Come realizzare un idrolato fatto in casa

Tramite: O2O 03/06/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nella cura del corpo usiamo spesso dei prodotti contenenti diversi principi attivi. Ognuno di essi ha lo scopo di stimolare una reazione, col fine di produrre dei benefici. Per questo ci affidiamo a creme, tonici e oli che possano migliorare l'aspetto e la salute del nostro corpo. Ma oltre a questi prodotti di uso comune esistono anche gli idrolati. L'idrolato si usa per lo più come tonico per il corpo. Contiene preziosi principi attivi derivanti da piante ed erbe. Si ottiene tramite un processo di distillazione e, pur somigliando agli oli essenziali, l'idrolato è leggero. È utilizzabile nella sua forma assoluta, poiché non concentrata come un olio essenziale. In questa guida scopriremo come realizzare un idrolato fatto in casa.

26

Occorrente

  • Una vaporiera
  • Droghe fresche (es: scorze di agrumi, fiori, erbe)
  • Ghiaccio o ghiaccioli per borse frigo
  • Un coperchio di vetro bombato
  • Alluminio da cucina
  • Ciotola resistente alle alte temperature
36

Preparare gli strumenti necessari

Per la preparazione di un idrolato ci servirà una vaporiera. Si tratta di una sorta di doppia pentola, dove quella più interna è coperta di fori. Potremo trovarla in un qualunque rivenditore di utensili per la casa. Procuriamoci anche una ciotola resistente alle alte temperature. Un contenitore in silicone farà al caso nostro. La ciotola deve poter inserirsi all'interno della vaporiera. Procuriamoci in drogheria erbe o residui vegetali freschi per produrre l'idrolato. Come primo "esperimento" fatto in casa possiamo utilizzare le scorze di limoni e agrumi vari. In tal caso otterremo un idrolato dalle caratteristiche astringenti. Un ottimo tonico per pelli grasse.

46

Riempire la vaporiera

Avremo bisogno di una grossa quantità di ghiaccio, che potremo preparare in anticipo. In alternativa possiamo usare due ghiaccioli da borsa frigo. Versiamo dell'acqua nella vaporiera, quanto basta perché la base della parte forata non tocchi la superficie dell'acqua stessa. Inseriamo dunque la pentola forata e riempiamola con la droga di nostra scelta. Naturalmente per "droga" intendiamo le erbe o i residui vegetali già citati, e non altre sostanze. Se decidiamo di usare le scorze di agrumi, riempiamo la vaporiera con questi residui. Posizioniamo la ciotola esattamente al centro, sopra le scorze o le erbe. Assicuriamoci che nessun residuo finisca dentro la ciotola.

Continua la lettura
56

Iniziare la distillazione

Copriamo tutto con un coperchio in vetro bombato, posizionandolo al contrario. In tal modo le gocce della preparazione convergeranno verso la ciotola al centro. Sigilliamo i bordi con fogli d'alluminio, dai margini fino all'intera lunghezza della pentola. Se è presente uno sfiatatoio sul coperchio di vetro tappiamolo con un pezzetto d'alluminio. In questo modo tutto il vapore resterà all'interno. Accendiamo il gas, a fuoco medio, e posizioniamo i ghiaccioli sul coperchio. Mezz'ora di cottura dovrebbero bastare per produrre 250/300 gr di idrolato. Assicuriamoci di poter sostituire i ghiaccioli una volta sciolti. Teniamone altri due in freezer, pronti all'uso.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Accertiamoci che ci sia sempre abbastanza acqua in pentola per generare vapore. Se l'acqua si esaurisce, raccogliamo l'idrolato prodotto fino a quel momento e ripetiamo il processo aggiungendo altra acqua in pentola.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Come realizzare in casa una crema di canfora

Il fai da te è sempre più utilizzato in casa, sia per abbattere i costi di gestione familiare che per avere la soddisfazione di poter creare qualcosa di produttivo con le proprie mani. Non solo mobili, decorazioni ed arredi fatti in casa ma anche tanti...
Rimedi Naturali

Come realizzare l'olio essenziale alla menta

Gli oli essenziali sono delle miscele aromatiche contenute naturalmente in molte specie vegetali, facilmente riconoscibili grazie al loro odore Spicca tra tutti l'olio essenziale ottenuto dalla menta piperita, che viene ampiamente utilizzato sia in aromaterapia...
Rimedi Naturali

Come preparare una tisana alla cannella

Per il benessere generale, oltre a curare l'alimentazione, fare movimento ed accelerare il metabolismo, con vari metodi salutari, le tisane ci vengono in aiuto. In commercio ormai ce ne sono di tantissime tipologie differenti, adatte ad ogni esigenza...
Rimedi Naturali

Come fare una maschera per il viso al miele

Il miele è un ingrediente prezioso dal punto di vista nutrizionale e un perfetto alleato nella preparazione di numerosi cosmetici. Grazie ai suoi non comuni benefici, esso viene adoperato nella produzione di varie creme, maschere e scrub per viso e corpo....
Rimedi Naturali

Salgemma: proprietà e significato

Il salgemma corrisponde al comune sale da cucina che viene utilizzato quotidianamente per preparare i cibi. A differenza del sale marino, ottenuto lasciando evaporare l'acqua del mare, il salgemma è un sale di rocca, ottenibile mediante un delicato processo...
Rimedi Naturali

Le migliori tisane per la flatulenza

La flatulenza è una condizione fisica che comporta eccessiva formazione di gas intestinali e di conseguenza continua emissione degli stessi. È una condizione molto fastidiosa e alle volte imbarazzante. Le cause principali sono: aerofagia, alimentazione...
Rimedi Naturali

Eringio marino: proprietà e benefici

L'eringio marino (nome scientifico Eryngium maritimum) è una pianta che cresce prevalentemente sulle coste del Mar Mediterraneo e su quelle orientali dell'Oceano Atlantico. È conosciuto anche come "cardo della sabbia" (per la sua somiglianza con il...
Rimedi Naturali

Come riattivare la produzione di collagene

Il collagene è una proteina fibrosa che ha natura muco-polisaccarica. Costituisce l'unità essenziale della sostanza intercellulare del tessuto connettivo. Inoltre è responsabile del benessere, ma anche della condizione della nostra pelle. Vedremo in...