anche nella dolcificazione delle macedonie, per condire la frutta o semplicemente per essere spalmato su una fetta di pane.

Continua la lettura
57

Consumo

Il malto possiede molte caratteristiche e proprietà nutritive, poiché è uno degli alimenti inseriti nella dieta degli atleti, o comunque di tutti coloro che praticano molta attività fisica, anche a livello agonistico. La motivazione è molto semplice: quando viene assunto del malto, l'organismo riceve immediatamente un'elevata carica di energia come beneficio. Per questo motivo, chi si allena o deve affrontare delle gare o delle competizioni di lunga durata, è l'alimento ideale anche perché non comporta nessuna controindicazione. Anzi. Esso apporta tutte le calorie necessarie al corpo in breve tempo per affrontare dei notevoli sforzi fisici. Il malto, inoltre, rende il tasso glicemico costante e dona al corpo delle importanti dosi di magnesio, potassio, sodio, amminoacidi e maltosio. Ovviamente, come ogni alimento, è necessario consumarlo sempre in quantità misurate, senza mai eccedere. Infatti, chi oltrepassa il limite di assunzione giornaliero può incorrere nel rischio di avere degli effetti lassativi. Per tale ragione, è consigliabile assumerlo al posto del miele ma senza abusarne per nessun motivo.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non abusiamone, altrimenti avremo effetti lassativi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Miele di manuka: proprietà e controindicazioni

Il miele di manuka è originario della Nuova Zelanda e dell'Australia. Si ricava dall'omonimo arbusto dopo un lungo processo. Questo miele, che pochi conoscono, è un rimedio naturale contro alcuni disturbi come il mal di gola, il raffreddore ed è di...
Alimentazione

Miele di lavanda: caratteristiche e proprietà

Il miele, l'oro della natura, è un buonissimo dolcificante che puoi usare per addolcire le tue tisane preferite o da spalmare su una calda fetta di pane per merenda. Ma il miele non è solo questo. Infatti esistono tantissimi tipi di miele in commercio...
Alimentazione

Proprietà e benefici del miele d'arancio

Il miele d'arancio è un alimento ricco di vitamine ed antiossidanti, che molto spesso viene utilizzato per scopi curativi, estetici e come valido dolcificante naturale. Si tratta di una varietà di miele facilmente reperibile nel Sud del nostro Paese,...
Alimentazione

Controindicazioni del miele

Il miele è un alimento ricco di sostanze nutritive. È costituito per la maggior parte da zuccheri come il glucosio, il fruttosio e maltosio, ma contiene anche tanti sali minerali, ferro, fosforo, magnesio e calcio, una percentuale di vitamine, acqua,...
Alimentazione

Miele di colza: proprietà e benefici

Il miele di colza si ricava dalla Brassica napus. La pianta erbacea è una conifera tipica della Cina, dell'India, del Canada e dell'Europa Centrale. In Italia si coltiva solo in alcune regioni del centro-nord. Il miele di colza ha un consumo elevato...
Alimentazione

Benefici di bere acqua e miele

Sono noti a tutti gli effetti benefici del miele, sia a livello estetico sia culinario, e lo sono anche quelli dell'acqua. Quando però questi due elementi si uniscono, l'effetto si amplifica in un eccellente combinato. Assunto a stomaco vuoto può portare...
Alimentazione

Miele di sulla: proprietà e benefici

Il miele di sulla è un prodotto italiano particolarmente pregiato. Viene ricavato dall'omonima pianta che è caratterizzata da dei grandi fiori rossi, ed è tipica del centro e del sud Italia. Ha un sapore dolce, molto delicato, una gradevole nota vegetale,...
Alimentazione

I benefici del miele

Da sempre annoverato tra gli alimenti più versatili e completi, il miele comparve nella dieta dell’uomo attorno al sesto millennio avanti Cristo. Ne furono immediatamente note le proprietà dolcificanti e nutrienti, tanto da essere considerato come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.