Come scegliere l'acqua da bere

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Tutti sappiamo che bere acqua è fondamentale per la nostra salute. Il corpo umano per l'80% è formato da acqua, necessaria per lo sviluppo delle attività motorie, e mentali. Gli esperti suggeriscono di bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno. Ovviamente anche se ne beviamo meno, possiamo integrare liquidi con frutta, verdura, e succhi di frutta. L'acqua però rimane il miglior modo per idratarsi, regolare la temperatura corporea a e la pressione. Ma come scegliere l'acqua da bere tra le tante proposte sul mercato? In questo articolo vogliamo fornirvi una guida su come leggere l'etichetta dell'acqua e scegliere la migliore. È importante che questa quindi sia di buona qualità e le marche non sempre sono una garanzia. In un supermercato la scelta delle acque è alle volte talmente ampia da rendere difficile districarsi tra le varie marche. Questa guida quindi ci aiuterà a scegliere la tipologia di acqua che più si adatta al vostro stile di vita. Precisiamo: non tutte le acque sono uguali e non sempre scegliere un acqua va bene per tutti i membri della famiglia. Si potrebbe dire che l'acqua è semplicemente acqua, ma come vedrete nella nostra guida non sempre è così.

211

Occorrente

  • Etichetta dell'acqua
  • Dati sulla propria alimentazione
311

La scelta dell'acqua: alcune nozioni base per leggere l'etichetta

Abbiamo detto che occorre bere un buon quantitativo di acqua al giorno. Ovviamente non bisogna berla tutta in una volta. Per rendersi conto di quanta acqua bisogna bere, basta prendere un normale bicchiere di vetro e ogni 2-3 ore berne due dosi per garantirci una corretta idratazione. Molti sostengono che occorre bere 2 litri di acqua al giorno. In questo modo i nostri organi funzioneranno bene cosi come la digestione. Ma non tutte le acque sono uguali e non hanno gli stessi effetti sul nostro corpo. L'acqua influenza moltissimo lo stato di benessere del nostro corpo. Una scelta accurata determina un vantaggio fisico. Basta considerare il tipo di vita che svolgiamo. Quanta acqua abbiamo bisogno e di che tipologia? Per scegliere l'acqua da bere occorre prestare attenzione all'etichetta. Prima di tutto dobbiamo visualizzare da dove viene l'acqua: sulla confezione infatti sarà specificato che tipologia di acqua. In secondo luogo è importante conoscere il luogo di origine, ovvero la località in cui l'acqua viene imbottigliata. Importanza ha anche il temine di conservazione che rappresenta la data fino alla quale il prodotto mantiene le sue proprietà specifiche a determinati condizioni di conservazione. Infine, ma non per ultima è importante l'analisi chimica. Prima di acquistare un prodotto, dobbiamo valutare bene 3 elementi. Il primo p il residuo fisso, poi il PH ed infine il sodio. Con questi 3 dati, possiamo capire se è un buon prodotto oppure sarebbe meglio evitare.

411

Classificazione delle acqua

In base a questi parametri le acque si dividono in Acque minimamente mineralizzateAcque oligomineraliAcque medio mineraliAcque ricche di sali mineraliAcque di sorgente Acque trattate, in questo caso sono le acque che escono dal rubinetto o quelle che vengono filtrate con metodologie particolari per essere bevute. Come specificato il principale elemento che distingue le acque è il residuo fisso.

Continua la lettura
511

La leggerezza dell'acqua: valutare il residuo fisso

Iniziamo questa guida su come scegliere l'acqua da bere parlando del residuo fisso. Questo calcola i sali minerali che rimangono dopo l'evaporazione di un litro di acqua a 180 gradi. Se il risultato è sotto i 50 mg/l, vuol dire che l'acqua è poco mineralizzata. In questo caso va bene per l'espulsione dei calcoli e per i più piccoli. Se il residuo è tra i 50 mg/l e i 500 mg/l, allora è oligominerale e adatta al consumo giornaliero. Se il risultato invece è tra i 500 e 1500 mg/l possiamo considerarla acqua minerale. Questa va bene per gli sportivi e sconsigliata a chi soffre di problemi ai reni. Se invece il residuo fisso è oltre i 1500 mg/l l'acqua è fortemente minerale e possiamo assumerla solo sotto il consiglio del medico. Un basso residuo fisso è sinonimo di leggerezza in un acqua. Scegliere un acqua a basso residuo fisso, vuol dire bere un acqua povera di sali minerali e a basso contenuto di sodio, che favorisce la diuresi.

611

Ph dell'acqua : quali sono i valori da considerare

Il secondo elemento per capire come scegliere l'acqua da bere è il PH. Da questo dato capiamo se un'acqua è alcalina oppure acida. Il Ph è un valore magnetico e indica la concentrazione di ioni di idrogeno e la quantità di protoni. In genere, un valore uguale a 7 indica un prodotto neutro. Maggiore di 7 indica un'acqua alcalina o basica. Infine, un valore minore di 7 contraddistingue le acque acide. Ovviamente, in commercio spesso troveremo un acqua con PH uguale a 7 più o meno. Ovviamente se ci alimentiamo con cibi alcalini, è meglio scegliere una bevanda un po' più acida. In caso contrario va bene una alcalina. Se si hanno dubbi, è meglio preferire un prodotto basico per non sbagliare.

711

Sfatiamo alcuni miti

Non è vero che l'acqua deve essere bevuta al di fuori dei pasti, anzi l'assunzione di particolari tipi di acqua che favoriscono la digestione, implicano un vantaggio per che possa avere disturbi gastrointestinali, o per prevenire i disturbi della digestione. Altro mito, è che bere acqua fa gonfiare e quindi si pensa che si possa ingrassare. L'acqua infatti non contiene calorie e le variazioni di peso sono dovute all'ingestione o all'eliminazione dell'acqua sono momentaneamente ingannevoli. Non è vero che l'acqua provoca maggiore ritenzione idrica. La ritenzione idrica dipende più dal sale, il quale viene principalmente assunto attraverso i cibi e gli alimenti e non attraverso l'acqua che assumiamo. Non è ver che bisogna preferire le acque oligominerali, rispetto alle acque mineralizzate per mantenere le linea e prevenire la cellulite. Infatti i sali contenuti nelle acque favoriscono l'eliminazioni di quelli contenuti in eccesso nell'organismo. Per i bambini infatti è preferibile variare le tipologie di acqua. Non è vero che il calcio presente nell'acqua favorisce la formazioni di calcoli renali. La mancata assunzione di acqua, in maniera regolare durante la giornata, può produrre un eccesso di accumulo di sali nel corpo, che quindi si accumulano nelle reni. Per questo a coloro che soffrono di calcoli renali, si invita ad assumere acqua in maniera regolare e preferibilmente acque minerali.

811

il sodio

Terminiamo questa breve guida su come scegliere l'acqua da bere parlando del sodio. Il dato che troviamo sull'etichetta si indica in mg/l ovvero quanti mg si disciolgono in un litro di acqua. Il sodio è un elemento molto importante per la nostra sopravvivenza. Le più importanti funzioni a livello cellulare si basano sulla regolazione del sodio e del potassio. Risulta quindi molto importante che nel corpo non ci sia né poco né troppo sodio. Le acqua a basso contenuto di sodio sono comunque preferibili poiché la nostra alimentazione è generalmente ricca di sodio. Inoltre è consigliabile un'acqua povera di sodio specialmente se si soffre di pressione alta. In quest'ultimo caso è bene anche preferire alimenti che abbassano la pressione in modo naturale.

911

Conclusione

Scegliere l'acqua è importantissimo per l'equilibrio del nostro corpo e per una sensazione di benessere. L'acqua non solo è una fonte di vita, ma è vita stessa, dato che il nostro corpo non può fine a meno e si ammalerebbe senza un assunzione regolare. In base alla propria giornata lavorativa, o allo sport che si effettua, bisogna scegliere l'acqua più adatta alle nostre esigenze. Non bisogna sottovalutare quest'aspetto. Come abbiamo specificato nei punti precedenti le acque non sono tutte uguali, dato che hanno caratteristiche differenti e la loro assunzione in modo corretto, determina solo il benessere del nostro corpo.

1011

Guarda il video

1111

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se seguiamo diete particolari, consultiamo sempre il medico
  • La maggior parte delle acque in commercio sono adatte al consumo giornaliero
  • Per i più piccoli, facciamoci consigliare dal pediatra
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Le proprietà benefiche del mirtillo

Il mirtillo è un piccolo arbusto diffuso nella Penisola Italiana, precisamente nelle zone di montagna, soprattutto nella zona delle Alpi e sull'Appennino settentrionale). Esso è dotato di foglie dal margine seghettato, fiori rosei con la corolla urceolata...
Salute

5 modi per abbassare il livello di acido urico

L'uricemia è un parametro che descrive la quantità di acido urico presente nel sangue. Nel caso in cui tale è elevato rispetto alla norma, si dovrebbe intervenire il prima possibile, in quanto le persone affette dall'iperuricemia corrono il rischio...
Fitness

Sport: come compensare la perdita di sali minerale

Praticare sport è bellissimo e ti cambia letteralmente la vita. Dopo una bella sudata in palestra te ne vai soddisfatto sotto la doccia e tutto ti sembra più bello. C'è però un problema, dato dalla perdita di sali minerali determinata dalla naturale...
Rimedi Naturali

Le migliori erbe per depurarsi

Il benessere del nostro organismo si lega alla capacità di liberarsi delle tossine e delle sostanze di scarto, dannose per la salute. Per eliminare le sostanze di rifiuto ed assicurare il corretto funzionamento di molteplici funzioni fisiologiche dobbiamo...
Rimedi Naturali

Come e quando assumere l'olio di pesce

L'olio di pesce è ampiamente utilizzato in una vastissima varietà di occasioni. I suoi effetti benefici per l'organismo sono molteplici, il che fa di lui un ottimo alleato. Le sue proprietà lo rendono perfetto per gli sportivi, per le donne in gravidanza,...
Rimedi Naturali

Come aumentare il pH del corpo in modo naturale

Nel corpo umano, il pH normale oscilla tra 7,35 e 7,45. Il problema può nascere se questo va al di sopra di questo o al di sotto. Una condizione di squilibrio per l'acidosi e l'alcalosi che diventerebbe, poi evidente per vari motivi. Si può parlare...
Alimentazione

5 trucchi per mangiare in modo equilibrato

Saper mangiare in modo sano ed equilibrato, di questi tempi, non è affatto una cosa semplice. Il poco tempo che abbiamo a disposizione per cucinare e sederci a tavola con colma, ci fa mangiare in maniera frettolosa e, per lo più, cibi preconfezionati...
Rimedi Naturali

Le proprietà benefiche della ruta

In questo tutorial di oggi vedremo le proprietà benefiche della ruta. Quest'ultima, è una pianta particolare con proprietà potenti curative. Proprio per tal motivo, la ruta è tra i principali ingredienti di tanti farmaci omeopatici e naturali, perché...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.