Come reagire a un insulto dei compagni di scuola

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il bullismo è uno spiacevole aspetto della vita scolastica. Si manifesta con comportamenti violenti fisici, verbali o indiretti (discriminazioni, molestie, coercizioni, plagio, offese, mormorazioni). Viene praticato da un compagno di classe o da un gruppo. Le vittime dei bulli generalmente sono soggetti calmi, pacati e molto sensibili, dalla corporatura esile oppure robusta. Le offese o l'isolamento causano in loro un rifiuto per la scuola. Perdono la sicurezza e l'autostima. Il disagio influisce anche sulle prestazioni scolastiche e la concentrazione. Sviluppano i classici sintomi da stress: ansia, mal di stomaco o di testa, incubi. Il bullismo segna gli uomini e le donne di domani. Pertanto, bisogna agire preventivamente. Ecco quindi come reagire ad un insulto dei compagni di scuola.

26

Occorrente

  • Calma
  • Dialogo
36

Il bullismo scolastico si basa su tre principi fondamentali: intenzionalità, persistenza ed asimmetria nella relazione. Il bullo è prepotente, gode della sofferenza del più debole. È aggressivo e vendicativo. Emula le situazioni familiari ed i messaggi dei mass-media. È un soggetto problematico e scarica le proprie frustrazioni con la violenza, un insulto o la coercizione. Spesso, coinvolge gli altri compagni di classe o di scuola. La vittima viene così allontanata gradualmente dalla comunità scolastica. Reagire sapientemente ad un insulto evita spiacevoli disagi.

46

Bisogna prevenire il bullismo. Per un'azione efficace, il collegio dei docenti ed il preside devono collaborare strettamente con le famiglie. I bulli non vanno mai assecondati. Pertanto, bisogna reagire con calma ad un insulto dei compagni di scuola, senza violenza. Mostrarsi calmi e tranquilli smonta la falsa sicurezza del gruppo. L'insulto non va mai recepito come veritiero. Non bisogna perdere l'autostima e la fiducia in se stessi. Evitare preferibilmente il soggetto. In alternativa, usare l'ironia contro l'offesa. Ad esempio, se il bullo grida "Sei grasso come un maiale", rispondere "No, magari come una balena".

Continua la lettura
56

Il bullismo non è una semplice ragazzata. È proprio una piaga della società giovanile. Pertanto, reagire significa denunciare. La vittima deve parlare con i genitori, gli insegnati, il preside e spiegare la situazione. Non bisogna mai accettare l'aggressività fisica o un insulto dei compagni di scuola. La legge persegue il bullismo. Alcune istituzioni, infatti, possiedono un codice di condotta, per prevenire il fenomeno. Sospensioni, respingimenti, pagelle, punizioni sembrano efficaci. Tuttavia, la miglior tattica è il dialogo tra docenti, studente e famiglia.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non rispondere mai con la violenza ad un insulto
  • Usare l'ironia
  • Discutere del problema con i professori ed i genitori
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Come capire un disagio del bambino

Se avete un bambino piuttosto piccolo e notate che si comporta in modo strano, appare chiuso in se stesso o è disobbediente in modo eccessivo, è importante analizzare a fondo la situazione e cercare di capire se vi è un eventuale disagio alla base....
Psicologia

Come reagire a un licenziamento improvviso

Finalmente, dopo aver cercato a lungo, avete trovato il lavoro dei vostri sogni o comunque un'occupazione che vi permette di vivere dignitosamente. Tuttavia all'improvviso, come un fulmine a ciel sereno, il vostro datore di lavoro vi licenzia senza alcuna...
Psicologia

Come reagire a un'accusa ingiusta

Capire se una persona è colpevole o innocente è davvero difficile. Parliamo del giudizio sociale, o quello che tutti, in diverse occasioni, ci troviamo ad esprimere di fronte a qualcuno che viene accusato di qualcosa che si ritiene sbagliata. La prima...
Psicologia

Come farsi forza nei momenti difficili

La vita riserva un po' a tutti dei momenti difficili. I lutti, i problemi economici e familiari, le separazioni, i malori incidono parecchio sulla sensibilità e l'autostima. Alcune persone affrontano le difficoltà con grande dignità e guardando avanti....
Psicologia

Come difendersi da persone aggressive

Capita spesso, purtroppo, di ricevere insulti e provocazioni durante la giornata e di venire sopraffatti dalle ingiurie di qualcuno. Reagire in tempo e in modo corretto può essere piuttosto complicato, soprattutto se non si sa come fare. In questa guida...
Psicologia

Come non cedere alle provocazioni

In questa guida cercherò di spiegarvi come mantenere la calma, e non cedere alle provocazioni delle persone, mi ritengo una persona molto tollerante e calma, con questa guida cercherò di trasmettervi ciò che fa parte di me, e come affronto le provocazioni...
Psicologia

Come superare il trauma del divorzio

Quando i matrimoni terminano e si decide di intraprendere la strada del divorzio, per entrambe le parti può rappresentare un problema soprattutto psicologico; infatti, ogni volta che si arriva alla separazione legale, si prende ufficialmente coscienza...
Psicologia

Come affrontare una bocciatura

Qualora, purtroppo, l'anno scolastico appena terminato non si dovesse essere chiuso nella maniera auspicata, e foste stati bocciati, allora dovrete comprendere come far tesoro dell'esperienza appena vissuta, per non commettere più gli stessi errori negli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.