Come riabilitare il quadricipite dopo un trauma al ginocchio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il quadricipite è il muscolo che sorregge la nostra gamba e che aiuta il ginocchio a non fare attrito con le cartilagini. Purtroppo, a volte, a seguito di un trauma al ginocchio, si ha una regressione di questo muscolo con conseguente perdita di potenza della gamba. Infatti quando il quadricipite è ben tonificato tira su anche il ginocchio ristabilendo una corretta asse del nostro corpo. Alle volte per riabilitare questo muscolo ci si impiega molto tempo specie se si fanno i movimenti sbagliati e se il fisioterapista non si consulta. Se soffrite di problemi come meniscopatia o siete facili a traumi al ginocchio leggete questa guida e provate a metterla in pratica. Vediamo dunque come procedere attraverso questi passi e link esterni.

27

Occorrente

  • Un tavolo
  • cavigliere da 1 e 2 chili
37

Esercizi ginnici Attivi

Ovviamente interverremo con esercizi ginnici attivi, quindi posizioniamoci su un tavolo piuttosto rigido e mettiamoci seduti. Le gambe devono essere distese, mettiamo le cavigliere da un chilo ed iniziamo l'esercizio sollevando una gamba, mantenendola sempre tesa. Non dobbiamo fare carico sulle braccia altrimenti il lavoro viene fatto dalle braccia e non dalla gamba che resterà ancora dolente e tarderà a riabilitarsi, quindi importante è stare con la schiena dritta e non in posizione obliqua mettendo il nostro peso sulle braccia. Solleviamo la gamba per 10 volte, poi cambiamo gamba e facciamo la stessa identica cosa stando attenti a non commettere sempre l'errore descritto in precedenza. In questo sito web sono presenti alcuni dettagli importanti che possono essere utili.  

47

Incremento di peso

Ripetiamo l'esercizio per tre serie da 10 riposando tra una serie e l'altra 1 minuto, se avreste bisogno di un po' di più di tempo prendetevelo, ma non più di un 2 minuti. Quando solleviamo la gamba dobbiamo ispirare e quando invece abbassiamo dobbiamo espirare. Eseguiamo l'esercizio lentamente senza sforzi eccessivi, se non si riesce con quello da un kilo, si può iniziare anche con quello da mezzo chilo. Quando ci sentiamo pronti passiamo alle cavigliere da due chili. Questo cambiamento non è necessario ma aiuta molto la riabilitazione e fa sì che la gamba diventi sempre più forte. Ecco qualche altra utile informazione.

Continua la lettura
57

Esercizio in posizione eretta e seduti

Spostiamoci ora in posizione eretta. Sempre con le cavigliere poste solleviamo una gamba facendo attenzione che resti tesa. Ripetiamo per 10 volte e poi cambiamo gamba. Valgono le regole di respirazione sopracitate. Infine mettiamoci seduti sul tavolo, gambe flesse, cavigliere poste. Solleviamo le gambe alternandole caricando più possibile sul muscolo quadricipite. Questa guida non vuole essere affatto la sostituzione ad un consulto medico o al lavoro di un bravo fisioterapista, vale solo dopo averne parlato con uno dei due sopra citati, qualora dessero il loro consenso allora si potrebbe procedere a queste piccole attività per riabilitare il quadricipite e rimettersi in forma piuttosto velocemente. Dipende dal danno il tempo che occorre, di solito ci vogliono dai 7 ai 10 giorni. Quindi meglio consultare il proprio medico di famiglia e il fisioterapista, dopodiché si può decidere di fare sforzi con il muscolo, se non ce la si sente, meglio non farlo, ma iniziare pian piano a ritornare alla vita di tutto i giorni e successivamente iniziare gli esercizi, che devono essere fatte ad entrambe le gambe per mettere in pari i muscoli. Ecco qualche altra utile informazione da poter sfruttare per approfondire l'argomento.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Eseguiamo tutti gli esercizi lentamente, facendo lavorare il muscolo fino in fondo.
  • Se ci sentiamo stanchi è meglio interrompere la serie piuttosto che lavorare in postura scorretta danneggiando il muscolo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Esercizi di riabilitazione per il ginocchio

Il ginocchio è uno delle parti che costituisce il corpo umano e le articolazioni, particolarmente soggetto ad incidenti di varia natura che possono derivare da vari trami verificatisi durante le attività sportive, ma anche da fattori genetici e costituzionali...
Fitness

Ginocchio valgo: alcuni suggerimenti

Molte sono le problematiche che colpiscono le articolazioni e molti sono i fastidi che devono essere affrontati quando si parla di legamenti, di ginocchia e di infortuni legati a questa particolare zona del corpo. Il ginocchio valgo ad esempio, è una...
Fitness

Come curare un ginocchio gonfio

Il gonfiore del ginocchio, a volte chiamato effusione al ginocchio o acqua al ginocchio, rappresenta un problema soprattutto per coloro che praticano attività sportive, ma può pregiudicare anche la normale attività quotidiana. Quando il gonfiore è...
Fitness

Come alleviare il dolore da distorsione del ginocchio

La distorsione al ginocchio si verifica quando uno o più legamenti del ginocchio stesso vengono improvvisamente allungati o strappati. I legamenti sono dei tessuti che tengono insieme le ossa, supportano il ginocchio e mantengono le earticolazioni e...
Fitness

Come fare stretching del ginocchio

La funzione del ginocchio è senza dubbio quella di equilibrare da un lato il peso del corpo che grava sopra di esso e, dall'altro le pressioni e i traumi dovuti alla marcia che vengono trasmessi dal basso. Comunque anche se il ginocchio è abbastanza...
Fitness

Come domare il dolore al ginocchio

Il ginocchio è una di quelle parti del nostro corpo che più di tutte è soggetta a urti o contusioni di lieve o anche grave entità. Il dolore provocato da un colpo al ginocchio, in alcuni casi, può risultare davvero terribile e ripercuotesi in tutta...
Fitness

Come massaggiare il ginocchio

Per rimanere in forma con il passare degli anni, è fondamentale avere molta cura del proprio corpo. Accettare il deterioramento osseo e reagire di conseguenza è il primo passo per mantenere il proprio corpo in forma. L'ideale sarebbe fare sempre della...
Fitness

Come affrontare un intervento in artroscopia al ginocchio

Un numero di persone sempre maggiore soffre di problemi alle ginocchia e molte di esse devono modificare le proprie abitudini e i loro stili di vita, allo scopo di non peggiorare la situazione. Le problematiche riscontrabili al ginocchio sono numerose...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.