Come scegliere e come usare la coppetta mestruale

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Negli ultimi anni sempre più donne sono alla ricerca del comfort e della libertà, soprattutto durante le mestruazioni. La coppetta mestruale, sebbene sia ancora poco conosciuta e presa in considerazione, pare essere la scelta ideale per vivere il proprio ciclo con serenità e spensieratezza. Molte donne sono ancora restie perché non sanno come sceglierla, dove acquistarla o come usarla. Ecco allora qualche dritta su come scegliere e come usare la coppetta mestruale.

26

Scegliere la coppetta mestruale

Prima di scegliere la coppetta mestruale più consona alle vostre esigenze dovete tenere in considerazione alcuni fattori molto importanti, che sono:
-Età
-L'aver partorito o meno
-Flusso mestruale
-Tonicità del pavimento pelvico
Le coppette hanno diverse dimensioni e diversa flessibilità.
Le dimensioni disponibili corrispondono alla quantità di ml che possono contenere, e sono: S (23 ml)-M (28 ml) -L (34 ml) -XL (42 ml).
Per quanto riguarda la flessibilità ne esistono di tre tipi, che dalla meno flessibile alla più flessibile sono: Sport - Classic - Soft.
Le coppette di taglia piccola, quindi S o M, sono consigliate per le donne con un flusso mestruale ridotto o per le donne sotto i 30 anni di età che non hanno partorito.
Al contrario, le coppette di taglia più grande, quindi L o XL, sono consigliate per le donne con un flusso mestruale abbondante o per le donne con più di 30 anni di età che hanno partorito.
In ogni caso, è bene sapere che l'anatomia varia da donna a donna e che queste sono delle linee guida, la scelta della coppetta mestruale è estremamente personale.

36

Usare la coppetta mestruale

Prima di inserire la coppetta mestruale bisogna:
-Sterilizzarla facendola bollire in un pentolino per 5 minuti. Questa operazione va fatta all'inizio del ciclo e alla fine quando la coppetta andrà riposta nella sua custodia.
-Sciacquare per bene con acqua tra un inserimento e l'altro durante il ciclo. Non è necessario utilizzare ogni volta il sapone per non alterare troppo la flora batterica intima.

Per quanto riguarda l'inserimento della coppetta mestruale bisogna sapere che:
-Bisogna inserirla più in basso rispetto al tampone.
-Bisogna piegarla prima dell'inserimento. Una metodica molto comune è quella di piegare la coppetta a metà, formando una C, e inserirla con il bordo verso l'alto.
-Bisogna assicurarsi che la coppetta si apra del tutto e quindi tocchi tutte le pareti, per evitare delle fuoriuscite.
La maggior parte delle donne durante l'inserimento assume una posizione seduta, ma c'è anche chi si trova meglio accovacciandosi o stando alzata. Questo dettaglio è molto soggettivo.

Per quanto riguarda la rimozione e quindi lo svuotamento della coppetta mestruale bisogna sapere che:
-Bisogna mettersi in una posizione comoda in modo che i muscoli pelvici siano rilassati.
-Bisogna premere con le dita alla base della coppetta per staccarla (poiché tende a creare un effetto sottovuoto).
-Bisogna afferrarla dal gambo e rimuoverla delicatamente.
Ricordate che è bene svuotare la coppetta 3-4 volte al giorno per evitare la proliferazione di batteri, anche nocivi.

Continua la lettura
46

Pulire la coppetta mestruale

Per quanto riguarda la sterilizzazione della coppetta è possibile sterilizzarla anche in microonde (tramite appositi contenitori) mentre per quanto riguarda la sua pulizia è possibile utilizzare prodotti ecologici ideati per la pulizia della coppetta mestruale. Inoltre, se la vostra coppetta si dovesse ingiallire, immergetela nell'acqua e aggiungeteci del percabonato di sodio, la vostra coppetta tornerà come nuova!

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rivolgersi al proprio ginecologo per un consulto prima dell'acquisto
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Salute

Ciclo mestruale irregolare: cause e rimedi

Il ciclo mestruale rappresenta un fenomeno naturale che prima o poi colpisce tutte le donne. Tuttavia a molte di esse può capitare che il ciclo abbia un periodo ed un flusso piuttosto irregolare rispetto alla media. In questi casi non bisogna allarmarsi...
Salute

Come calcolare la durata del ciclo mestruale

Il ciclo mestruale è'insieme dei meccanismi che portano la donna all'ovulazione, ossia alla maturazione della cellula uovo (ovocita); inoltre, è sotto il controllo dell'ipofisi (una ghiandola posta alla base del cervello che produce gli ormoni necessari...
Salute

Come affrontare un ciclo mestruale abbondante

Moltissime donne, quando si tratta del proprio ciclo mestruale, si ritrovano a dover fare i conti con un flusso molto abbondante. Questa tipologia di ciclo, spesso e volentieri, risulta essere davvero invalidante, un problema che può andare a pregiudicare...
Salute

Come regolarizzare il ciclo mestruale

Uno squilibrio ormonale o lo stress influenzano il ciclo mestruale. Possono comportare una certa irregolarità nel flusso e nella frequenza. In ogni caso, per scongiurare eventuali complicazioni, ai primi segnali consulta il tuo ginecologo di fiducia....
Salute

Ritardo mestruale: cause possibili

Con il termine ciclo mestruale si intende il periodo, in media di 28 giorni, che intercorre tra l’inizio di una mestruazione e l’inizio della successiva. Nel linguaggio comune il termine "ciclo mestruale" viene spesso utilizzato per indicare la mestruazione,...
Salute

Come anticipare il ciclo mestruale con la pillola

La pillola anticoncezionale, sia essa combinata (progestinico e estrogeno insieme) o solo progestinica, è il metodo anticoncezionale reversibile più utilizzato dalle donne in Italia. L’ assunzione osservando scrupolosamente i tempi, garantisce il...
Salute

Trucchi per far arrivare il ciclo

Il ciclo mestruale non arriva e avete paura di essere rimaste incinte? Quando il ciclo ritarda, non per forza significa che aspettate un bambino. Stress, caldo, ansia, cisti ovariche, irritazioni, possono essere solo alcune delle cause che possono ritardare...
Salute

False mestruazioni: come riconoscerle

Il ciclo mestruale è il ciclo dei cambiamenti naturali che si verifica all'interno dell'utero e delle ovaie, in modo da consentire la riproduzione sessuale; la temporizzazione è regolata da cicli biologici endogeni (interni). Il ciclo mestruale è essenziale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.