Come riprendere in mano la propria vita dopo un lutto

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Le disgrazie avvengono tutti i giorni, e nessuno ne è esente. Ma molto spesso però ci si lascia andare allo sconforto e difficilmente si riesce a tornare a galla. Il dolore che si prova quando ci si trova di fronte ad un lutto, soprattutto se è improvviso, inaspettato e di una persona a noi cara, è qualcosa di indescrivibile. Ognuno di noi reagisce in modo diverso. C'è chi prende di petto la situazione, chi sprofonda in depressione pensando che non ci sia una via d'uscita e chi piano piano prova a raggiungere la flebile luce in fondo al tunnel. Indipendentemente da come vi sentiate, vediamo come riprendere in mano la propria vita dopo un lutto. Pochi e semplici consigli potranno fare la differenza ed aiutarvi a superare questa difficile soluzione.

27

Metabolizzare la morte

A nessuno sembrerà una cosa semplicissima ma metabolizzare l'accaduto sarebbe la prima cosa da fare. Per riuscire a superare una situazione del genere, cercare di parlare diventa una cosa quasi fondamentale. Sarà un duro scalino da salire ma il fatto di riuscire ad aprirsi con qualcuno non farà altro che rendere la cosa più digeribile.

37

Elaborare la morte

Rielaborare la morte che ci ha colpito da vicino è il secondo passo possibile da fare per uscirne a testa alta. La rielaborazione del lutto è un passaggio necessario per evitare che tutto il nucleo familiare metta in pausa la propria vita, come se volesse fermare il tempo o addirittura come se volesse tornare indietro per non soffrire. L'obiettivo da raggiungere in questo caso è colmare il vuoto che ha lasciato la persona cara, cercando di mantenere vivo il suo ricordo condividendo le emozioni ed i ricordi con chi era legato ad essa.

Continua la lettura
47

Prendersi cura di se stessi

Anche se può sembrare fuori luogo in una situazione simile non bisogna dimenticare che per risollevarsi è necessario anche prendersi cura di se stessi da ogni punto di vista. Questo non vuol dire darsi alla pazza gioia ma piuttosto cercare di fare qualcosa che ci aiuti a stare un po' meglio. Cominciando dal mantenere vive le abitudini ed i piccoli gesti fatti fino a quel momento (un caffè con un amico, una serata in compagnia o la lettura di quel libro appena acquistato) e arrivando fino ad un importante progetto che ci tenga impegnati senza toglierci i bei ricordi.

57

Rete di sostegno

Sarà importante costruire anche la nostra rete di sostegno che potrà essere composta dai più vicini familiari, dagli amici stretti, dai colleghi e perché no da qualcuno che non conosciamo direttamente ma che magari incontriamo quotidianamente. Basterà suddividere il tempo libero in modo da poter dedicare un po' di tempo ad ognuno di loro. Tutto ciò aiuterà a vivere le nostre emozioni e a metabolizzare l'improvvisa perdita con più facilità senza sentire la necessità di respingere tutto per la paura di soffrire troppo.
Sapersi tirare su dopo un periodo difficile è qualcosa che tutti possono fare, ma che pochi hanno il coraggio di affrontare. Se avete bisogno di un sostegno morale e volete superare il periodo indegnamente e più forti di prima, allora potrete cominciare usando i consigli di questa guida, se avrete pazienza e determinazione in poco tempo la vostra vita tornerà a migliorare. Vi auguro quindi buona fortuna.
A presto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Come affrontare la morte di un nonno

I nonni, in molti casi, sono figure fondamentali nella nostra vita fin dal primo giorno in cui siamo venuti al mondo, nel momento in cui un nonno/a viene a mancare, ci troviamo ad affrontare un lutto veramente grande e difficile da superare soprattutto...
Psicologia

Come affrontare la morte di un fratello

Come vedremo nel corso di questa guida, la scomparsa di una persona cara, di un genitore o di un fratello, è sempre un evento traumatico che richiede un lungo tempo di elaborazione del dolore. Tutti noi sappiamo come la malattia o in generale la morte...
Psicologia

5 consigli per superare la perdita del proprio cane

Il cane è il migliore amico dell'uomo per antonomasia. Non è solo un animale, ma spesso è un amico, un compagno di vita, un vero e proprio membro della famiglia sul quale riversare amore e cure. Perciò quando ci lascia, ci affligge un dolore immenso...
Psicologia

Empatia: approccio psicoanalitico

Spesso si sente parlare di empatia. Ma non sempre si sa bene cosa significhi. L'empatia, almeno nel suo approccio psicoanalitico, è una delle capacità di cui può essere dotato qualsiasi essere umano. Anzi, è la massima espressione della sensibilità...
Psicologia

Come liberarsi da un pensiero ossessivo

Un pensiero ossessivo può tormentare giorno e notte, tanto da impedire il regolare svolgimento dei compiti oppure delle faccende quotidiane, facendole eseguire in maniera non adeguata. Può derivare da un ricordo di un torto subito, oppure da una brutta...
Psicologia

Come superare una crisi esistenziale

Affrontare un periodo negativo, che ci spinge a porci delle domande sullo scopo della nostra vita; sul ruolo che adempiamo e soprattutto sul perché non riusciamo a capire che direzione sta prendendo la nostra vita. La nostra mente in quel caso, attraversa...
Psicologia

5 consigli per accettare i cambiamenti

La nostra vita è una continua esperienza di cambiamento. Spesso si tratta di mutamenti quotidiani e quasi impercettibili, ma altre volte dobbiamo fare i conti con grandi momenti di svolta, che condizioneranno il nostro futuro in maniera determinante:...
Psicologia

Come superare un trauma psicologico

Ogni trauma che colpisce, sfortunatamente una persona, può essere reale o immaginario, ma il dolore non cambia. Il punto su cui possiamo, e dobbiamo, focalizzarci, è il fronteggiamento della situazione traumatica cioè la mobilitazione delle risorse...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.