Come riconoscere il farro biologico

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In tempi come questi curare l'alimentazione è fondamentale per garantirsi uno stato di salute ottimale. Oltre alle scelte alimentari corrette è importante prestare attenzione alla qualità dei cibi che si portano in tavola. Proprio per questo molti si affidano ai cibi biologici, ossia coltivati e prodotti seguendo le regole della natura e limitando fortemente l'uso di sostanze potenzialmente nocive. Tra gli alimenti più salutari che si possano consumare troviamo il farro, un cereale conosciuto fin dall'antichità e ricco di proprietà benefiche. Come molti altri cibi però, anche del farro possiamo trovare in commercio diverse tipologie, e una delle più ricercate è il farro biologico. Ma come riconoscere il farro biologico da quello normale? Il quesito è importante e tutt'altro che scontato, perché in questo campo la truffa è sempre dietro l'angolo ed è facile sbagliare.

25

La prima cosa da controllare è l'etichetta della confezione. Un farro biologico deve necessariamente contenere questa dicitura nella confezione, tuttavia questo non è sufficiente per essere certi che si tratti di "vero" farro biologico. Molti cibi infatti recano sulle confezioni le scritte bio o biologico, ma non lo sono affatto. Ecco perché è fondamentale leggere bene tutta l'etichetta, che deve essere realizzata con criteri specifici secondo delle regole chiare che certificano la provenienza del farro da agricoltura biologica. Conviene quindi soffermarsi qualche minuto sull'etichetta per riconoscere il farro biologico autentico.

35

L'etichetta del farro biologico deve necessariamente riportare il nome e l'indirizzo dell'operatore, del proprietario e del venditore del prodotto in questione. Se questi tre soggetti coincidono in un unico nome può bastare citarlo una sola volta. Questo vale ovviamente per i prodotti confezionati, mentre se si desidera acquistare un farro biologico sfuso è bene farsi mostrare le dovute certificazioni, che devono essere state rilasciate da un ente autorizzato, all'azienda fornitrice del prodotto. Alle nomenclature iniziali deve seguire poi il nome esatto del prodotto che deve riportare un riferimento al metodo di produzione biologico se riguarda almeno il 95% degli ingredienti del prodotto, o metodo di produzione secondo agricoltura biologica se riguarda una quantità inferiore al 95% degli ingredienti.

Continua la lettura
45

Nell'etichetta del farro biologico, come in quella di tutti gli altri prodotti appartenenti a questa categoria, deve essere apposto un numero di codice. Si tratta di un numero che viene attribuito direttamente dallo Stato all'ente certificatore che ha effettuato il controllo. Per il farro prodotto in Italia questo codice deve iniziare con la sigla IT, e in genere si una la sigla dello stato produttore anche per quanto riguarda gli altri paesi europei. A questa sigla deve seguire la dicitura "biologico", oppure "eco", o infine "bio". Per finire il codice deve contenere il numero specifico attribuito dal Ministero delle Politiche Agricole. Segue infine un altro simbolo che vi consente di riconoscere il farro biologico: il logo europeo della produzione biologica, ossia la foglia di stelline bianche su sfondo verde.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Leggete attentamente l'etichetta per essere sicuri di acquistare farro biologico

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Vino dinamico e vino biologico: quale scegliere

Vino dinamico e vino biologico: quale scegliere? Sempre più spesso riguardo il vino si creano etichette e divisioni nuove che spesso confondono il consumatore. Una delle più recenti è la distinzione tra vino dinamico e vino biologico. Quest'ultimo...
Alimentazione

I benefici del latte di farro

Le conseguenze anche gravi che possono derivare da un'alimentazione scorretta, con elevate quantità di grassi e proteine animali, è ormai un fatto certo. Esperti nazionali ed internazionali ci invitano da tempo a mangiare poca carne rossa, al massimo...
Alimentazione

Latte di farro: proprietà e controindicazioni

Il latte di farro è un latte simile al latte tradizionale ma la sua origine è completamente vegetale. Viene prodotto estraendo le sostanze attive dalla farina del farro. Non contiene proteine di origine animale e ha numerose proprietà benefiche ma...
Alimentazione

Latte bio: consigli per riconoscerlo

Soprattutto negli ultimi anni, l'agricoltura biologica si sta diffondendo sempre più e viene apprezzata da un maggior numero di persone di giorno in giorno. L'agricoltura biologica non prevede l'utilizzo di sostanze chimiche di sintesi come, ad esempio,...
Alimentazione

5 criteri per scegliere uno prodotto bio

Se avete sempre un occhio di riguardo per la vostra salute e il vostro benessere saprete sicuramente che negli ultimi anni la spesa al mercato o nei grandi supermercati è diventata sempre più "bio". In particolare per quel che riguarda frutta e verdura,...
Alimentazione

Come riconoscere un prodotto biologico

I prodotti biologici, che si identificano con la sigla "BIO", si ottengono da semine e raccolte in cui si esclude a priori l'impiego di sostanze chimiche di sintesi. Se ci nutriamo con degli alimenti biologici, abbiamo la certezza assoluta di non assumere...
Alimentazione

5 alimenti alternativi alla pasta

Le ragioni per cui mangiamo pasta sono molteplici: i carboidrati ci fanno sentire meglio e sono un valido aiuto quando ci sentiamo affrante o tristi, ma possiamo anche aver voglia di un bel piatto di pasta quando siamo sorridenti e felici. La pasta è...
Alimentazione

Le caratteristiche del vero miele biologico

Fin dall’antichitá il miele ed in generale tutti i prodotti delle api vengono impiegati non solo in quanto alimento, bensí anche come rimedio naturale. Il miele costituisce la prima sostanza dolce utilizzata dall’essere umano e quello puro contiene...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.