Come ridurre l'indice glicemico dell'alimentazione

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La frenesia della vita attuale, fa sì che ci resti poco spazio per potersi rilassare, stando un po' in tranquillità. Continuando a correre a destra ed a sinistra tutti i giorni dell'anno tutte le abitudini risultano modificate, soprattutto velocizzate. Scegliere con calma cosa mangiare nei pasti è diventata pura utopia. La fretta e la necessità di mangiare velocemente qualcosa che dia energia per tutto il giorno rischiano di far ingurgitare cibi poco sani e poco digeribili, assumendo soprattutto zuccheri che finiscono per avvelenare il sangue. All'interno di questa guida, vi illustrerà come andare a ridurre l'indice glicemico con dei cambiamenti nella vostra alimentazione.

26

Prima di decidere che cosa cucinare nel pasto, sarebbe meglio verificare l'indice glicemico dei cibi a disposizione, specialmente per le persone che hanno problemi di diabete. L'indice glicemico esprime la velocità con la quale la glicemia riesce ad aumentare una volta consumato il pasto. Il primo consiglio che può essere dato è quello di ricorrere, ove possibile, ad alimenti integrali, nella cui produzione non sono impiegate farine raffinate. È importante, inoltre, sottolineare che alcuni alimenti, quelli con molti grassi e proteine, hanno la capacità di aumentare la glicemia nel lungo periodo, anche se nel breve il valore potrebbe non variare.

36

Fondamentalmente, i cibi possono essere raggruppati in 3 fasce diverse, a seconda del loro indice glicemico. Nella fascia più bassa rientrano alimenti come yogurt, lenticchie, cereali e latte magro, oltre a frutti come pere e prugne. Nella fascia media rientrano pasta, mango, ananas, kiwi, uva, carote e pane di segale. Hanno un indice glicemico veramente alto, invece, miele, patate (sia fritte che al forno), pane bianco e i cereali solitamente usati per la colazione. Oltre mangiare del cibo che appartenga ad una soglia più alta possibile, è utilissimo provare legare a questo criterio alimenti che mantengano la glicemia a livelli accettabili, come le fibre, specie quelle idrosolubili.

Continua la lettura
46

Anche la frutta, che può essere considerata una fonte sana di carboidrati, consumata in un pasto che comprende anche cereali o prodotti da essi ottenuti, come il pane e la pasta (contenenti amidi che si modificano in glucosio durante la digestione), riesce ad abbassare il carico glicemico del pasto intero. Il riso, anche se ha un indice glicemico decisamente alto, può essere mangiato senza problemi se affiancato a tavola da verdure e legumi. Infine, vi sono alimenti che hanno un'enorme capacità di prevenire il diabete e, in genere, le malattie dell'apparato cardiocircolatorio, controllando il valore glicemico. Tra di essi, i più conosciuti sono sicuramente: il salmone, lo yogurt, l'olio d'oliva, la cannella, il té, l'arancia e la cucuma. In ultimo, dovremmo andare a modificare le bevande con la quale ci dissetiamo: l'acqua in primo piano, perché disseta molto e riduce in modo deciso la presenza di zuccheri nel sangue.
Visitate anche: http://bello-buono-d.blogautore.repubblica.it/2013/09/11/trucchi-e-gustose-regole-ecco-come-migliorare-l%E2%80%99indice-glicemico-di-un-pasto/

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Modificate la vostra alimentazione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Alimenti con il più basso indice glicemico

Per glicemia si intende la quantità di glucosio presente nel sangue. Tale glucosio nel sangue viene innalzato dai carboidrati presenti negli alimenti. L'indice glicemico (IG) misura appunto quanto i carboidrati influenzano l'innalzamento di glucosio,...
Alimentazione

Come fare una colazione a basso indice glicemico

L'indice glicemico è una classifica degli alimenti basata sull'elevata glicemia dopo aver assunto il cibo. Tale indice va da 1 a 100 e ogni alimento viene confrontato con una fetta di pane bianco, che ha un indice glicemico di 100. Gli alimenti a basso...
Alimentazione

Alimentazione del ciclista: quali cibi evitare

Il ciclismo, come qualsiasi altro sport, necessita di una corretta alimentazione per massimizzare le prestazioni ed evitare di avere disturbi a livello digestivo. Una corretta alimentazione è infatti una delle componenti più importanti della vita di...
Alimentazione

L'alimentazione giusta per chi pratica body building

L'alimentazione per chi pratica attività sportiva deve essere adatta a fornire all'organismo i nutrimenti di cui ha bisogno. Ogni tipo di attività sportiva ha l'alimentazione tipo, questo perché non tutti gli sport chiedono all'organismo lo stesso...
Alimentazione

Come ridurre il consumo di carboidrati

Un'alimentazione salutare ed equilibrata richiede l'assunzione di tutti i tipi di nutrienti essenziali.Sarebbe un errore rinunciare alle proteine, alla giusta dose di grassi e ai carboidrati. Questi ultimi sono degli zuccheri di cui il regime alimentare...
Alimentazione

Come ridurre la voglia di cibo

L'obesità infantile è un problema che ormai, sta aumentando in maniera particolarmente elevata. Attraverso alcuni studi, si afferma che il 40 % dei bambini del mondo ha problemi di sovrappeso oppure è addirittura obeso. La causa di queste patologie...
Alimentazione

I benefici dell'alimentazione vegana in menopausa

In un momento così delicato come quello della menopausa, ci pare utile fornire dei suggerimenti che possano sostenere efficacemente una fase così delicata della vita di qualsiasi donna. Ad oggi si parla molto di alimentazione vegana, visti i notevoli...
Alimentazione

I vantaggi dell'alimentazione dei colori

Secondo numerosi studi scientifici, effettuati non solo in ambito alimentare ma anche in ambito psicologico, i colori dimostrano regolarmente di avere un grande potere nella capacità di influenzare lo stato emotivo, psicologico e, di conseguenza, fisico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.