Come reagire a un'accusa ingiusta

Tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Capire se una persona è colpevole o innocente è davvero difficile. Parliamo del giudizio sociale, o quello che tutti, in diverse occasioni, ci troviamo ad esprimere di fronte a qualcuno che viene accusato di qualcosa che si ritiene sbagliata. La prima cosa su cui ci basiamo è il suo comportamento. La persona accusata giudicata dalla gente, tende ad assumere lo stesso comportamento di una persona che è realmente colpevole e, che tenta di scagionarsi. Generalmente quando si viene accusati ingiustamente spesso sottovalutiamo il problema, lo consideriamo un malinteso destinato a chiarirsi nel più breve tempo. Se sei innocente e non hai nulla da temere, contatti gli amici e familiari e, spiega loro cosa è successo. Però c'è da dire che le reazioni possono essere tante e, diverse da soggetto a soggetto. Si potrebbe prendere la situazione con calma, spiegando la propria versione e, fornendo le prove della propria estraneità, ma nell'eventualità si potrebbe perdere la pazienza e inveire contro la persona accusatrice. Oggi vogliamo suggerirvi di seguire questa guida per sapere come reagire a un'accusa ingiusta.

24

Riconoscere l'entità dell'accusa

Innanzitutto chiariamo un concetto: ci possono essere delle accuse ingiuste che riguardano la nostra sfera privata, ma anche illazioni che sfociano nel penale; naturalmente il modo di comportarsi cambia notevolmente. Esaminiamo quindi separatamente le due situazioni. Quando un'accusa ingiusta riguarda la nostra sfera privata e personale, da un lato è meno grave, poiché non è perseguibile legalmente, ma dall'altro potrebbe colpirci di più e farci più male. Proprio in casi come questo, dobbiamo essere in grado di auto-controllarci.

34

Confrontarsi con l'accusatore

Anche se spontaneamente cercheremo un confronto con la persona che ci ha mosso l'accusa, è bene dare a noi stessi un po' di tempo per metabolizzare il tutto (naturalmente il tempo necessario è soggettivo). A questo punto, potremo parlare faccia a faccia con il diretto interessato, cercando di instaurare comunque un dialogo calmo e razionale, al fine di chiarire la situazione.

Continua la lettura
44

Risolvere il problema

Nel caso in cui invece l'accusa sfociasse nel campo legale, la situazione è molto più delicata. In questo caso, non dobbiamo assolutamente cercare chi ci ha accusato, in nessun modo. Questo potrebbe provocare del nervosismo, ma è l'unica strada da noi percorribile. Rivolgiamoci subito ad un avvocato (meglio se si tratta di un amico) e raccontiamo tutto, senza tralasciare il benché minimo dettaglio. Dopodiché affidiamoci completamente al nostro legale, attenendoci in tutto alla linea difensiva da lui proposta. Potrebbe trattarsi di un problema risolvibile in poche settimane, come essere qualcosa di più ungo (dipende dall'accusa che ci è stata mossa), quindi cerchiamo di restare lucidi per tutto il tempo necessario.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Come reagire a un insulto dei compagni di scuola

Il bullismo è uno spiacevole aspetto della vita scolastica. Si manifesta con comportamenti violenti fisici, verbali o indiretti (discriminazioni, molestie, coercizioni, plagio, offese, mormorazioni). Viene praticato da un compagno di classe o da un...
Psicologia

Come reagire a un licenziamento improvviso

Finalmente, dopo aver cercato a lungo, avete trovato il lavoro dei vostri sogni o comunque un'occupazione che vi permette di vivere dignitosamente. Tuttavia all'improvviso, come un fulmine a ciel sereno, il vostro datore di lavoro vi licenzia senza alcuna...
Psicologia

Come farsi forza nei momenti difficili

La vita riserva un po' a tutti dei momenti difficili. I lutti, i problemi economici e familiari, le separazioni, i malori incidono parecchio sulla sensibilità e l'autostima. Alcune persone affrontano le difficoltà con grande dignità e guardando avanti....
Psicologia

Come difendersi da persone aggressive

Capita spesso, purtroppo, di ricevere insulti e provocazioni durante la giornata e di venire sopraffatti dalle ingiurie di qualcuno. Reagire in tempo e in modo corretto può essere piuttosto complicato, soprattutto se non si sa come fare. In questa guida...
Psicologia

Come superare il trauma del divorzio

Quando i matrimoni terminano e si decide di intraprendere la strada del divorzio, per entrambe le parti può rappresentare un problema soprattutto psicologico; infatti, ogni volta che si arriva alla separazione legale, si prende ufficialmente coscienza...
Psicologia

Come superare una delusione lavorativa

La delusione è un particolare stato psicofisico che subentra quando un individuo non vede realizzarsi le proprie speranze, aspettative o desideri, questo succede anche id sorpresa, senza nessun preavviso o avvisaglia. Si può soffrire per amore, per...
Psicologia

Come placare la rabbia

Questo è un argomento che calza a pennello per molti di noi: la rabbia. Non c'è cosa peggiore che sentirsi arrabbiati con il resto del mondo perché si corre il grave rischio di venire additati eternamente come individui rabbiosi ed aggressivi, con...
Psicologia

Come imparare a gestire le emozioni

Gli esseri umani per quanto forti fisicamente e dotati di una certa intelligenza, sono tuttavia vulnerabili in presenza di situazioni che possono generare delle emozioni che diventano poi difficili da gestire. Il problema se possiamo definirlo tale, si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.