Come scegliere il cuscino per la cervicale

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Chi svolge un lavoro sedentario, con la testa sempre china al PC o chi assume posizioni scorrette, rischia fortemente di soffrire di dolori cervicali. Il che significa obbligare il tratto cervicale delle vertebre ad una compressione innaturale e di conseguenza rimanere bloccati e indolenziti. Tutto ciò può essere alleviato dall' utilizzo di un guanciale adatto a questi tipi di problemi. In questa guida, infatti, vedremo come scegliere il cuscino per la cervicale.

28

Un buon cuscino cervicale può aiutare la muscolatura del collo a rilassarsi e a non patire più gli effetti talvolta debilitanti e fastidiosi di questo increscioso problema, come il mal di testa, la nausea fino ad arrivare al dolore alla scapola e alla riduzione della mobilità del braccio.

38

Il primo passo da compiere è evitare di assumere posizioni e posture sbagliate anche nel sonno. Nessun cuscino potrebbe essere di aiuto in questo caso. Quindi, chi tende a dormire a pancia in giù (sforzo immane per la cervicale, ma anche per la respirazione) dovrà cercare di stendersi e rimanere in una posizione supina o fetale.

Continua la lettura
48

Ci sono cuscini studiati per la posizione distesa ed altri più adatti ad essere usati da seduti (vedi figura), pensati ad esempio per un viaggio aereo o davanti alla tv. Se ne trovano di varie forme in commercio, ma dobbiamo fare attenzione a scegliere quello che si adatta perfettamente al nostro corpo, affinché possa svolgere completamente la sua funzione di benessere.

58

Tra le varie tipologie il più diffuso ed utilizzato è il cuscino a forma cilindrica. Se sentite il bisogno di una sorta di massaggio o decontrattura della schiena oltre al collo, orientatevi su questa tipologia. Deve essere posizionato nella curva del collo sostenendo la muscolatura che può così rilassarsi. Si avverte inoltre una leggera trazione delle vertebre con effetto di piacevolezza sulla schiena per lo scarico del peso.

68

Un'altra tipologia particolarmente diffusa è il cuscino ergonomico in lattice. Tra le particolarità si ricorda che è indeformabile e sagomato, in maniera da indurre ad una posizione corretta della testa, del collo e della colonna vertebrale. Se percepite che durante la giornata state assumendo posizioni scomposte o meglio errori di postura, è da preferire questo tipo di cuscino correttivo.

78

Esistono poi dei cuscini riscaldati che arrecano il beneficio del calore e che favoriscono la circolazione creando un azione di relax, e cuscini elettrici che, avendo al loro interno un circuito, producono delle vibrazioni elettriche assimilabili ad un massaggio. Non tutte le persone sono adatte a questo genere di guanciale, poiché il calore potrebbe anche indurre mal di testa e le vibrazioni potrebbero disturbare chi ha il sonno leggero.

88

Tutti i cuscini che aiutano la corretta posizione del tratto cervicale non sono soffici poiché non sosterrebbero e si conformerebbero alla testa o alla spalla. Tuttavia devono essere confortevoli per non generare dolore. Si consiglia quindi di preferire il lattice poiché è un genere di materiale elastico, naturale, ipoallergenico, traspirante e pur adattandosi alla forma del capo, riprende la propria struttura originaria al risveglio. Inoltre nel tempo non tende a deformarsi. Un altro materiale su cui orientarsi per questo tipo di cuscino è il Memory; si tratta di un materiale viscoelastico che mantiene le sue funzioni pur adattandosi, con il calore, alla curvatura del collo e al peso del corpo, apportando una piacevole decontrazione dei muscoli.
Infine si ricorda inoltre che qualsiasi tipo di cuscino voi scegliate, dovete cercare anche di eseguire tutta una serie di esercizi che possano aiutarvi a sciogliere i muscoli del collo. Nei casi più gravi, è bene rivolgersi a un medico specializzato per ottenere risultati più efficaci, mediante una terapia a base di massaggi o fisioterapia. Ricordate comunque che i guanciali devono essere sostituiti dopo qualche anno perché con il tempo essi perdono d' efficacia.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Salute

Tecniche di massaggio per la regione cervicale

Quante volte capita di dover affrontare la giornata sopportando fastidiosissimi dolori della regione cervicale. Dolore, rigidità localizzata e mal di testa sono i sintomi più frequenti di questo disturbo dalle molteplici cause. Stress, vita sedentaria...
Salute

Come assumere una postura corretta per dormire bene

Durante la notte è giusto assumere una postura corretta per dormire per far sì che la schiena non ne vada a risentire poi per il resto della giornata. Esistono diverse posizioni per agire nel modo corretto e la guida che abbiamo deciso di proporre qui...
Salute

I consigli per dormire con il mal di schiena

Chi di noi non ha mai avuto un mal di schiena? Lenire questi malanni non è facile, andiamo sempre di corsa movimenti sbagliati, mancanza di attività fisica, elementi che contribuiscono alla sofferenza. In questa guida cercheremo di dare i consigli...
Salute

5 posizioni da evitare mentre dormi

Quando arriva il momento di mettere la testa sul cuscino, ciascuno segue i propri personali rituali fino ad assumere la posizione che considera la piú comoda per cadere nelle braccia di Morfeo. Dormire dovrebbe essere una delle attivitá piú naturali...
Salute

Le migliori posizioni per dormire

Riposare nel migliore dei modi influenza positivamente il benessere fisico ed emotivo. Per svegliarsi infatti veramente freschi e riposati entrano in gioco non solo diversi fattori come una giusta alimentazione, una corretta attività fisica e un buon...
Salute

Come riconoscere la spondiloartrosi

La spondiloartrosi come si evince dal nome stesso, è una patologia che interessa le ossa. Le malattie dovute all'artrosi sono in costante aumento, entrando al secondo posto tra quelle più invalidanti, e comportano una notevole riduzione temporanea...
Salute

Lavorare in piedi: massaggi post lavoro

Lavorare nobilita l'uomo, si sa già da anni ma non tutti i lavori a fine giornata lasciano spazio alla serenità. A volte si è costretti a fare un lavoro che non piace o che stressa particolarmente, non importa perché lavorare permette di mantenere...
Salute

Come proteggere le orecchie dal freddo

Durante la stagione fredda, siamo soggetti a raffreddamenti e mali stagionali. Riuscire a scampare da raffreddori o influenze sembra impossibile, eppure possiamo provare a rendergli la vita difficile! Alcune zone del nostro corpo, sono poi molto delicate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.