Come sfruttare le proprietà Del Sedano Montano

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il sedano montano, il cui nome scientifico è Levisticum officinale, appartiene alla famiglia delle ombrellifere ed è un arbusto perenne. La tonalità delle sue foglie e il suo delicato profumo lo rendono una pianta aromatica perfetta per la nostra cucina e per la fitoterapia. Il sedano montano cresce nelle zone montane della nostra penisola, specialmente al Centro ed al Nord.
Esso resiste egregiamente ad altitudini importanti fino ad massimo di circa 1.800 metri.
Grazie a questa pratica guida, scopriremo come sfruttare al meglio le proprietà del sedano montano. Se impiegato nel modo giusto, questo portentoso vegetale è in grado di regalarci tanta energia.

27

Occorrente

  • Radici e fiori di sedano montano
  • Acqua calda
37

Questa speciale pianta, ovvero il sedano montano, si può impiegare per molteplici scopi. Ad esempio, è un ottimo ingrediente per insaporire molti piatti invernali, come zuppe, carne e verdure cotte.
Oltretutto, il sedano montano porta numerosi benefici all'organismo, se si prepara sotto forma di decotto o tisana.
Le proprietà benefiche più note del levistico officinale sono prima di tutto quelle digestive e depurative. Esso svolge anche un'azione espettorante in caso di forti bronchiti e diuretica verso i soggetti che necessitano di purificare le vie urinarie.
Si tratta di una pianta officinale dalla quale si possono ricavare anche delle ottime radici per molte ricette di cucina. In area Anglosassone, il sedano montano è un prezioso alimento e condimento per aromatizzare le insalate.

47

Per sfruttare al meglio le radici e le foglie del sedano montano, possiamo optare per un efficace metodo di conservazione. Ci basterà utilizzare dei sacchetti, nei quali riporre queste parti della pianta.
I frutti del levistico officinale si devono conservare accuratamente in vasetti di vetro o ceramica. A tal proposito, ci basterà utilizzare i barattolini di marmellata che abbiamo spesso in cucina.
Per uso interno, le radici essiccate del sedano montano si trasformano in un ottimo infuso diuretico, digestivo e depurativo. A tale scopo, dovremo dosare circa 2-3 grammi di radici al per ogni 100 ml d'acqua. Lasciamo in infusione per circa 10 minuti, dopodiché possiamo gustare regolarmente una tazza al giorno di questo portentoso elisir.

Continua la lettura
57

Per utilizzi a livello esterno, occorrono i fiori di sedano montano, dalla caratteristica forma di grandi ombrelli. Essi posseggono numerose ed importanti virtù sedative, espettoranti e decongestionanti per le vie respiratorie. In caso di forte raffreddore, potremmo impiegarli per effettuare dei suffumigi. In caso di problemi derivanti dal catarro, infatti, possiamo mescolare pochi grammi di questi ottimi fiori in acqua calda o bollente e respirarne i vapori.
Infine, l'olio essenziale della pianta presente le stesse caratteristiche e virtù delle radici e dei fiori e si può utilizzare anche per alleviare orticarie e infiammazioni della cute.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizziamo le varie parti della pianta come infuso o decotto per curare diversi disturbi.
  • In caso di mancata guarigione con i trattamenti a base di sedano montano, consultiamo il medico per trovare una terapia adatta al nostro problema.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Come sfruttare le proprietà del riso nero

Il riso nero integrale, profumato e gustoso, è un alleato del benessere. Ricco di fibre ed altamente digeribile, regola i naturali ritmi intestinali. Fornisce al fisico vitamine tra cui la PP, la B1 e la B2, nonché sali minerali quali selenio, magnesio,...
Rimedi Naturali

Come sfruttare le proprietà della manioca

La manioca, nota anche come yuca o cassava, è una radice simile ad una carota dal diametro di 5 cm e 80 cm di lunghezza. La corteccia ruvida e marrone, quasi legnosa, racchiude una polpa soda, bianca e commestibile. Originaria dell'America centro-meridionale,...
Rimedi Naturali

Come sfruttare le proprietà dell'argento colloidale

L'argento colloidale è un sostanza conosciuta da millenni. Già le prime popolazioni della Mesopotamia usavano l'argento colloidale a causa dei suoi effetti benefici. Gli oggetti costruiti con l'argento si diffusero anche ai tempi dei Greci e dei Romani,...
Rimedi Naturali

Come sfruttare le proprietà dell'achillea millefoglie

L'achillea millefoglie è una pianta molto usata per le sue proprietà. Appartiene alla famiglia delle Astaraceae e richiama alla mente il nome del celebre condottiero epico Achille. Il nome infatti da esso deriva, infatti in alcuni testi epici si ritrova...
Rimedi Naturali

Come sfruttare le proprietà terapeutiche della papaya

Parliamo di frutta, ma non tutti conoscono frutti tropicali deliziosi e pregiati, la papaya è un frutto che proviene da ambienti tropicali, il suo habitat è un albero esotico, infatti la temperatura per la crescita non deve mai scendere al di sotto...
Rimedi Naturali

Come sfruttare le proprietà dell'efedra

La natura mette a disposizione dell'uomo una serie di piante dalle quali è possibile trarre benefici di vario genere e quindi possono essere impiegate per vari scopi. Mentre alcune vengono utilizzate senza problemi e senza la necessità di dover prendere...
Rimedi Naturali

Come sfruttare le proprietà del basilico

Il basilico è una pianta aromatica, dalle foglie profumate e fragranti di colore verde intenso. L'Ocimum basilicum appartiene alla famiglia della menta piperita. Largamente impiegato in cucina, se ne distinguono 4 varietà mediterranee (greco, viola,...
Rimedi Naturali

Come sfruttare le proprietà dell'olio essenziale di curcuma

L'olio essenziale di curcuma si ottiene dalla distillazione in corrente di vapore della Curcuma longa. È noto fin dall'antichità per le proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, antivirali, antisettiche, antitumorali e digestive. Dall'azione antifungina,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.